Il GOP taglia la parte preferita di Trump della 'Legge di Kate'

Politica


Il GOP taglia la parte preferita di Trump della 'Legge di Kate'

Un disegno di legge sull'immigrazione intransigente approvato dalla Camera questo pomeriggio potrebbe aver deluso i suoi sostenitori più ardenti dopo che una disposizione che avrebbe potuto portare a tassi di incarcerazione federale alle stelle è stata eliminata dalla versione originale.

Tra questi sostenitori c'è l'ex conduttore di Fox News Bill O'Reilly e lo stesso presidente, entrambi i quali hanno propagandato la versione della legge di Kate – che prende il nome da Kate Steinle, una donna uccisa da un immigrato senza documenti a San Francisco nel 2015 – che includeva requisiti obbligatori di condanna per gli immigrati privi di documenti che rientrano negli Stati Uniti dopo essere stati espulsi.


O'Reilly era il campione più rumoroso di Kate's Law, e spesso lo pubblicizzava nel suo programma. Il suo sito web aveva una petizione che gli spettatori potrebbero firmare invitando la leadership repubblicana a votare il disegno di legge. E i requisiti di condanna obbligatoria di almeno 5 anni di carcere erano fondamentali.

'La parola chiave è 'obbligatorio' - nessuno spazio di manovra', ha detto nel suo spettacolo del 13 luglio 2015.

La legge di Kate è stata approvata oggi, ma non era la legge di Kate di O'Reilly. Invece, la legislazione ha aumentato le condanne massime che i giudici potrebbero pronunciare nei confronti di alcuni trasgressori immigrati. C'è spazio in abbondanza.

E questo significa che Donald Trump non sta realizzando esattamente ciò che ha promesso durante la campagna elettorale. Il 31 agosto 2016, a un raduno a Phoenix , il presidente ha promesso di aumentare i minimi obbligatori.


'Nel mio primo giorno in carica, chiederò anche al Congresso di approvare la 'Kate's Law' - che prende il nome da Kate Steinle - per garantire che i criminali stranieri condannati per rientro illegale affrontino forti condanne minime obbligatorie', ha affermato.

Ciò non è accaduto il primo giorno e non accadrà nemmeno con questo disegno di legge.

Detto questo, per i difensori dei diritti degli immigrati, il disegno di legge non è motivo di celebrazione; insieme a un altro atto legislativo che cerca di tagliare i finanziamenti delle sovvenzioni federali dalle città santuario, il pomeriggio è stato un duro colpo.

Oltre ad aumentare le condanne massime per alcuni trasgressori dell'immigrazione, il disegno di legge potrebbe anche penalizzare le persone che vengono negli Stati Uniti in cerca di asilo, ha spiegato l'esperto di immigrazione Carl Takei dell'American Civil Liberties Union. Secondo la legge attuale, se un richiedente asilo si trasforma in un agente della polizia di frontiera, viene detenuto, vede negata la sua richiesta di asilo e viene allontanato dal paese, tale rimozione non avrà alcun effetto su di lei se successivamente torna negli Stati Uniti e finisce in Tribunale.


Ma secondo la legge di Kate, avere la tua richiesta di asilo respinta conterebbe come una deportazione e potrebbe renderti soggetto a una condanna più rigida se tenti di entrare negli Stati Uniti illegalmente.

Jesselyn McCurdy, consulente legislativo senior presso l'ACLU, ha affermato che questo disegno di legge, rispetto alla versione del 2015, è 'incrementalmente migliore ma non buono'. Ha detto che aumentare le condanne consentite significa che più persone trascorreranno più tempo in prigione.

'Invia un chiaro segnale ai giudici che le sanzioni dovrebbero essere aumentate', ha detto.

Ma il conto avrebbe potuto essere più duro.


'A quanto ho capito, i minimi obbligatori farebbero effettivamente crollare il sistema', ha affermato Frank Sharry, che dirige il gruppo di riforma pro-immigrazione America's Voice. “ci sarebbero così tante persone rinchiuse che non potrebbero trattenerle”.

Non tutti hanno questa visione.

John Malcolm, il vicepresidente dell'Istituto per il governo costituzionale della Heritage Foundation, ha dichiarato a The Daily Beast che spera che il Congresso consideri minimi obbligatori per alcuni reati di immigrazione.

'Le leggi sull'immigrazione della nostra nazione devono essere prese molto sul serio e troppi immigrati illegali non le prendono sul serio a causa della mancanza di applicazione che è esistita in passato', ha affermato.

Un assistente della Commissione Giustizia della Camera, da cui è nato il disegno di legge, ha affermato che i requisiti minimi obbligatori di pena sono stati rimossi per dare ai giudici una maggiore flessibilità.

'Il disegno di legge contiene miglioramenti della condanna piuttosto che minimi obbligatori in modo che il giudice possa prendere una decisione basata sui precedenti penali del criminale deportato, consentendo al giudice di determinare se la pena rafforzata è giustificata', ha detto l'assistente.

Kate's Law andrà al Senato. I repubblicani hanno cercato di approvare la legislazione nel 2015 – quella volta con il requisito minimo obbligatorio di condanna – e un ostruzionismo democratico l'ha ucciso al Senato. Questa volta potrebbe dover affrontare la stessa sorte. Ma gli avversari del disegno di legge affermano di non aver escluso nulla.

Tom Jawetz, vicepresidente della politica sull'immigrazione presso il Center for American Progress, ha dichiarato a The Daily Beast che lui e il suo staff hanno esortato i senatori democratici ad opporsi al disegno di legge.

“Non do nulla per scontato, non lo faccio mai”, ha detto. 'Penso che sarebbe un errore distogliere lo sguardo dalla palla, quindi non presumo mai che non arriveranno a 60'.

Nonostante le modifiche, il disegno di legge rimane un'alta priorità per la leadership repubblicana del Congresso e l'amministrazione Trump. Il 28 giugno, il procuratore generale Jeff Sessions ha scritto un editoriale per Fox News affermando che l'approvazione della legge di Kate e del disegno di legge anti-santuario delle città sarebbe 'un passo importante per la sicurezza pubblica'.

La questione più ampia a cui punta la legislazione è come l'immigrazione e il sistema di giustizia penale siano cresciuti completamente intrecciati. Un portavoce di Right on Crime, una coalizione conservatrice per la riforma della giustizia penale, ha detto a The Daily Beast che il suo gruppo non se la caverebbe con la legge di Kate perché non si concentra sull'immigrazione.

È una posizione che ha suscitato critiche.

'Non credo che si possa parlare di giustizia penale senza parlare di immigrazione quando è la ragione numero uno per un arresto federale negli Stati Uniti e un contributo significativo alla crescita dei prigionieri federali negli ultimi due decenni', ha detto David Bier , esperto di giustizia penale e immigrazione presso l'Istituto libertario Catone. “Quindi è incoerente parlare di riforma della giustizia penale quando si tratta di altri crimini non violenti se quando si tratta di immigrazione si rimane in silenzio”.