La siccità di 176 anni per cuccioli e indiani fa registrare prezzi record per i biglietti delle World Series

Arte-E-Cultura


La siccità di 176 anni per cuccioli e indiani fa registrare prezzi record per i biglietti delle World Series

Potrebbe non esserci migliore applicazione dell'economia comportamentale dei prezzi dei biglietti. E nel laboratorio che chiamiamo 'il mercato sportivo', potrebbe non esserci opportunità migliore per vedere il comportamento e le emozioni che guidano l'economia rispetto alle World Series di quest'anno.

I Cleveland Indians hanno conquistato la loro prima World Series in 19 anni e giocheranno contro i longanimi Chicago Cubs, che si sono uniti al loro primo Fall Classic in 71 anni battendo i Los Angeles Dodgers. Tra le due squadre c'è una siccità combinata delle World Series di 176 anni. Di conseguenza, il 2016 potrebbe vedere la più alta domanda di biglietti per le World Series nella storia.


Sebbene nessuna squadra abbia sofferto più dei Cubs sotto il peso della sconfitta, nessuna città ha resistito più di Cleveland. Tra Bulls, Bears e Blackhawks, Chicago ha vinto più campionati di quanti la maggior parte delle città possa sognare. Cleveland, d'altra parte, è stata per decenni povera. Ciò che è iniziato con LeBron James e i Cavaliers che hanno vinto il primo campionato della città dal 1964 si è ora spostato al Progressive Field.

Nel frattempo, la storia di Believeland è diventata nazionale. Uno degli spettacoli più memorabili dell'American League Championship Series è stato LeBron e gli altri membri dei Cavaliers che hanno avuto molto divertente nei panni dell'autoproclamata squadra di cheerleader della città. Per Cleveland, due anelli in un arco di sei mesi varrebbero la pena di una vita. Uno di blog sportivi di Cleveland più popolari si chiama Aspettando il prossimo anno, e dopo generazioni di attesa, durante le quali il mondo è cambiato drasticamente in peggio per molti Clevelander, sembra che il prossimo anno sia finalmente arrivato. E le persone non vogliono mancare.

Il prezzo medio di listino per un biglietto per le quattro partite delle World Series tenutesi a Cleveland è attualmente oltre $ 3.000 . Prima che i Cubs vincessero il pennant, era la media casalinga più costosa per una World Series mai registrata. Il regno degli indiani, tuttavia, durò solo due giorni. Ora costerà in media più di $6.000 per vedere una delle tre partite al Wrigley Field. Il biglietto più economico costa $ 2.000 e non ha nemmeno un posto a sedere. Per contestualizzare i prezzi medi dei Cubs, è più costoso di ogni Super Bowl negli ultimi sei anni.

In un mondo in cui i fan si aspettano istantaneamente tutto sul proprio telefono, che si tratti di statistiche, video o Twitter, vincere campionati sportivi potrebbe essere l'ultima cosa che i consumatori non possono controllare. Nonostante questa realtà, i fan continuano a investire quantità irrazionali di tempo, denaro ed emozioni in base a ciò che accade tra le righe. Per molti fan, le squadre sportive sono il più vicino possibile al tipo di comunità tribale che ha permesso agli umani di sopravvivere ed evolversi nella nostra forma attuale. Nel mondo moderno, quella connessione è sempre più difficile da trovare ed è per questo che il pensiero razionale spesso non si applica al costo dei biglietti sportivi.


Nel suo libro Tribe: Ritorno a casa e appartenenza , Sebastian Junger dice “Agli esseri umani non importano le difficoltà, anzi ci prosperano; quello che pensano non è sentirsi necessario.” Vincere, per definizione, rende necessaria una squadra e la sua città. Significa che sono i migliori, lo standard con cui tutti i concorrenti devono misurarsi. Per una città che è stata dalla parte sbagliata dell'evoluzione economica negli ultimi 60 anni, il primo pennant degli Indians in 19 anni è molto più di una World Series. Si tratta di una città che sta riacquistando orgoglio per se stessa, per la quale è molto difficile non tifare, anche se significa che i Cubs dovranno aspettare il prossimo anno.