Less is Moo: il genio di Gary Larson

Blog


Less is Moo: il genio di Gary Larson

Prima di iniziare l'argomento di questa settimana, una breve parola sull'ultimo. Non mi è sfuggito che certi commentatori di questa parrocchia si sono opposti al mio generalizzazioni vaste e ingiuste sull'ignoranza americana diMonty Pitone. Alle innumerevoli persone che indignate mi hanno scritto per informarmi che HANNO visto lo show televisivo e lo sanno TOTALMENTELa vita di Brian, insieme ad altre obiezioni simili, vorrei offrire delle scuse complete e sincere: mi dispiace di aver rovinato una rubrica sulla commedia cercando di essere divertente. Non so cosa mi sia preso. Ho pensato stupidamente che sarebbe stato ovvio che ero selvaggiamente capriccioso per l'effetto comico, ma perbacco, ho sicuramente visto l'errore dei miei modi ora. Nient'altro che austera gravità presbiteriana d'ora in poi.

Tua madre saluta, comunque. Mamme, intendo. Tutte le tue mamme.


Comunque, ora qualcosa di completamente diverso. Nei miei primi due saggi, ho guardato due commedie dal vivo dal mio lato dello stagno. Questa settimana rivolgo la mia attenzione a un fumetto a pannello singolo che, per chi scrive, è tipicamente americano: il fumetto di Gary LarsonIl lato lontano.

Questa creazione singolare, ora un pilastro delle industrie del calendario da tavolo, delle tazze e dei biglietti di auguri, è andata avanti dal 1980 al 1995. Questo è di per sé un segno promettente: la disciplina e la sicurezza di sé per smettere in anticipo sono purtroppo rare in qualsiasi campo creativo. Quanto più dolce sarebbe l'eredità dei Rolling Stones se la band, che ormai non somiglia più a un branco di scroti ambulanti, non insistesse nell'infliggersi al pubblico moderno quarant'anni dopo il fatto? Un altro esempio pertinente è il triste declino e declino diI Simpson(a cui potrei tornare in una voce futura).

Questa sembra una buona scusa per ricordare a noi stessi l'incontro di Homer Simpson con unParte lontanacalendario:

Un affidabile sostituto come sempre per i mediocri determinati tra noi, Homer articola qui la reazione di molti lettori occasionali.Il lato lontanoè una di quelle opere d'arte che ti chiede di incontrarlo a metà allentando leggermente la presa sulla realtà mondana. come conpadre Ted'S sacerdozio dell'universo parallelo , gran parte del suo fascino risiede nella creazione di nuovi mondi immaginari coraggiosi; a differenza diTed(o qualsiasi altra sitcom), raggiunge questo obiettivo in un unico frame di cartone animato. Inoltre, ogni volta è un mondo leggermente diverso.


Prendi il fumetto sopra, per esempio. La battuta centrale è abbastanza semplice: l'avvocato dei cani non può prendersi una pausa. Ma invita anche, irresistibilmente, a ulteriori speculazioni. Come ha fatto un imputato canino a essere processato da una giuria composta da soli gatti? Stiamo osservando una sorta di discriminazione formale: un sistema di Jim Claw? Anche i cani di questo mondo devono bere da ciotole d'acqua separate? O potrebbe essere solo un caso di sfortuna cosmica? Piccoli tocchi nel disegno di Larson (altrimenti ammirevolmente senza fronzoli) conferiscono ricchezza alla scena: l'espressione sinceramente idiota (e inconfondibilmente pecorina - come mi ha detto una volta il nostro ospite Mr Frum, Gary Larson OTTIENE davvero i cani) sul viso dell'imputato, il che implica una salita lotta da parte dell'avvocato; la pietosa mancanza di simpatia da parte del giudice felino... Un piccolo dramma in cui puoi perderti per minuti alla volta, almeno se sei come me (spero per il tuo bene che non sia così).

Allegato B:

Potresti già individuare un tema, ovvero la passione di Larson per alcune specie animali.Il lato opposto'Il mondo di s appartiene a cani, elefanti, galline, mucche – soprattutto mucche – e molti altri; gli umani ci vivono e basta. Il fumetto di cui sopra è uno in cui mi sono imbattuto solo relativamente di recente, ma faccio fatica a immaginare come ho vissuto senza di esso. Il pollo della depressione è un mio vecchio amico ( Vedere qui ). Anche 'Chicken' è giusto; un uccello più dignitoso o elegante non sarebbe altrettanto appropriato. Come per la giuria composta da tutti i gatti, questo disegno implica una realtà più ampia, questa volta in cui ogni emozione avrà il suo assistente, forse incluso il passero del cauto ottimismo, il pavone dell'ambivalenza o anche il temuto airone dell'eccitazione.

Questo l'ho dovuto includere, perché non sarebbe stato un saggio di Gary Larson senza un fumetto di mucca (né, cosa più egoistica, il mio titolo avrebbe funzionato). Ancora una volta, una foto racconta tutta una storia, questa volta una piccola tragedia domestica: questi poveri bovino-americani hanno lavorato duramente per una casa tutta loro e hanno pagato coscienziosamente la bolletta del telefono, solo per essere vanificati all'ultimo ostacolo. Ora sono condannati al tormento di una vita, ricordati della loro avventatezza ogni volta che qualcuno cerca di chiamare. Tuttavia, sottolineo questo fumetto per una ragione leggermente diversa: il genio qui non deriva solo dalla singola immagine che implica una realtà molto più ampia, ma dall'immagine GIUSTA. In effetti, questo potrebbe essere il vero regalo comico di Larson: l'economia.


Cosa voglio dire? Bene, diamo un'occhiata di nuovo a Mr e Mrs Cow a casa. Ci sono molti modi in cui la stessa battuta può essere trasmessa. Il disegno potrebbe mostrare uno di loro che cerca a casaccio di sollevare il ricevitore con gli zoccoli, o il punto di vista di chi li chiama, o anche il telefono che giace a pezzi sul pavimento dopo l'ennesimo tentativo fallito. Puoi pensare a te stesso. Qualcuno di loro sarebbe altrettanto divertente? Suggerisco di no, perché Larson ha individuato con successo il punto in questa narrazione in cui il massimo può essere trasmesso con il minimo. Ecco le informazioni trasmesse in quell'unico frame:

• Il signore e la signora mucca stanno trascorrendo una serata rilassante, seduti davanti alla TV;• La suddetta serata viene bruscamente interrotta – ma non per la prima volta, come indicato da “ci si riparte” e dalle espressioni di reciproca rassegnazione delle mucche , ma...• ...guarda ancora Mr Cow – c'è ancora un barlume di speranza lì, come se avesse mezzo dimenticato la terribile verità. Forse le cose potrebbero essere diverse questa volta?• Ma no. Non potrebbe. Mrs Cow è lì per riportarlo con i piedi per terra, il che a sua volta...• ...ci dà un senso delle dinamiche interne del matrimonio Cow: lui il partner volubile e romantico, lei il muso duro (-muso ?) realista.

Questo non è un fumetto, è una commedia di Beckett con animali da cortile.

Questa tendenza è ancora meglio espressa nel seguente fumetto, forse il più famoso di Larson:


InIl lato lontanoAi tempi d'oro, questa immagine è diventata onnipresente quasi quanto il poster 'Keep Calm and Carry On' ormai a livello di pandemia, tazze addobbate, magliette, biglietti d'auguri e chissà cos'altro. Molto spesso, il lavoro di successo di un artista prolifico è poco rappresentativo del loro meglio - mi viene in mente 'Let's Dance' di David Bowie - ma questo non si può dire di 'Midvale School for the Gifted', in cui Larson affina il suo dono per dire di più con meno a un buon punto. Qui, la verità più grande che viene riassunta è di natura quasi cosmica: che l'universo è un luogo fondamentalmente capriccioso e ingiusto.

Meno sappiamo della storia di questo sfortunato ragazzo, meglio è, perché la nostra immaginazione può riempire il resto. È davvero dotato in ogni area tranne che nella navigazione del portale, mantenendolo così per sempre dal suo pieno potenziale? È davvero un ignorante a cui è stato concesso erroneamente l'ammissione prima degli studenti meritevoli perché i suoi genitori conoscono le persone giuste? Sta solo passando una brutta giornata? Non lo sapremo mai. Concentrandosi sul momento cruciale, Larson lascia aperte tutte queste opzioni, il che a sua volta coinvolge la nostra empatia. Perché chi non ha avuto almeno un momento di “spingere la porta”?* Universale come qualsiasi sonetto di Shakespeare.

In effetti, anche se prima ho fatto riferimento a Beckett, la poesia potrebbe essere l'analogia letteraria migliore. Samuel Taylor Coleridge, tra le abbuffate di oppio, una volta distingueva la poesia dalla prosa osservando che la prima comprende 'le migliori parole nel loro miglior ordine'. Il successo di Gary Larson in The Far Side è di aver tirato fuori più o meno la stessa cosa in un mezzo più umile: la migliore barzelletta raccontata con la migliore immagine.

In conclusione, vorrei concludere con il mio ormai consueto ammonimento a non credermi sulla parola. Ancor più delle precedenti due voci di questa serie, non ci sono scuse per non avere un po' di Larson nella tua vita. Ci sono innumerevoli collezioni di seconda mano disponibili su eBay e Amazon a una frazione del loro prezzo originale, per non parlare della potenziale taglia dei negozi dell'usato e delle svendite. Prendi una mezza dozzina e lasciali in giro per casa per riempire il minuto dispari. Con questo metodo e altri, il pollo della depressione può essere tenuto a bada.

*Il mio (o uno dei tanti) è arrivato quando avevo diciassette anni: andavo a scuola con scarpe strane. Sono scarpe, non calzini. Nemmeno scarpe simili; una stringata in pelle nera e una sneaker bianca. La parte migliore? Non me ne sono accorto fino a quando qualcun altro non me l'ha fatto notare, dopo che avevo seguito diverse lezioni. Ho un QI di 133.