Jake Tapper fa appello al legislatore del Texas sulla rigorosa legge sulla restrizione degli elettori dello Stato

Metà


Jake Tapper fa appello al legislatore del Texas sulla rigorosa legge sulla restrizione degli elettori dello Stato

Il presentatore della CNN Jake Tapper ha pressato il rappresentante Michael McCaul (R-TX) domenica per il passaggio del Senato dello Stato del Texas controllato dai repubblicani un'ampia legge sulle restrizioni al voto nelle prime ore di domenica mattina, sottolineando che la legislazione sembra mirare specificamente agli elettori neri.

Come parte dei repubblicani spinta a livello nazionale limitare l'accesso al voto e rivedere le leggi elettorali sulla scia della decisiva sconfitta elettorale di Donald Trump nel 2020, il senato del Texas ha approvato un disegno di legge durante il fine settimana ciò vieterebbe il drive-thru e il voto 24 ore su 24 nello stato. Oltre a limitare il voto per gli assenti e le sedi elettorali, la legislazione vieta anche il voto la domenica prima delle 13:00, essenzialmente vietando le unità di voto nelle chiese nere.


Durante la sua intervista con McCaul su CNN'sStato dell'unione, Tapper ha esaminato il numero di restrizioni che il disegno di legge applicherebbe e ha notato che la legislazione include anche una misura che consente ai giudici federali di cancellare i risultati delle elezioni senza richiedere prove che la frode abbia cambiato il risultato.

'Cosa dici alle persone che guardano cosa sta succedendo con questo tipo di legge e dicono: 'I repubblicani stanno cercando di rendere più difficile il voto perché non possono vincere la battaglia delle idee, alla fine, quindi stanno solo provando rendere più difficile per i neri americani votare Souls to the Polls dicendo che si può votare solo la domenica dopo l'1 pm'? Voglio dire, è così che sembra a milioni di persone', ha dichiarato il presentatore della CNN.

Affermando che 'non aveva ancora avuto la possibilità di guardare' il disegno di legge completato perché era appena stato approvato, McCaul ha affermato che c'erano un 'paio di elementi fondamentali' su cui la maggior parte delle persone poteva essere d'accordo, come i requisiti dell'ID elettore e la verifica della firma . Ha anche insistito sul fatto che gli americani hanno 'perso la fiducia nelle nostre elezioni' e, pertanto, era necessario 'prendere misure per eliminare le frodi dal sistema o anche potenziali frodi'.

Notando che il Texas 'ha avuto elezioni di grande successo e molto pulite' e che i repubblicani hanno fatto molto bene in tutto lo stato, Tapper si è chiesto ad alta voce perché il governo repubblicano spingesse a revocare l'accesso al voto, soprattutto perché ci sono pochissimi casi reali di frode elettorale.


'IlHouston Chronicleriferisce che in Texas c'erano solo 43 accuse di frode elettorale in sospeso. Giusto per ripeterlo per i nostri telespettatori, non per 43.000. Non 4.300. 43. E solo uno, uno, è delle elezioni del 2020', ilStato dell'unioneesclamò l'ospite.

'Ancora una volta, non sono d'accordo con quello che stai dicendo sui sondaggi e sul popolo americano che sostiene che non ci siano frodi, ma questo è oltre', ha aggiunto Tapper. 'Questo è - voglio dire, perché i legislatori, non tu, perché quei legislatori dovrebbero rendere più facile per un giudice respingere un'elezione senza nemmeno, senza che nessuno debba dimostrare che c'è frode?'

Pur riconoscendo che circa 70 casi pro-Trump relativi a brogli elettorali sono stati anche archiviati fuori dal tribunale dopo le elezioni, McCaul ha affermato di ritenere che l''intento' di questi progetti di legge repubblicana sia quello di 'ripristinare la fiducia' nelle elezioni future e garantire che non ci siano frodi. .

'Hai fatto una buona osservazione, e io sono un procuratore federale e in un tribunale, questo non è stato davvero sopportato', ha continuato il legislatore conservatore. 'Questo potrebbe essere più un problema di ottica, ripristinare la fiducia con il popolo americano, e nel mio stato, crediamo davvero che ci sia stata un'enorme frode'.


Tapper avrebbe anche preso McCaul al compito per votare contro l'istituzione di una commissione indipendente per indagare sull'insurrezione del Campidoglio del 6 gennaio. Dicendo al deputato del Texas che era 'sorpreso di leggere' che non supportava il disegno di legge, Tapper ha sollevato il precedente sostegno di McCaul per molteplici indagini del Congresso su Bengasi.

'Allora ero d'accordo con te, ma mi chiedo perché non provi la stessa sensazione qui riguardo a questa commissione', ha chiesto Tapper a McCaul.

“Lo vedo non come una panoramica della politica come ha fatto la Commissione sull'11 settembre. È un'indagine penale', ha affermato il legislatore, che sembra leggere punti di discussione prescritti. “Un procedimento penale. A mio giudizio, ciò rientra propriamente nelle competenze del Dipartimento di Giustizia, dove ho lavorato per molti anni, piuttosto che in una commissione nominata politicamente”.