Malibu reprime le strutture di riabilitazione di lusso

Blog


Malibu reprime le strutture di riabilitazione di lusso

Con le sue spiagge sabbiose e le viste panoramiche, Malibu è stata a lungo una mecca per i centri di riabilitazione di lusso che si rivolgono a persone estremamente ricche.

Britney Spears, Ben Affleck, Charlie Sheen e Lindsay Lohan sono tra le star che hanno cercato di liberarsi delle loro varie abitudini in una delle strutture lussuose del sobborgo di Los Angeles, spesso pagando fino a $ 30.000 al mese per accessori di lusso come cucina raffinata, agopuntura, yoga e terapia equestre.


Ma i residenti di Malibu e i funzionari della città affermano che i centri di riabilitazione sono più un flagello che un rimedio, infrangendo le leggi locali con poca supervisione da parte dello stato, il tutto con il pretesto di fare mazzette di denaro attirando clienti più facoltosi. E stanno avviando una campagna per riprendersi la loro tranquilla oasi. Niente più paparazzi, dicono. Niente più ingorghi nelle strade senza uscita. Niente più pazienti fuggiti che vagano per le strade.

'Alcuni di loro credono di non dover fondersi nel quartiere, e invece il quartiere dovrebbe fondersi con loro', ha detto il sindaco di Malibu Joan House. 'Sono dei cowboy robusti e fanno quello che vogliono, e questo è inaccettabile'.

House e altri funzionari locali affermano che alcuni dei locali più eleganti hanno iniziato a espandere le loro attività acquistando case adiacenti e vicine, cambiando la natura dei quartieri incontaminati e appartati.

'Sono diventate grandi aziende e sono coinvolti molti soldi', ha affermato il procuratore della città di Malibu Christi Hogin. “Stiamo esaminando strutture che competono tra loro per cibo migliore, palestre più grandi e più servizi. Stanno comprando così tante proprietà che stanno diventando un campus e controllano il quartiere”.


A maggio, la città ha accusato Passages Malibu, fondata nel 2001 dall'ex promotore immobiliare Chris Prentiss, il cui figlio e co-direttore Pax ha combattuto una dipendenza da eroina di 10 anni. Hanno accusato Passages, che gestisce otto centri di riabilitazione da cinque a sei letti a Malibu e ha ospitato artisti del calibro di Mel Gibson e il designer Marc Jacobs, di aver attaccato indirizzi falsi a pool house e pensioni per ottenere ulteriori strutture autorizzate.

'Stavano inviando richieste allo stato per le licenze per residenze unifamiliari sugli indirizzi che hanno inventato', afferma Hogin. “Solo la città può rilasciare indirizzi. È fraudolento. Si tratta di una violazione delle leggi comunali, che vietano più di una residenza unifamiliare per lotto. Ma ci sono un sacco di soldi che passano di mano e questo crea molta motivazione'.

Passages Malibu, che fornisce accessori come un laghetto per la meditazione con carpe koi, una sala massaggi e l'ipnoterapia, non ha risposto alla richiesta di commento.

Gran parte della battaglia sembra discendere dai residenti di Malibu che sperano di preservare un certo stile di vita. Nell'ultimo anno, i funzionari della città affermano di aver ricevuto numerose denunce di disturbo e di sicurezza pubblica, nonché problemi relativi a fosse settiche sovraccariche, automobili che attraversano i quartieri, costruzioni illegali, auto che intasano le strade e occasionali pazienti in riabilitazione che vagano storditi. giù per una strada.


'Davanti a casa nostra abbiamo 35 auto che vanno su e giù per la strada ad ogni cambio di turno', ha detto Ken Kearsley, un ex sindaco di Malibu. “In un parcheggio ci sono 27 auto. Quello che hanno fatto è prendere un piccolo quartiere con strade senza uscita e trasformarlo in un quartiere medico. È come vivere a Times Square».

Kearsley, che vive nel quartiere da 52 anni, afferma di aver cercato di sostenere la causa con i legislatori statali, ma senza successo. Una causa sarebbe costosa e prosciugherebbe i suoi risparmi. 'La maggior parte delle persone pensa che tutti a Malibu siano ricchi', ha detto. “Sono un ex insegnante di scuola. Ci sono persone a Malibu che non sono milionarie e non possono permettersi di combatterle'.

Il consigliere comunale di Malibu, Lou La Monte, afferma che i centri di riabilitazione hanno iniziato a spostarsi nel quartiere 25 anni fa. 'Ogni celebrità che hai visto nell'ultima pagina di un giornale era qui', ha detto. “C'erano SUV neri e paparazzi ovunque. Entrano e si impadroniscono del quartiere».

Ora, dice, la situazione si è amplificata. 'Malibu ha una riabilitazione ogni 800 persone'. La riabilitazione è regolata dallo stato, quindi alla città rimane poco controllo, afferma La Monte. 'È tutto basato sul livello statale e stiamo attraversando un momento difficile per far sì che lo stato sia reattivo'.


La legge dello stato della California consente alle strutture residenziali per il trattamento di alcol e droga che servono sei o meno persone di essere trattate come residenze unifamiliari. Le città possono applicare ordinanze urbanistiche a queste strutture purché le restrizioni siano le stesse applicate alle residenze unifamiliari.

Per Rey Cano, un perito residenziale, il problema riguarda più la sicurezza pubblica. Tre mesi fa, Cano dice di essere tornato a casa e di scoprire un uomo nudo disorientato sulla trentina che vagava per la sua strada. 'Gli ho dato una coperta per coprirlo', ha detto. “Aveva più lacerazioni e c'era sangue secco ovunque. Gli stavo facendo alcune domande e alla fine ha detto che aveva bisogno di aiuto'.

Cano ha detto di aver chiamato la polizia e hanno riportato l'uomo al suo centro di riabilitazione. Dopo l'incontro, Cano afferma di aver presentato una denuncia formale allo stato, ma finora ha ricevuto solo una risposta via e-mail da un assistente sociale.

'Non l'hanno ancora risolto', ha detto. Cano dice di essere solo grato che l'incidente sia avvenuto durante il giorno in cui sua figlia di 13 anni era a scuola. 'Voglio più responsabilità soprattutto a causa di mia figlia di 13 anni', ha detto.

A maggio, il procuratore della città ha inviato una lettera al Department of Alcohol and Drug Programs (ADP), l'agenzia statale responsabile della sorveglianza delle case di riabilitazione da droga e alcol, chiedendo loro di revocare tre delle licenze di Passage che erano state concesse a una pool house e due pensioni perché 'ottenute attraverso false dichiarazioni'.

'Applicando indirizzi impropri a queste strutture, Passages sta tentando di affittare o utilizzare in altro modo queste strutture come abitazioni separate', secondo la lettera. 'Questo intento è ulteriormente enfatizzato dall'errata interpretazione di Passages all'ADP secondo cui queste strutture sono residenze appropriate per la concessione di licenze'. Passages Malibu ha ulteriormente violato la legge utilizzando una delle pensioni come studio medico, secondo la lettera. (Lo stato vieta i servizi medici in loco).

Il procuratore della città ha affermato di aver portato per la prima volta all'attenzione dell'ADP il problema dell'indirizzo falso nel 2007, e da allora Passages 'ha ripetuto questo schema con altre due proprietà', secondo la lettera di maggio.

Nel 2008, il dipartimento di stato ha inviato una lettera a Passages Malibu informandolo di aver violato le leggi statali e locali e lo stato si stava preparando a chiedere la revoca di due degli indirizzi delle pensioni.

'Anche la falsa dichiarazione di qualsiasi fatto materiale nell'ottenere una licenza per l'alcolismo o il recupero dall'abuso di droghe o la struttura di trattamento è motivo per la revoca di qualsiasi licenza ai sensi delle disposizioni dei codici di salute e sicurezza', si legge.

In una lettera di follow-up allo stato, Passages Malibu ha negato tali violazioni, affermando che le due pensioni erano regolarmente autorizzate dallo stato e dalla città.

'Anche se ce n'è un numero superiore alla media in alcune città costiere benestanti, c'è ancora una carenza generale di loro nello stato', ha scritto il co-fondatore di Passages Chris Prentiss. 'Credo che gran parte del fervore diminuirebbe se l'ADP prendesse una posizione ferma per proteggere queste strutture e rendesse nota la sua intenzione di rispettare la legislazione attuale piuttosto che simpatizzare con le poche comunità che sentono di averne troppe'.

Nel maggio 2008, l'ADP ha chiesto alla città di Malibu una risposta alle affermazioni di Passage. Ha risposto il mese successivo e i funzionari della città affermano di aver aspettato anni per una 'determinazione finale'.

'Probabilmente è l'inizio di una lunga battaglia', afferma La Monte. “Lo stato non ci ha aiutato prima, quindi glielo chiediamo di nuovo. Non credo che aspetteremo altri cinque anni'.

La portavoce dell'ADP Carol Sloan afferma che il dipartimento 'sta attualmente esaminando se ci sono violazioni della licenza [a Passages]'.

Nel frattempo, La Monte afferma che la città sta attualmente esaminando più da vicino tutte le strutture di riabilitazione a Malibu. 'Stiamo indagando in questo momento', dice. 'Ci riprenderemo la nostra città'.