Lascia che Brie Larson ti introduca al mondo dei funghi magici in questo documentario accattivante

Intrattenimento


Lascia che Brie Larson ti introduca al mondo dei funghi magici in questo documentario accattivante

Funghi fantastici , il nuovo documentario sulla natura accattivante e rivelatore di Moving Art, sostiene che l'essenza stessa del mondo, dell'umanità, della vita e della morte, può essere ridotta a funghi.

“C'è una sensazione, il battito della conoscenza eterna. Quando senti l'unità, sei con noi', racconta l'attrice vincitrice dell'Oscar Brie Larson , mentre gli scatti della Terra vista dallo spazio si ingrandiscono in ampi primi piani di cascate e muschio. “Abbiamo portato la vita sulla Terra. Non puoi vederci, ma fioriamo intorno a te, ovunque, in ogni cosa e anche dentro di te. Una pausa incinta. 'Che tu ci creda o no.' Durante un crescendo musicale, Larson accelera la consegna delle sue linee, costruendo la grande rivelazione: 'Noi siamo creazione, siamo resurrezione, condanna e rigenerazione. Siamo funghi'.


Il film di 74 minuti lavora per dimostrare agli spettatori che i funghi e i funghi sotto i nostri piedi sono all'altezza di queste promesse nell'introduzione drammatica (ea volte apparentemente iperbolica). Attraverso interviste con esperti e primi piani mozzafiato che offrono una prospettiva totalmente nuova dei più piccoli e trascurati abitanti del sottobosco,Funghi fantasticiillustra la connessione fondamentale tra l'uomo e il micelio.

I produttori hanno intervistato il famoso micologo Paul Stamets, che è piuttosto la celebrità nel mondo dei funghi magici per il suo popolare TED Talk intitolato '6 modi in cui i funghi possono salvare il mondo'. Hanno anche parlato con Michael Pollan, autore diIl dilemma dell'onnivoro, la naturalista alimentare Eugenia Bone e il medico e sostenitore della medicina alternativa Andrew Weil, tra gli altri.

I funghi, sostiene il film, sono uno strumento essenziale per nutrirci e nutrirci, con il potenziale per promuovere soluzioni sia terapeutiche che fisiche a una varietà di problemi di salute. Medici e partecipanti agli studi sulla psilocibina attestano i profondi effetti positivi di singole dosi di funghi sulla salute mentale. Mentre il fungo è spesso associato alla morte e alla decomposizione, anche, in modo cruciale, 'genera terreno che dà vita'.

Il regista, Louie Schwartzberg, usa effetti time lapse per 'rendere visibile l'invisibile', catturando incantevoli spettacoli visivi da funghi che crescono in funghi velenosi direttamente dalle pagine di un libro di fiabe, al processo di decomposizione grottescamente affascinante di un cadavere di topo. Queste riprese time-lapse sono alcuni dei momenti più avvincenti del film, fornendo una visione a livello degli occhi dei processi che raramente riusciamo a vedere da soli.


Immagini di neve cristallina che si scioglie per scoprire pigne e funghi bianchi screziati di rugiada che spuntano dal terreno, rivelando i loro ventri scanalati, non sembrerebbero fuori luogo in un film fantasy. È durante queste sequenze che i minuscoli soggetti incarnano in modo più credibile la potenza e la meraviglia con cui sono descritti in apertura.

Il documentario è ricco di fatti affascinanti del tipo che si potrebbe utilizzare per impressionare gli ospiti a una cena. Secondo la professoressa di ecologia Suzanne Simard, le piante, ad esempio, possono riconoscere i propri simili nel modo in cui gli umani formano attaccamenti ai membri della famiglia. Gli alberi si scambiano i nutrienti tra loro usando il micelio come percorso e, attraverso queste reti, gli alberi 'madri' sono in grado di identificare e comunicare con le loro piantine.

'Non puoi vederci, ma fioriamo intorno a te, ovunque, in ogni cosa e anche dentro di te.'

Mentre molto diFunghi fantasticiè dedicato alla crescente poesia sui benefici per la salute di vari tipi di funghi, non sarebbe un documentario sui funghi senza coprire le esperienze psichedeliche. Come introduzione all'argomento, Schwartzberg presenta una rappresentazione animata leggermente disorientante di primi ominidi pelosi e non verbali riuniti attorno a un fuoco, inciampando su funghi psilocibina. Stamets—indossando un cappello da baseball blu con sopra un fungo come si mostra fedeltà a una squadra sportiva preferita—quindi divulga la sua prima esperienza con i funghi magici.

'Quando ero in Ohio, in realtà ho acquistato un sacchetto di funghi magici', spiega, 'ma non avevo una guida, non avevo consigli su quanto consumare. Quindi, avevo una busta così grande, quindi ho pensato: 'Beh, questa è probabilmente una dose', quindi ho consumato la busta. Ora, per quelli di voi che non lo sanno, questo è tipo dieci volte di più di quanto probabilmente avrete bisogno di consumare'. Un ottimo inizio, Paolo! Quello che avrebbe potuto facilmente essere un brutto viaggio, tuttavia, si è rivelato un'esperienza che ha cambiato la vita per i giovani Stamets.


'C'era un bellissimo albero grande, grande, una quercia', continua, 'e poi ho notato nuvole nere all'orizzonte, e mi sono reso conto che stava arrivando una tempesta e ho pensato: 'Questo è fantastico. Avrò questa fantastica visuale di una tempesta in arrivo' e ho pensato: 'Sto andando in cima all'albero.'” Finora, l'adolescente Paul sta ancora dimostrando la logica A+.

Mentre descriveva un temporale di proporzioni bibliche, che stava osservando dalla cima di un albero, ero sicuro che questa storia non avrebbe avuto un lieto fine. Ma invece di concentrarsi sulla sua paura, Stamets ha scelto di incanalare la sua energia per superare il suo imbarazzante problema di balbuzie. 'E così, ho pensato: 'Devo smettere di balbettare'', spiega. “Mi sono detto: 'Smettila di balbettare. Smettila di balbettare ora.'” Il giorno dopo, quando una ragazza carina per cui aveva una cotta lo salutò, Stamets fu in grado di dare una risposta ferma e senza balbettii per la prima volta nella sua vita. Funghi magici, appunto.