La società dietro l'affermazione della mafia 'Antifa' di Gaetz dice che è una bugia

Politica


La società dietro l'affermazione della mafia 'Antifa' di Gaetz dice che è una bugia

Alleati di Trump desiderosi di deviare la colpa per L'attacco di mercoledì al conteggio dei voti presidenziali hanno affermato che i rivoltosi erano infiltrati 'antifa', citando aWashington Timesrapporto sulle prove compilato da una società di riconoscimento facciale poco conosciuta associata a un blog di estrema destra.

Ma l'azienda al centro della storia dice cheVoltel'articolo è una bufala e vuole una ritrattazione e delle scuse.


Come La polizia del Campidoglio ha lottato per liberare il complesso del Congresso mercoledì sera,Voltegiornalista Rowan Scarborough pubblicato una storia che affermava che l'oscura società di riconoscimento facciale XRVision aveva la prova che alcuni dei rivoltosi erano in realtà agitatori antifa di sinistra, incluso un 'simpatizzante stalinista'.

'La società di riconoscimento facciale afferma che l'Antifa si è infiltrato nei manifestanti di Trump che hanno preso d'assalto il Campidoglio', si legge nel titolo della storia.

L'articolo di Scarborough si basava interamente su un'intervista con un anonimo 'ufficiale militare in pensione' che affermava di aver visto i dati di XRVision che dimostravano che due dei rivoltosi erano membri di 'Philadelphia Antifa'. La storia non includeva immagini dei presunti infiltrati antifa o altre prove.

Nonostante il fatto che Trump avesse promosso la manifestazione per settimane mentre i suoi sostenitori pianificavano apertamente la rivolta sui siti web pro-Trump, l'idea a discarico che la rivolta fosse un complotto antifa segreto si è schiantata sui media di destra. La conduttrice di Fox News Laura Ingraham l'ha dichiarata una storia in 'sviluppo', in un tweet che è stato fatto ricircolare più di 35.000 volte.


Rep. Mo Brooks (R-AL) twittato la storia come prova della crescente evidenza di uno schema antifa. Il rappresentante Matt Gaetz (R-FL) ha anche citato ilWashington Timesstoria sul pavimento della Camera durante il conteggio dei voti elettorali.

'Non so se i rapporti sono veri, maIl Washington Timesha appena riportato alcune prove piuttosto convincenti da una società di riconoscimento facciale che alcune delle persone che hanno fatto irruzione nel Campidoglio oggi non erano sostenitori di Trump', ha detto Gaetz. 'Si erano mascherati da sostenitori di Trump e, in effetti, erano membri del violento gruppo terroristico antifa'.

Ma XRVision, l'azienda al centro della storia, dice ilVoltela storia è totalmente inventata. In una dichiarazione fornita dall'avvocato della società, XRVision ha affermato che il suo software di riconoscimento facciale aveva infatti identificato due neonazisti e un sostenitore di QAnon.

'Abbiamo concluso che due [dei] individui (Jason Tankersley e Matthew Heimbach), erano affiliati con gli Skinheads del Maryland e i movimenti nazionalsocialisti', si legge nella dichiarazione. “Queste due sono note organizzazioni naziste, non sono Antifa. Il terzo individuo identificato (Jake Angeli) era un attore con una storia di promozione di QAnon. Anche per lui non è stata fatta nessuna identificazione Antifa”.


XRVision ha chiesto una ritrattazione e delle scuse al giornale, secondo la dichiarazione.

'XRVision è orgoglioso della precisione della sua tecnologia e ritiene la pubblicazione del Washington Times assolutamente falsa, fuorviante e diffamatoria', si legge nella dichiarazione. 'Il nostro avvocato è in contatto con il Washington Times e ha ordinato loro di 'Cessare e desistere' da qualsiasi reclamo riguardante l'approvvigionamento di analisi XRVision, di ritirare le affermazioni attuali e di pubblicare e (sic) scuse'.

IlWashington Timesnon ha risposto a una richiesta di commento.

XRVision è strettamente legato al blog di fasullo di destra The Gateway Pundit e spesso fornisce la sua tecnologia, così com'è, per promuovere attacchi a figure liberali e affermazioni fasulle sulla frode degli elettori. Nel 2019, The Gateway Pundit cancellato una storia falsa basata sui 'dati' di XRVision che pretendeva falsamente di dimostrare che il padre del deputato Ilhan Omar (D-MN) fosse un criminale di guerra somalo.


Non è la prima volta cheWashington Timesha promosso una bufala di destra citando un ufficiale militare in pensione. Nel 2018, il giornale pubblicato un articolo di un ammiraglio in pensione che affermava di provare che il membro dello staff del Comitato nazionale democratico assassinato Seth Rich e suo fratello Aaron Rich hanno rubato le e-mail del DNC e le hanno date a WikiLeaks. Il giornale in seguito ha ritirato la rubrica e si è scusato per la sua pubblicazione, nel tentativo di risolvere una causa presentata da Aaron Rich.