La famiglia di Aaliyah impegnata in un'accesa battaglia per l'uscita della sua musica

Intrattenimento


La famiglia di Aaliyah impegnata in un'accesa battaglia per l'uscita della sua musica

Mentre ci avviciniamo al 20° anniversario della morte scioccante per incidente aereo di Aaliyah, sembra che la tanto attesa uscita del suo catalogo musicale sia imminente, con un misterioso sito web apparso mercoledì con il messaggio: Aaliyah sta arrivando .

La presa in giro è stata accolta con entusiasmo dai suoi fan di vecchia data, poiché l'unico album di Aaliyah disponibile sulle piattaforme di streaming èL'età non è altro che un numero, ora rovinato considerando che l'album è stato scritto e prodotto dall'uomo che ha depredato un'Aaliyah minorenne, R. Kelly, che appare anche sulla copertina in agguato sullo sfondo. Questo mese, la tormentata cantante R&B viene processata per accuse relative all'abuso sessuale di minori, inclusa Aaliyah, che è una Jane Doe nel caso.


Spotify ha finalmente confermato la speculazione giovedì, annunciando che il secondo album dei Princess of R&BUno su un milionesarebbe arrivato sulla piattaforma di streaming il 20 agosto, seguito dalRomeo deve morirecolonna sonora e il suo terzo albumAaliyahnel mese di settembre. Ad ottobre, Spotify prevede di rilasciarla postuma album di compilation mi interessa 4 ueAaliyah definitiva.

Ma l'eredità di Aaliyah e i familiari più stretti sembrano essere contrari alla pubblicazione della discografia del defunto 22enne, mercoledì sera ha rilasciato una dichiarazione definendo la mossa un 'impegno senza scrupoli'.

La questione è complicata perché gli account dei social media del nuovo sito web si collegano alle pagine verificate per una rinata Blackground Records, fondata dallo zio di Aaliyah ed ex manager Barry Hankerson.

'Per 20 anni abbiamo combattuto dietro le quinte, sopportando tattiche oscure di inganno con progetti non autorizzati mirati a offuscare', ha affermato la proprietà di Aaliyah in una nota. 'Siamo sempre stati confusi sul motivo per cui c'è una tale tenacia nel causare più dolore insieme a quello che già dobbiamo affrontare per il resto della nostra vita'.


'Ora, in questo ventesimo anno, questo sforzo senza scrupoli per pubblicare la musica di Aaliyah senza alcuna trasparenza o contabilità completa per l'eredità costringe i nostri cuori a esprimere una parola: perdono', ha aggiunto. 'Anche se continueremo a difendere noi stessi e la sua eredità in modo lecito e giusto, vogliamo prevenire gli inevitabili attacchi al nostro personaggio da parte di tutti gli individui che sono emersi dall'ombra per risucchiare il lavoro della vita di Aaliyah'.

Si dice che il messaggio sia stato condiviso dal fratello di Aaliyah, Rashad Haughton, sul suo account Instagram privato.

Il Daily Beast ha contattato la tenuta di Hankerson e Aaliyah per ulteriori commenti.

Annuncio pubblicitario

Non è un segreto che Hankerson abbia cercato per anni di pubblicare la musica di Aaliyah, di cui ha affermato di avere i diritti. Tutti e tre i suoi album—L'età non è altro che un numero,Uno su un milione, eAaliyah—erano sotto la Blackground Records di Hankerson, sebbene ogni album fosse distribuito da etichette diverse.


Ha anche cercato di pubblicare un album postumo Aaliyah prodotto da Drake , che si dice contenga 16 canzoni inedite con caratteristiche e contributi di Drake, il suo ex produttore e amico intimo Timbaland, Kanye West e Lil Wayne.

Hankerson sembrava essere di nuovo in contrasto con la famiglia di Aaliyah per la sua musica , raccontandoQuel succo d'uvain un'intervista, “Ci aspettavamo sempre un'accoglienza sgradevole per questo album. Dato che abbiamo il controllo sull'eredità e l'autorità sui diritti d'autore, andremo avanti con questo album”.

'Non è un segreto che Hankerson abbia cercato per anni di pubblicare la musica di Aaliyah, di cui ha affermato di avere i diritti'.

E mentre il singolo 'Enough Said' con Drake è uscito nel 2012, l'album non è mai stato pubblicato.

Hankerson ha confermato questa settimana che stava riavviando la sua casa discografica , chiamandolo Blackground Records 2.0 e dicendo che avrebbe avuto sede ad Atlanta, dove è stato visto girare un video musicale per il nuovo artista Autumn Marini.


Annuncio pubblicitario

Secondo i registri aziendali della California, Blackground Records 2.0 è stata costituita lo scorso marzo dall'avvocato Virgil Roberts, il cui studio legale Bobbitt & Roberts ha precedentemente rappresentato l'originale Blackground Records di Hankerson. Roberts è anche elencato come tesoriere e segretario di un'altra delle società defunte di Hankerson, Barry & Sons, secondo i record di New York .

Dalla sua morte, la famiglia di Aaliyah è rimasta fuori dagli occhi del pubblico ed è notoriamente mamma del matrimonio della cantante con Kelly nel 1994. Fu Hankerson che scoprì Kelly a Chicago e in seguito lo presentò ad Aaliyah. Kelly è accusata di aver corrotto un funzionario dell'Illinois per ottenere un documento d'identità falso per Aaliyah che indicava la sua età di 18 anni sul certificato di matrimonio, invece della sua età effettiva di 15. Kelly all'epoca aveva 27 anni.

Kelly si è anche rifiutato di parlare della natura della sua relazione con Aaliyah , dicendo nel 2016, 'Per rispetto verso sua madre che è malata e suo padre che è morto, non avrò mai quella conversazione con nessuno'.

Hankerson ha tagliato tutti i legami con Kelly nel 2000, quando le accuse di abusi sessuali contro Kelly hanno cominciato a crescere. Alla fine dell'anno, Il Chicago Sun-Timesha rilasciato un rapporto bomba che accusava Kelly di avere contatti sessuali con ragazze di appena 15 anni.

Non è chiaro cosa stia causando l'apparente disputa tra la proprietà di Aaliyah e Hankerson, ma se la dichiarazione della famiglia è un'indicazione della lotta che ne seguirà, le cose sono destinate a diventare disordinate.