MartinLutherKing.Org è di proprietà di neonazisti

Tecnico


MartinLutherKing.Org è di proprietà di neonazisti

Nella settimana prima del Martin Luther King Jr. Day, MartinLutherKing.org , un sito web gestito dal sito neonazista Stormfront che definisce King un 'deviato sessuale' con una 'lussuria incontrollabile e propensione alla violenza', è stato uno dei risultati migliori per le ricerche di 'Martin Luther King' su Google.

Il posizionamento del sito nella prima pagina dei risultati per il nome di King costringe a risultati con contenuti veritieri o documenti storici dalla prima pagina a favore della propaganda razzista sui 'bambini bianchi' e sulle teorie della cospirazione. Il primo riferimento al discorso di King 'I Have A Dream', ad esempio, appare nella seconda pagina.


The Daily Beast è stato in grado di replicare il risultato della prima pagina su Google da diversi computer, disconnesso dagli account, in modalità di navigazione in incognito e durante l'utilizzo di una VPN. Il sito spesso si classificava in alto come il quarto risultato di ricerca.

Un portavoce di Google ha indicato a The Daily Beast un post sul blog su 'contenuti offensivi o chiaramente fuorvianti' che emergono in alto, dicendo 'che non è quello che le persone stanno cercando' e 'per aiutare a prevenire la diffusione di tali contenuti per questo sottoinsieme di query, abbiamo migliorato i nostri metodi di valutazione e apportato aggiornamenti algoritmici per far emergere contenuti più autorevoli.'

Il portavoce ha detto che ha un task force interna chiamata Project Owl lavorando per evitare che i siti spacciano questo tipo di disinformazione dal gioco del sistema.

'Il nostro obiettivo è fornire alle persone l'accesso a informazioni pertinenti dalle fonti più affidabili disponibili, non a contenuti palesemente fuorvianti, di bassa qualità o offensivi', ha affermato il portavoce di Google. 'Apportiamo regolarmente miglioramenti per garantire che i siti di alta qualità raggiungano il vertice e speriamo di continuare a migliorare nel tempo'.


Stormfront è un sito Web suprematista bianco creato da Don Black, un ex leader del Ku Klux Klan condannato a tre anni di prigione nel 1980 per aver tentato di rovesciare il governo dell'isola di Dominica.

Anders Breivik, un suprematista bianco norvegese che ha ucciso 77 persone in un attacco terroristico del 2011, era un utente frequente di Stormfront.

Black di Stormfront ha acquistato il dominio MartinLutherKing.org nel 2001, secondo una ricerca nei documenti condotta da The Daily Beast utilizzando lo strumento di ricerca dei nomi di dominio Strumenti di dominio . Il gruppo neonazista lo possiede da allora e non ha nascosto la sua proprietà.

Il sito dice che è 'Ospitato da Stormfront' sulla sua prima pagina e consiglia agli utenti di 'Unisciti al forum di discussione MLK', che si collega a un forum di Stormfront chiamato 'La verità su Martin Luther King'.


Sebbene il sito sia rudimentale, è chiaramente progettato per attrarre i bambini in cerca di risposte per compiti e relazioni sui libri. Le informazioni infiammatorie non sono presentate in modo prominente sulla sua homepage.

“Date vita al sogno nella vostra città!” recita la prima pagina. 'Scarica i volantini da svenire nella tua scuola.'

Quei volantini si riferiscono a King come a un 'comunista', 'picchiatore di donne' e 'deviato sessuale' e affermano che è 'tempo per i bianchi americani di abrogare la festa del re'.

'D: Quale festività onora un donnaiolo, un ubriacone, un bugiardo, un plagiatore e un imbroglione?' si legge un altro volantino. 'Martin Luther King, Jr. Day.'


La homepage del sito si collega anche a una 'Libreria dei diritti civili', che promuove pagine come 'Rosa Parks: The Real Story'. Quella voce afferma che il Rosa Parks Museum è 'deliberatamente progettato per instillare sentimenti di colpa e odio per se stessi nei bambini bianchi'.

Una sezione intitolata 'Ebrei e diritti civili' è scritta dal suprematista bianco David Duke, che ha corso e perso una candidatura per un seggio al Senato in Louisiana. 'Gli assistenti ebrei di King e i loro alleati nei media sono stati risoluti nel loro ritratto elogiativo di King', ha scritto Duke.

Il King Center di Atlanta, un'organizzazione no-profit creata dalla moglie di King Jr. Coretta Scott King nell'anno successivo al suo assassinio, a volte può apparire dopo il sito King di Stormfront, che è pieno di falsità.

Carmen Luisa Coya-van Duijn, portavoce del King Center, ha dichiarato a The Daily Beast che il sito è un problema noto.

'Conosciamo questa organizzazione e questo sito da anni e non c'è nulla di legalmente che sappiamo di poter fare', ha affermato Coya-van Duijn.

Google è a conoscenza del problema almeno dal mese scorso. Il collegamento pubblico di Google per la ricerca Danny Sullivan ha risposto a un thread su Twitter su MartinLutherKing.org il 18 dicembre.

“Ecco un problema. Sfortunatamente, biblioteche e altri luoghi autorevoli si collegano al sito, spesso come parte di tutorial che mettono in guardia contro siti del genere', ha affermato Sullivan. “A loro volta, trasmettono inavvertitamente l'autorità al sito. Stiamo esplorando di più il problema, ma rende questo sito impegnativo'.