Clip esclusiva di 'Beach Rats': il film gay più hot del Sundance

Intrattenimento


Clip esclusiva di 'Beach Rats': il film gay più hot del Sundance

Chiamami col tuo nome, intrisa di sole e lacrime di Luca Guadagino Armie Hammer e Timothee Chalamet con una storia d'amore gay tra i protagonisti , potrebbe essere stato il film di successo del Sundance Film Festival - anche il suo trailer pubblicato di recente ha guadagnato l'adulatore senza fiato sui social media - ma il molto più tranquillo, grintoso e, probabilmente, più autentico topi da spiaggia ,che anche ha fatto un tuffo a Park City , è il primo a uscire dai cancelli nei cinema e rende altrettanto grande la tua attenzione.

Il film potente, che ha fatto guadagnare alla regista Eliza Hittman il premio per la miglior regia al festival, vede protagonista il nuovo arrivato Harris Dickinson nei panni di un 'topo da spiaggia' di Coney Island, un adolescente locale di nome Frankie che sta facendo i conti con la sua sessualità in modi crudi e sorprendenti.


Durante un'estate torrida in cui le conseguenze di una tragedia familiare e la cattiva influenza di amici delinquenti minacciano di soffocarlo, Frankie lotta per la sua identità e inizia a frequentare strani uomini su una spiaggia da crociera mentre contemporaneamente persegue un'intensa relazione sessuale con una nuova fidanzata .

È un ingresso notevole nel canone dei film LGBT, specialmente quelli con giovani protagonisti, in quanto non è una storia di coming out, ma una storia sul sesso, il desiderio e il venire a patti con la sensualità sulla sessualità, e tutto con l'estremamente performance vulnerabile (ed estremamente nuda) di Dickinson come guida.

'È un po' troppo vecchio per diventare maggiorenne, e non è proprio una storia di coming out', Hittman ha detto a The Daily Beast . “Penso che sia un film su un personaggio che sta prendendo coscienza di chi è. Non esce mai veramente, e si tratta di lui che cerca di capire i propri desideri in un mondo in cui non c'è davvero alcun coming out. C'è la partenza e la ricerca di un modo per vivere una vita autentica altrove, ma non è ancora arrivato a quel punto, quindi si tratta, in un certo senso, di capire se stesso e i suoi desideri'.

Il film di Hittman è stato ispirato da una fotografia, una fotografia che è intrinsecamente dei giorni nostri e dell'era della cultura digitale: un selfie in penombra scattato da un adolescente destinato a suscitare il suo eventuale destinatario. Da quella foto, è stato scelto il breakout britannico Harris Dickinson, e il modello diventato attore offre uno dei turni più estenuanti, sensuali e accattivanti della star al Sundance.


'Ero completamente felice di far parte di qualcosa che ha normalizzato la nudità maschile', ha detto Dickinson alla Bestia. 'Stavo parlando con qualcuno l'altro giorno che me lo ha chiesto, e ho detto loro: 'Avete visto quanta nudità femminile c'è nella storia del cinema e della TV?' Quindi sì, mi sentivo a mio agio, e io Sono abbastanza a mio agio con la mia sessualità e il mio corpo'.

In questa clip esclusiva ditopi da spiaggia, che uscirà nelle sale il 25 agosto, Frankie di Dickinson si impegna in alcune conversazioni intime con un uomo più anziano dopo un collegamento in un motel, inclusa una conversazione sulle mani degli uomini gay che ha fatto ronzare e misurare le dita tutti i giornalisti gay che hanno visto il film al Sundance.