'I Love Bread': il più grande—e il più controverso—atto di Oprah

Intrattenimento


'I Love Bread': il più grande—e il più controverso—atto di Oprah

C'è qualcosa che sta accadendo in televisione ora che mi sta influenzando visceralmente.

In uno spot che sembra andare in onda una volta ogni 15 minuti su ogni singolo canale televisivo, facendosi strada nell'onnipresenza, Oprah Winfrey fissa la telecamera - anzi, le nostre anime - e parla con enfasi, con passione, con certezza: 'Io. Amare. Pane.'


Questa pubblicità mi parla.

È una pubblicità per Weight Watchers, la società internazionale di perdita di peso di quasi 53 anni che la regina dei media e la santa patrona di essere il tuo miglior sé acquistato una quota del 10 percento lo scorso autunno, oltre a diventare il loro ultimo testimonial di celebrità.

Quelle sue tre bellissime e commoventi parole - 'Amo il pane' - arrivano all'inizio di un discorso in cui Winfrey afferma che, usando il programma, è stata in grado di perdere peso mentre si abbandonava all'amore proibito del dieta ben pubblicizzata no-no-pane!-ogni singolo giorno.

Il fascino dello spot è abbastanza evidente.


Eccoci qui, noi appassionati del pane, dopo aver sopportato un'età in cui i carboidrati devastanti che provocano il nostro girovita sono stati perforati nella fibra del nostro essere. L'importanza delle diete prive di carboidrati e senza glutine aleggia eternamente sulle nostre teste mentre piangiamo sul cestino del pane che ci deride a tavola.

Ed ecco Oprah Winfrey, la nostra confidente più fidata, che ci dice che non solo mangiare pane è OK, ma che, con l'aiuto di Weight Watchers, è riuscita a perdere peso senza sacrificarlo. Gloria a Dio. Gloria a O.

La rivelazione che ha perso 26 libbre usando Weight Watchers senza rinunciare al pane è stata accolta con estasi sui social media. A causa della sua partecipazione nella società, si stima che Winfrey abbia fatto circa $ 20 milioni quando le azioni di Weight Watchers sono salite alle stelle dopo aver twittato lo spot. Beneficiando 'dell'effetto Oprah', l'azienda in lotta da tempo ho visto aumentare i nuovi membri 35 percento mentre le vendite superano le previsioni degli analisti.

Quindi Oprah vince. Weight Watchers vince. Noi, quelli a cui piace mangiare il pane e anche non essere grassi, vinciamo. Ma sai chi vince davvero? Pane!


'È stata una bella spinta, psicologicamente, che wow, qualcuno della statura di Oprah abbia deciso che avrebbero cantato le lodi del pane', Robb MacKie, presidente e CEO della Associazione americana dei panettieri , dice. 'È un bel cambiamento, se si vuole, rispetto all'ambiente con cui abbiamo avuto a che fare negli ultimi anni'.

Quell'ambiente.L'ambiente senza glutine.

È un clima in cui nutrizionisti, medici, dietologi e il tuo insopportabile collega che non sta zitto continuano a sbandierare i benefici per la salute e la perdita di peso dell'eliminazione del glutine dalla dieta, trasformando sostanzialmente pane e altri cereali in minacce strazianti alla società che chiunque acquisti una baguette è complice di favoreggiamento.

Le lobby dell'ABA a Washington, D.C., per gli interessi di coloro che producono pane, panini, cracker, bagel, tortillas e altri pilastri simili nei tuoi sogni più dolci. Tra i problemi che monitora c'è la volatilità nel mercato del pane e la messaggistica sul suo valore nutrizionale.


'Nel corso degli anni abbiamo visto emergere diverse diete a basso contenuto di carboidrati e senza glutine', afferma MacKie. 'Hanno avuto un impatto, il che è un peccato, perché il pane è davvero il portatore di 10 o 12 vitamine e minerali essenziali'.

Questa non è la prima volta che il pane, come sappiamo, è stato minacciato.

Già nel 2003, più di 100 organizzazioni rilevanti, tra cui l'ABA, si sono riunite per quello che è stato dichiarato il ' vertice del pane ', si sono riuniti per affrontare quella che è stata etichettata come una crisi nel settore: il messaggio che il pane fa male veniva propagato da popolari diete a basso contenuto di carboidrati come Atkins, Zone e South Beach e stava avendo un effetto catastrofico sulle vendite.

Il isteria senza glutine di oggi è 'simile ed è diverso', dice MacKie, ammettendo che c'è stata una morbidezza nel mercato a causa di ciò. Avere Oprah Winfrey proclamare al mondo nel contesto di uno spot dietetico che ama il pane è stata, quindi, una manna dal cielo inaspettata.

Ma pane e Oprah sonononin combutta. Nessuno nell'industria del pane sapeva dell'annuncio di Winfrey in anticipo.

C'è stato un picco nelle vendite di pane, dice MacKie, da quando lo spot è andato in onda, ma non riesce a decifrare l'influenza di Winfrey da quella del clima invernale in tutto il paese, che induce gli americani ad accumulare pane e altri generi alimentari come scoiattoli squilibrati. Le prove aneddotiche dei fornai, tuttavia, suggeriscono un notevole cambiamento.

E nessuno dovrebbe davvero aver bisogno di spiegare il potere di un'approvazione di Oprah. Che si tratti del suo club del libro, delle sue cose speciali preferite o di uno sceriffo su Instagram, ha dimostrato un potere dittatoriale sulle nostre abitudini di consumo e di spesa.

L'industria alimentare certamente lo sa, avendo visto l'altra estremità dello spettro: il potere di un diss di Oprah.

Quando Winfrey ha fatto commenti sprezzanti sulla carne bovina nel suo talk show sulla scia dello spavento della mucca pazza, i rappresentanti dell'industria della carne bovina l'hanno citata in giudizio per diffamazione, sostenendo che i suoi commenti hanno contribuito a milioni di dollari in perdite di vendita dopo aver spaventato i suoi fan dal prodotto .

Abbiamo contattato Cactus Feeders, un operatore di foodlot di carne bovina il cui fondatore Paul Engler è stato uno dei principali querelanti nel famigerato caso, per discutere di come Winfrey e le sue sponsorizzazioni possano influenzare tangibilmente l'industria alimentare. La nostra richiesta di commento non è stata restituita. Allora torniamo al pane!

Mentre le vendite di pane sono una cosa, l'effetto maggiore dello spot di Winfrey è un cambiamento nella conversazione sul prodotto e sul suo valore nutritivo, una narrativa che l'industria ha lavorato duramente per controllare 13 anni fa durante il suo vertice.

'Penso che ci sia un'errata percezione che mangiare pane ti faccia ingrassare, quando, se lo guardi dal punto di vista delle calorie, è in realtà un ottimo vettore da un ritorno sull'investimento calorico per la quantità di nutrienti che stai ricevendo', MacKie dice. “Penso che, a torto oa ragione, il pane sia stato mal caratterizzato in questo modo. È un'opportunità che Oprah ha dato per riconsiderarlo e forse dare alle persone il permesso di guardarlo'.

Certo, Dio dà e Dio toglie. Forse il nostro entusiasmo è stato un po' esagerato. C'è di più nel messaggio di Oprah - e nella sua dieta - che il suo sostegno al pane è il telegrafo.

'Non puoi mangiare il pane solo perché lo dice Oprah', dice la dietista Keri Glassman, fondatore della Scuola di Nutrizione . “Nulla è cambiato al pane. Oprah dice solo che lo mangia'.

Glassman non sta sottovalutando le affermazioni di Winfrey. Lontano da esso. Puoi assolutamente incorporare il pane nella dieta, rimanere in salute e, con il controllo delle porzioni e l'esercizio fisico, forse anche perdere peso.

'Ma la maggior parte delle persone, il tipo di pane che stanno mangiando è un pane altamente lavorato e raffinato, come mangiare una ciotola di gelatine', dice. 'E non ti mantiene soddisfatto, come proteine ​​e fibre.'

In altre parole, 'Non è che se lo mangia Oprah qualcosa cambia il pane'. Il pane può far parte di una dieta equilibrata, proprio come lo è sempre stato. Ma può anche essere un fattore scatenante per l'aumento di peso se non gestito correttamente, proprio come è sempre stato.

'Il pane non è cambiato', dice Glassman. 'È altrettanto brutto e fa bene a te come lo era ieri'.

Mentre l'opinione di Glassman è che lo spot di Winfrey dovrebbe essere preso con agrano(eh) di sale, attivisti senza glutine - sì, esistono - e la reazione di altri esperti di salute alla sua approvazione del pane come componente di un piano dietetico vira più verso l'indignazione.

'È pericoloso ed è fuorviante', afferma Dott. William Davis dell'intera campagna Weight Watchers.

Il dottor Davis è un cardiologo e autore delPancia Di Granolibri, che incoraggiano la rimozione del grano dalle diete. Si definisce anche un 'crociatore della salute', in missione non solo per esporre la natura distruttiva dei cereali, ma anche le agenzie e i poteri che stanno distribuendo quelli che chiama consigli pericolosi sul loro consumo.

Potete immaginare, allora, la sua reazione alla persona più potente dei media, che ha una quota di proprietà in un'azienda dimagrante, dando l'impressione che le diete che abbracciano il pane siano ottime.

Il dottor Davis, in un'intervista telefonica, spiega attentamente la scienza dei cereali, la loro struttura chimica e il loro effetto sul tuo corpo, che si riducono a: Attivano il tuo appetito. Non sei mai soddisfatto e quindi hai bisogno di fare uno spuntino e mangiare di più, due cose indiscutibilmente controproducenti per la perdita di peso.

“Quando qualcuno dice: ‘Mangio il pane! Mangio pane ogni giorno e questo fa parte di un programma di perdita di peso di successo', funziona solo se eserciti una forza di volontà monumentale', dice. “Quello che propone, in effetti, è di ingerire uno stimolante dell'appetito e poi combatterlo con la forza di volontà.

'Immagina se ti dicessi: 'Prendi questo farmaco stimolante dell'appetito e poi riduci il suo effetto con la forza di volontà'', continua. 'Avresti un sacco di persone miserabili tra le mani.'

Ciò che sta realmente accadendo, tuttavia, è l'esatto contrario. La gente è estatica! Il loro signore e salvatore Oprah Winfrey ha riportato il pane nelle loro vite, letterale manna dal cielo dopo anni in cui gli è stato detto che il consumo di cereali è un peccato capitale.

'Penso che la prima cosa che faremmo sarebbe dire grazie, ancora una volta, per aver dato un nuovo sguardo al pane come parte di una dieta sana e uno stile di vita sano', dice MacKie, quando gli è stato chiesto cosa direbbe a Oprah se fosse data l'opportunità.

È comunque, continua Glassman, fondamentale che le persone si rendano conto che questo non è un invito a un buffet di pane a volontà. Ma lei comprende l'eccitazione, soprattutto data la reputazione del glutine che è stata, ehm,radicatoin noi.

'Sai cosa penso che sia?' dice Glassman. 'Penso che sia davvero un buon spot.'