'Buonanotte mamma' è il film più terrificante dell'anno

Intrattenimento


'Buonanotte mamma' è il film più terrificante dell'anno

Si apre con un cenno sfacciato alle dolci armonie di metà secolo diIl suono della musica'S Von Trapp clan, importazione horrorbuonanotte mammasta collezionando rave per la sua interpretazione leggermente più minacciosa dell'amore e della devozione familiare nell'idilliaca campagna austriaca: e se la madre che amavi non fosse davvero tua madre, ma qualcosa di assolutamente sinistro in posa sulla sua pelle?

Scritto e diretto dal duo zia-nipote Veronika Franz e Severin Fiala,buonanotte mammasi posa su Lukas ed Elias (Lucas ed Elias Schwarz), gemelli identici di 10 anni che trascorrono le loro giornate vagando beatamente nella natura selvaggia intorno alla loro casa appartata in riva al lago. Quando la loro mamma conduttrice televisiva (Susanne Wuest) torna con le bende dopo aver subito un intervento di chirurgia ricostruttiva facciale, spegne la luce del sole, ordina il silenzio in casa e inizia a nascondersi imbronciata nell'ombra.


I ragazzi turbolenti sono perplessi. Sconcertati dalla loro mamma mummificata, i ragazzi iniziano a meravigliarsi, a punzecchiare e a punzecchiare. Quando lei rivela loro il suo nuovo volto, lanciano il loro interrogatorio scettico. Dov'è finita quella voglia? Di che colore erano di nuovo gli occhi della mamma? Dov'è andata la loro vera madre?

Le differenze non sono solo fisiche. Qualcosa nel profondo di mia madre è cambiato. Il suo carattere ora è tanto rapido quanto violento, molto diverso dalla vecchia 'mamma'. A volte preferisce crudelmente un figlio all'altro, vietando a Elias di parlare con suo fratello. I ragazzi iniziano a sospettare che un impostore malevolo abbia sostituito la madre affettuosa e amorevole che conoscevano un tempo. 'Non è nostra madre', sussurrano nel buio, confortandosi a vicenda.

Quei sussurri tra fratelli si trasformano in richieste mentre i ragazzi sempre più sospettosi ricorrono all'interrogatorio. 'Vogliamo indietro nostra madre', le dicono, solo per essere accolti con esasperazione e rabbia. 'Non sei la nostra mamma!' L'assenza del padre rimane inspiegabile, sebbene i ritratti di famiglia del trio felice e senza papà che adornano la loro casa austera e moderna suggeriscano che se ne sia andato da tempo.

Proveniente dalla terra dello snervante autore Michael Haneke (Giochi divertenti, cache), a cui ha un debito cinematografico spirituale,buonanotte mammacattura astutamente questo disorientante incubo universale da entrambe le parti mentre la fiducia evapora tra tutti coloro che sono in gioco. Nel disperato tentativo di conoscere la verità e salvare la madre che amano, i ragazzi alzano la posta mettendo insieme una cassetta degli attrezzi di terrificanti oggetti per la casa. Forbici, nastro adesivo, super colla e una lente d'ingrandimento diventano strumenti di tortura improvvisati mentre i realizzatori trasformano la ninna nanna di Brahm in una sinistra serenata.


Franz e Fiala giocano abilmente con il loro pubblico spostandosibuonanotte mammadal thriller psicologico al vero horror, e la tensione crescente dal punto di vista dei gemelli mentre il gioco del gatto e del topo madre-figlio si intensifica. I ragazzi fantasiosi escogitano diverse tattiche di tortura adolescenziali che fanno rabbrividire, spingendo il film in un territorio ancora più ambiguo e ponendo il vero dilemma: chi è il vero mostro qui?

I pezzi del puzzle caduti qua e là conducono in un epilogo strisciante così tortuoso,buonanotte mammachiede una seconda visione immediata. I genitori con bambini piccoli dovrebbero trovare questo, senza dubbio, il film più terrificante dell'anno. Come candidato ufficiale in lingua straniera per l'Academy Award dell'Austria, potrebbe anche rivelarsi un altro tipo di rarità: un film horror degno di un Oscar.