The Grim Road Ahead: un futuro che 'I Jetsons' non avevano previsto

Tecnico


The Grim Road Ahead: un futuro che 'I Jetsons' non avevano previsto

Ho incontrato George Jetson e la sua famiglia negli anni '90 attraverso le repliche televisive.

Nelle estati della mia infanzia, ho passato giorni a guardare il canale Boomerang di Cartoon Network, che presentava cartoni animati del passato.I Jetson, un classico che ha fatto il suo debutto nei primi anni '60, immaginava la vita per la famiglia americana intorno all'anno 2062. Mentre le dinamiche della famiglia nucleare sono rimaste le stesse, macchine volanti, cameriere robotiche e infrastrutture che sfidano la gravità sono diventate realtà piuttosto che solo immaginazione.


Siamo a soli 44 anni dall'ambientazione dei Jetson, ma non sono sicuro che siamo sulla buona strada per raggiungere il sogno futuristico di Hanna-Barbera, anche se non è del tutto fuori questione. Indipendentemente da ciò, arrivare a quel futuro è un po' più complicato e potenzialmente pericoloso di quanto suggerisca lo spettacolo.

Può sembrare inverosimile, ma stiamo vivendo in un fiorente mondo futuristico che potrebbe diventare qualcosa di simile aI Jetsonrelativamente presto. Abbiamo così tante innovazioni che già imitano aspetti diI Jetsonmondo, dagli smartphone all'intelligenza artificiale fino alle prime versioni di auto senza pilota . Ma accanto a questi progressi si sono verificati il ​​declino dell'ambiente e, nel bene e nel male, notevoli cambiamenti nella nostra vita quotidiana.

Quando ero bambino i miei centri commerciali locali erano in piena espansione con Sam's Clubs, Toys 'R' Us e i negozi di Kohl. Hanno tutti chiuso i battenti ora e giganteschi edifici vuoti infestano vasti parcheggi. È strano per me vedere questi luoghi familiari diventare reliquie.

L'ascesa dell'e-commerce ha reinventato lo shopping, la cassa a portata di clic. È conveniente, certo, ma abbiamo perso qualcosa di prezioso. Il centro commerciale americano fa parte della nostra identità culturale come diritto di passaggio per gli adolescenti che trovano il loro primo lavoro o escono per la prima volta senza i genitori.


Forse nel grande schema delle cose, questo è un piccolo sacrificio in nome del progresso, qualunque cosa significhi. Ogni generazione vede parti della propria infanzia relegate alla nostalgia dei giorni passati e va bene. I negozi svuotati di Toys 'R' Us non sono un grosso problema, ma aSpecchio nero-società in cui i progressi in aree come i social media alterano le nostre connessioni umane e la distruzione del nostro ecosistema fisico. E i millennial, che sono spesso etichettati come pigri e pigri, dovranno trovare le soluzioni, in particolare su questioni come il cambiamento climatico.

Stiamo già assistendo a cambiamenti relativamente piccoli, ma diventeranno più grandi solo se non apportiamo modifiche. Quando ero un bambino che cresceva nel New Jersey, abbiamo avuto quattro stagioni piuttosto rigide. Ora vedo casuale 80 gradi giorni a febbraio e neve ad aprile quasi regolarmente. Dieci anni fa abbiamo avuto bufere di neve, ora abbiamo cicloni di bombe e vortici polari.

Forse le stagioni sembrano banali, ma hanno un impatto su tante altre cose. Considera le perdite se solo le api si sono estinte —molti dei frutti e delle verdure che amiamo e su cui facciamo affidamento, anche la produzione di caffè ne risentirebbe. Sappiamo come sono i nostri oceani ora con intorno 8 milioni di tonnellate di plastica inquinando le acque ogni anno ed entro il 2050 abbastanza plastica da superare i pesci. Balene, piene di sacchetti di plastica stanno lavando a terra.

In questo momento, la strada per il nostro futuro sembra piùWall-Ee menogettoni. Il film Pixar del 2008 si concentra su un robot incaricato di ripulire l'ormai invivibile Terra nel 2805 e si concentra su tutti i brutti fattori dello sviluppo umano. Gli esseri umani nel film vivono su una nave da crociera in orbita nello spazio perché la Terra è così inquinata da non poter sostenere la vita. Il film non racconta come l'umanità e la Terra siano finite in una situazione così terribile, ma non è difficile capirlo. Forse non ci arriveremo, maWall-Eoffre una sorta di immaginazione realistica di come potrebbe essere il nostro futuro, e questo se potessimo anche creare una nave da crociera spaziale abitabile per sostenere la razza umana. Anche se sono sicuro che Elon Musk sarebbe all'altezza del compito.


Forse non ci arriveremo. Grandi aziende come Adidas e Starbucks si stanno impegnando a ridurre i loro contributi all'inquinamento mentre organizzazioni come Fondo per la difesa dell'ambiente e La tutela della natura continuare a combattere il cambiamento climatico e proteggere le risorse naturali.

È divertente pensare a tutte le cose belle che potremmo avere in futuro, specialmente se finiamo in un tipo di utopia felice comeI Jetson. Ma per arrivarci dobbiamo capire che la vita come la conosciamo cambierà in ogni suo aspetto, e dovremmo considerare cosa significa. Tieniti stretto le cose che non vuoi perdere, che si tratti del tuo centro commerciale locale o della tua umanità, e trova un posto per loro nel tuo futuro.