Il giudice respinge il tentativo di Bannon di spingere il disprezzo dell'udienza del Congresso nel nuovo anno

Politica


Il giudice respinge il tentativo di Bannon di spingere il disprezzo dell'udienza del Congresso nel nuovo anno

Il giudice federale nominato da Trump Carl Nichols ha respinto la richiesta dell'ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon di rinviare la sua prossima apparizione in tribunale per oltraggio alle accuse del Congresso fino a gennaio, anche se ha anche rifiutato la richiesta dell'accusa di fissare le date per un processo. Bannon ha telefonato nella sua apparizione nell'aula del tribunale di D.C. di Nichols giovedì, un giorno dopo che... dichiarato non colpevole alle accuse che ha illegalmente rifiutato di collaborare con il comitato della Camera che indaga sulla rivolta del Campidoglio del 6 gennaio. Il suo avvocato, M. Evan Corcoran, ha sostenuto che la corte dovrebbe rendere pubblica una vasta gamma di documenti non specificati che ha affermato di aver parlato con 'l'autorità' del comitato.

Citando la necessità di raccogliere questi documenti, la pandemia di COVID-19, l'arretrato dei procedimenti giudiziari relativi al 6 gennaio e la causa civile intentata dall'ex presidente Donald Trump contro il presidente della commissione del 6 gennaio, Rep. Bennie Thompson (D-MS), Corcoran ha sostenuto che la corte dovrebbe dare il via alla prossima apparizione in tribunale all'inizio del 2022. Il team del Dipartimento di Giustizia ha sostenuto che l'ampia scoperta che il team di Bannon ha cercato sarebbe 'una perdita di tempo per tutti'. Nichols non si è schierato con nessuno dei due e ha fissato un'udienza per il 7 dicembre.


Bannon è stato incriminato la scorsa settimana per aver ignorato un mandato di comparizione del comitato del 6 gennaio. Come molti ex aiutanti di Trump hanno cercato di mettere in discussione il loro ruolo negli eventi che hanno portato al sanguinoso attacco al Congresso, la mente del MAGA ha indicato le pretese di privilegio esecutivo dell'ex presidente.