Vendita di armi da fuoco: come acquistare una pistola in Arizona

Blog


Vendita di armi da fuoco: come acquistare una pistola in Arizona

Come funerali delle vittime del massacro di Tucson erano in corso nelle vicinanze, era come al solito in un negozio di armi di Tucson, le sue pareti ricoperte di trofei di caccia e 'fucili lunghi', le sue teche di vetro piene di pistole; I marchi Glock, Smith & Wessons e Springfield Armory sono i più popolari. I clienti si aggiravano e venivano accolti da impiegati amichevoli, per lo più accaniti cacciatori e intenditori di armi da fuoco. Gli esperti e i legislatori potrebbero parlare di una cultura delle armi impazzita. Ma in questo negozio, i venditori si considerano nient'altro che ragazzi che cercano di gestire un'attività responsabile e legale in un'economia difficile, basata saldamente sui nostri diritti costituzionali. Le passioni si stanno scaldando. Per coloro che vogliono disperatamente vedere un controllo più rigoroso delle armi, questi impiegati potrebbero essere visti come atti di favoreggiamento e favoreggiamento della violenza. Un manager di un negozio ha accettato di parlare a lungo del suo lavoro e dei suoi pensieri, ma ha chiesto che il suo nome e il nome del suo negozio non fossero pubblicati.

La versione breve del manager: il massacro di Tucson non è stato colpa della nostra cultura nazionale delle armi, o della cultura delle armi dell'Arizona. Il diritto di portare armi, dice, a volte avrà delle conseguenze, ma gli americani hanno più diritti e libertà di chiunque altro. 'La libertà ha alcuni aspetti dolorosi. I nostri padri fondatori ci volevano liberi e noi ci vogliamo liberi. Abbiamo molti diritti: è come se ci presentassero una dozzina di uova, ma di tanto in tanto una si rompe».


Il manager, il cui negozio è rispettato da diverse fonti delle forze dell'ordine in pensione contattate per questa storia, dice che quello che è successo a Tucson 'non è stato un problema con le armi, è stato solo un evento terribile, soprattutto perché era Tucsonian su Tucsonian'. (Secondo i dati del Federal Bureau of Investigation, le vendite di un giorno di pistole in Arizona sono aumentate del 60% - 263 pistole - due giorni dopo la sparatoria. Anche Ohio, Illinois, New York e California hanno visto grandi balzi. A livello nazionale, le vendite di un giorno di pistole è aumentato del 5 per cento.)

«Se qualcuno viene qui e chiede quindici Glock, non glieli venderemo. C'è un po' di buon senso coinvolto in tutto questo.'

•John Avlon: L'ascesa dell'ala della paura• Copertura completa della sparatoria in Arizona Un operaio di un negozio di armi, dice il manager, non può essere ritenuto responsabile per la mancanza di registri su persone che potrebbero essere sfuggite alle crepe del sistema di assistenza sanitaria. «Non sono uno psicologo, né un sociologo, né uno psichiatra. Non è il mio posto. Ieri ho chiesto ad alcuni dei nostri ragazzi di costruire una cassaforte per armi in una casa dove il tipo era strambo. Quando le persone smettono di prendere le medicine non c'è modo di tenerle addosso,' dice. E se la persona non ha un documento ufficiale che la segnala come una minaccia per se stessa o per gli altri a causa di problemi di salute mentale, c'è poco che un operaio di un negozio di armi possa fare. 'Quando eravamo soliti istituzionalizzare regolarmente le persone, la società non aveva a che fare con così tante persone con problemi di salute mentale, anche se la maggior parte può funzionare bene. Ma perché ne stiamo discutendo quando nessuno è disposto ad arrivare al punto di dire: 'Mi metti a disagio, penso che chiamerò la polizia mentale'. Questo negozio vende armi ogni giorno a persone di ogni ceto sociale , e viene fatto ogni sforzo per tenere le armi fuori dalle mani dei criminali, spiega, seguendo sia la legge che il buon senso. Se una persona desidera acquistare un'arma, deve prima compilare un 4473, il modulo federale richiesto per chiunque desideri acquistare un'arma da fuoco e un modulo ATF di una pagina (una seconda e una terza pagina sono compilate principalmente dal venditore) che richiede informazioni biografiche di base. Ciò include se l'acquirente è un cittadino, un latitante, ha precedenti penali o è stato giudicato mentalmente o ricoverato in un istituto psichiatrico. Quindi le risposte dell'acquirente vengono verificate tramite il Sistema nazionale di controllo dei precedenti penali istantanei, NICS , imposto dal Brady Handgun Violence Prevention Act del 1993. L'intero processo dalla selezione all'acquisto, se non ci sono smentite, 'è di circa mezz'ora'. (La giornalista Eve Conant ha accompagnato un amico che ha acquistato una pistola al negozio di armi di Prescott, in Arizona, la scorsa estate; il processo è durato venti minuti.)

Secondo l'FBI, nell'ultimo decennio sono stati effettuati più di 100 milioni di tali controlli, portando a più di 700.000 smentite. 'Ma se una persona diffama sulla carta e viene negata, non significa che le forze dell'ordine verranno a cercarla', dice il manager. 'Perché può semplicemente dire: 'Oh sì, ho dimenticato quella parte.' È una specie di gioco del gatto col topo.' A partire dalla scorsa estate, Il governatore Jan Brewer ha firmato una legge un disegno di legge che consentiva ai cittadini statunitensi di età pari o superiore a 21 anni di portare un'arma da fuoco nascosta senza permesso in Arizona. Ha anche eliminato il requisito per un permesso di porto di armi nascoste (come nel caso del tiratore Jared Loughner), ma richiede ai proprietari di armi di rispondere con precisione se un ufficiale chiede loro se stanno portando un'arma nascosta e consente a un ufficiale di confiscare temporaneamente un'arma mentre stanno parlando con un individuo, anche durante un arresto del traffico. Se una persona porta un'arma senza un permesso dell'Arizona o di qualsiasi altro stato, non può portarla in luoghi che servono alcolici per il consumo nei locali. Sebbene sia illegale acquistare armi da fuoco per qualcuno che non sarebbe in grado di acquistarne una legalmente (chiamato 'acquisto di paglia'), 'una pistola può essere acquistata come regalo per qualcuno a cui non è precluso il possesso di armi da fuoco'. Come fa il proprietario di un negozio di armi a sapere se quella persona sta davvero bene? 'Non puoi davvero saperlo. Una persona può dire che sta comprando una pistola per sua moglie e tu non puoi saperlo. È molto complicato. Ma suggeriamo di coinvolgere la moglie. Invitiamo le persone a fare le cose nel modo giusto. È una specie di zona grigia». Aggiunge che 'ogni volta che una persona acquista due pistole entro cinque giorni lavorativi, chiamiamo l'ATF'. Cosa succede se una persona vuole acquistare, diciamo, quindici pistole Glock e passa un controllo dei precedenti? «Hanno la capacità legale, sì. Ma se qualcuno entra qui e chiede quindici Glock, non glieli venderemo. C'è un po' di buon senso coinvolto in tutto questo.'


I sostenitori del controllo delle armi non potrebbero essere più in disaccordo. Secondo la Brady Campaign to Prevent Gun Violence, l'Arizona ha leggi deboli sulle armi che aiutano ad alimentare il mercato illegale delle armi e consentono la vendita di armi senza controlli in background. Nelle sue scorecard statali del 2009 rilasciate per tutti i 50 stati, l'Arizona ha ricevuto un 2 su 100 possibili, in base a diverse categorie tra cui frenare il traffico di armi da fuoco, rafforzare i controlli sui precedenti Brady, sicurezza dei bambini, vietare le armi d'assalto in stile militare e le armi nei luoghi pubblici e controllo locale. A partire dal 2009 l'Arizona ha avuto il secondo più alto tasso di vendita di armi criminali (al di sotto della Louisiana) secondo i dati dei rapporti AFT elaborati dalla campagna Brady.

Paul Helmke, presidente della campagna Brady, dice a The Daily Beast che mentre il tiratore Jared Loughner potrebbe aver acquistato la sua pistola legalmente, 'Le leggi sulle armi in questo paese sono così deboli che non ha nemmeno infranto una legge fino a quando non ha sparato alla testa di Giffords. .' Può essere a discrezione di un venditore responsabile respingere un acquirente, anche se, come dice il manager, 'Non mi interessa in che affari ti occupi, gli affari sono difficili di questi tempi'. Spiega: 'Se sento odore di alcol, o penso: 'Ehi, quel ragazzo è un mostro', non glielo venderò. Se non ci sentiamo bene, non effettuiamo transazioni. È proprio come i cartelli che dicono 'niente scarpe, niente camicia, niente servizio'. 'Anche noi giudichiamo'.

Eve Conant è una giornalista dello staff di Newsweek che si occupa di immigrazione, politica, questioni sociali e culturali.