L'avvocato di Britney Spears punta su Jamie Spears e gli avvoltoi sul suo libro paga

Intrattenimento


L'avvocato di Britney Spears punta su Jamie Spears e gli avvoltoi sul suo libro paga

Entro la fine di questo mese, è molto probabile che Britney Spears sarà finalmente libera dalla sua tutela. A settembre, un giudice di Los Angeles si è pronunciato a suo favore, sospendendo il padre della pop star, Jamie Spears, dall'accordo legale, nonostante le sue proteste.

Il calvario di 13 anni che sembra volgere al termine è stato causato in parte dalla sua straziante testimonianza durante l'estate, dove ha dettagliato il trauma che ha subito per mano di suo padre Jamie, la sua legione di fan che ha lanciato il grido di battaglia di 'Free Britney' e i dannati documentari che hanno dipinto un'immagine chiara di ciò che stava accadendo dietro le quinte.


Ma anche l'avvocato della Spears, Mathew Rosengart, ha svolto un ruolo importante nel garantire la libertà della Spears e ha giurato che lo scioglimento della tutela della Spears non è il passo finale per porre fine al suo incubo.

Invece, ha insistito per ottenere giustizia per la leggenda del pop di 39 anni, sparando a Jamie Spears e a chiunque possa aver avuto un ruolo nell'assicurare che la Spears fosse tenuta sotto l'accordo legale restrittivo nonostante le sue suppliche.

E, secondo agli atti giudiziari recentemente depositati ottenuti daIl New York Times , Rosengart sta già prendendo provvedimenti per condurre un'ampia indagine sui rapporti di Jamie come conservatore.

Jamie Spears si era aggrappato alla tutela con una presa di ferro, insistendo continuamente che la disposizione fosse nel migliore interesse di Spears, il tutto mentre intascando $ 16.000 al mese dalla sua posizione e portando a casa una percentuale considerevole di qualsiasi affare fatto da Spears.


Ma con l'aumentare dell'intensità intorno al caso di Spears, ha fatto dietro front, presentando la propria mozione per chiedere al giudice di rimuovere completamente la tutela, piuttosto che semplicemente sospenderlo. L'improvviso cambiamento di opinione, ha affermato Rosengart, è stata solo una tattica per evitare l'indagine che sta portando avanti, poiché secondo quanto riferito Jamie è stato colpito da una richiesta il mese scorso per una scoperta formale e una deposizione giurata.

I documenti del tribunale indicano che Rosengart vuole deporre Jamie e ha richiesto ampie informazioni sulla proprietà di $ 60 milioni della Spears e su tutti coloro che potrebbero aver avuto la loro mano nel grosso piatto.

Inoltre, vuole che il 69enne consegni una serie di documenti relativi a qualsiasi comunicazione che Jamie Spears ha avuto con i membri della squadra di sicurezza di sua figlia, il personale domestico e i suoi medici, oltre a tirare fuori qualsiasi corrispondenza sul telefono della Spears presumibilmente monitorato e un dispositivo di registrazione collocato nella sua stanza .

L'archiviazione di 110 pagine chiarisce che Rosengart non sta solo inseguendo Jamie Spears, ma qualsiasi entità che abbia tratto profitto dalla proprietà multimilionaria di Spears. Sembra essere particolarmente interessato al ruolo di Tri Star Sports & Entertainment Group— gestito dall'ex manager di lunga data della Spears Lou Taylor - suonato nella tenuta di Spears.


'L'archiviazione di 110 pagine chiarisce che Rosengart non sta inseguendo solo Jamie Spears, ma qualsiasi entità che abbia tratto profitto dalla proprietà multimilionaria di Spears'.

Rosengart vuole tenere conto di tutti i pagamenti che provenivano dalla proprietà della Spears alla Tri Star, ai suoi dipendenti attuali e passati, nonché determinare se la proprietà della Spears ha mai pagato le spese legali per conto di Taylor e del dipendente di Tri Star Robin Greenhill, che ha lavorato a stretto contatto con lance.

Taylor è un amico della famiglia Spears che secondo quanto riferito ha aiutato Jamie a mettere in moto la tutela . (Nel rifiuto diIl newyorkese's sulla battaglia legale della Spears all'inizio di quest'anno, l'avvocato di Taylor ha affermato che era 'più un'ascoltatrice che una contribuente' al piano di tutela.)

Sebbene Jamie abbia assunto Taylor come business manager per il ritorno del Circus Tour della Spears nel 2009, lei stava facendo dichiarazioni ai media a nome della famiglia giorni dopo che la Spears era stata ricoverata in ospedale nel gennaio 2008. Alla fine, è diventata business manager della tenuta di Spears.

Tri Star è apparso nei documenti del tribunale poco dopo il decollo del movimento #FreeBritney nell'aprile 2019. Sam Ingham, ora ex avvocato nominato dal tribunale della Spears, ha messo in dubbio la decisione di Jamie di 'modificare' il risarcimento di Taylor nel dicembre 2019, 'più che raddoppiando' Tri Star. Star Sports & Entertainment Group's quota annuale minima a $ 500.000 , secondo gli atti del tribunale.


Taylor si è improvvisamente dimesso da business manager di Spears senza 'avviso' nell'ottobre 2020, secondo i documenti del tribunale depositati da Ingham nel novembre 2020.

Gli attivisti di #FreeBritney protestano durante una manifestazione tenutasi in concomitanza con un'audizione sul futuro della tutela di Britney Spears allo Stanley Mosk Courthouse il 29 settembre 2021 a Los Angeles, in California.

Kevin Winter/Getty

A parte la parte finanziaria della tutela della Spears, Rosengart sta prendendo di mira il trattamento di Jamie nei confronti di sua figlia, chiedendogli di consegnare tutti i documenti relativi all'indennità mensile che avrebbe imposto al cantante, così come tutta la corrispondenza tra lui e la Spears durante il corso del conservatorio.

Inoltre, Rosengart sembra prendere sul serio le accuse secondo cui il cellulare della Spears era costantemente monitorato e che c'era un dispositivo di registrazione posizionato nella sua camera da letto, chiedendo a Jamie di produrre tutta la corrispondenza con le guardie di sicurezza che aveva assunto, così come chiunque lavorava a casa di Spears.

Tali accuse sono state sollevate da Alex Vlasov, che ha lavorato per Black Box Security, il team assunto da Jamie Spears. Vlasov è apparso nel seguitoNew York Timesdocumentario Controllare Britney Spears , sostenendo che il telefono della pop star fosse costantemente monitorato e che la sua stanza fosse infestata.

Mentre Taylor è appena menzionato in nessuno dei dueVoltedocs, Greenhill è presente nella seconda puntata, che è stata rilasciata poco prima dell'udienza di settembre. Vlasov afferma che il suo capo Edan Yemini, il presidente di Black Box Security, gli chiedeva regolarmente di crittografare i messaggi inviati dalla Spears in modo da poter consegnare quelle comunicazioni a Jamie e Greenhill.

'Hanno parlato apertamente di monitorarla', dice Vlasov nel documentario. “Le loro ragioni per il monitoraggio erano alla ricerca di cattive influenze, alla ricerca di potenziali attività illegali che potrebbero verificarsi. Ma [avrebbero] anche monitorato le conversazioni con i suoi amici, con sua madre, con il suo avvocato Sam Ingham.

Sebbene la Spears possa finalmente uscire da sotto la tutela dalla sua prossima udienza in tribunale il 12 novembre, è chiaro che Rosengart pensa che la giustizia non sarà completamente fatta fino a quando Jamie Spears non sarà completamente indagata.