La star di 'Matilda' Mara Wilson recensisce 'Matilda il musical'

Intrattenimento


La star di 'Matilda' Mara Wilson recensisce 'Matilda il musical'

All'età di 6 anni, Mara Wilson ha ottenuto il ruolo di una vita come Matilda, l'audace eroina del romanzo di Roald Dahl che è stato adattato in un film popolare nel 1996. Anche se Wilson era molto giovane, ricorda ancora il suo tempo come Matilda, che usa i suoi poteri (e il suo cervello!) Per sconfiggere la spregevole direttrice della scuola, la malvagia signora Trunchbull. Le riprese si sono svolte durante un'estate innocente a Los Angeles. C'era una scorta infinita di ghiaccioli per mantenere calmi gli attori bambini tra una ripresa e l'altra. La moglie del defunto autore, Felicity Dahl , e la figlia, Lucy, ha visitato il set. Danny DeVito, che interpretava il padre storto venditore di auto di Matilda, ha svolto il doppio compito di regista.

Dopo tutti questi anni, Mara viene ancora scambiata per Matilda o chiamata Matilda dai fan . Dirà loro: 'Non sono quello che sono!' Tuttavia, i due condividono alcune somiglianze. I genitori di Mara, che si sono conosciuti alla Northwestern University, hanno cresciuto tutti i loro figli come lettori voraci come Matilda. 'Ho adorato il libro', dice Wilson, che ora ha 25 anni. 'Era strano per me, perché era qualcosa che andavo in giro a citare a mio fratello'. Tuttavia, ha quasi perso la parte. Un giorno il suo agente era al telefono con sua madre, parlando di tutti i copioni che avevano passato, tra cuiMatilde. 'Mandaci quello', ha detto Suzie Wilson


Nel libro, Matilda ha vinto i suoi genitori negligenti insegnando a se stessa a leggere Dickens ed eseguire calcoli complicati. Anche Wilson era un prodigio. È stata una delle attrici bambine più importanti degli anni '90, essendo apparsa inSignora DoubtfireeMiracolo sulla 34a strada, maMatildeelevato la sua carriera.

In una recente notte di primavera, Mara ed io stiamo cenando da Joe Allen's, il rinomato ristorante del quartiere dei teatri di Manhattan. Stiamo andando a vedereMatilda la Musical, basato sulla storia di Dahl del 1988 che ha incantato una generazione di ragazze prima di Hermione Granger o Katniss Everdeen . La produzione teatrale ha fatto il suo debutto nel West End di Londra nel 2011, vincendo gli Olivier Awards (i Tony Awards inglesi), e ha debuttato la scorsa settimana a Broadway per recensioni entusiastiche che lo ha confrontato conIl Re Leone. Sul palco, quattro diverse giovani attrici interpretano la nostra eroina, ma hanno tutte un debito con Wilson. È impossibile rileggere il libro di Dahl e non vedere la sua faccia o sentire la sua voce determinata e ferma dal film. Sia nel libro che nel film, Matilda salva i suoi coetanei dalla signora Trunchbull, un'imponente malvagia a cui piace lanciare i bambini piccoli oltre il recinto della scuola come un lancio del peso. Matilda vince attraverso la sua intelligenza e un superpotere in fiore per far levitare gli oggetti con la sua mente. 'Come personaggio, la amo', dice Wilson. “Fa il meglio di essere intelligente, ed è eternamente curiosa e con i piedi per terra riguardo alla sua intelligenza. Riguarda l'effettiva ricerca dell'apprendimento. Per quanto letteraria sia, mi sembra che sia una scienziata'.

Al cinema,Matildegli incassi al botteghino sono stati modesti a $ 33,4 milioni , ma il film è diventato un cult. Molti millennial sono cresciuti con l'immagine di Wilson che sorrideva loro dalla scatola VHS. 'Sono davvero orgoglioso del film', afferma Wilson. “Sono orgoglioso di quello che ho fatto e sono orgoglioso di quello che è stato. Mi ci è voluto un po' per arrivarci, perché da un po' tutti mi chiamavano Matilda». Ha realizzato altri due film per bambini,Un semplice desiderioeThomas e la ferrovia magica, prima di lasciare Hollywood nel 2000 perché pensava che la recitazione cinematografica fosse diventata monotona. Ha studiato teatro interdisciplinare alla NYU per imparare a creare e produrre teatro.

Wilson ora scrive su piattaforme e generi diversi. Il suo spiritoso senso dell'umorismo è perfetto per Twitter . (Il suo feed è stato recentemente presentato su BuzzFeed : “Ieri sono stato riconosciuto sulla 34a strada. L'ironia non mi è sfuggita.”) Il tema dell'adolescenza sembra toccare tutto il suo lavoro. Scrive racconti divertenti, vignette sulla sua infanzia e famiglia che sono come David Sedaris sul suo blog, MaraWilsonWritesStuff.com . Sta lavorando a una sceneggiatura ambientata al college, a uno spettacolo teatrale sugli adolescenti e a un romanzo per giovani adulti. È anche membro dello staff dell'organizzazione no profit PubliColor, che dipinge le scuole di New York.


È quasi come se essere un attore bambino per così tanto tempo abbia reso Wilson un ambasciatore nel mondo degli adolescenti. Sta ancora cercando di capire quanto dovrebbe parlare pubblicamente della sua carriera di attrice. 'È qualcosa con cui sto ancora venendo a patti', dice. “In generale è stata una buona esperienza.” Ma allo stesso tempo “è stato molto limitante per me e mi è sembrato frustrante. È stato anche difficile perché significava che dovevo continuare a vivere fino a questo punto, dovevo superarlo. Volevo essere me stesso. Come potresti essere te stesso quando hai passato la maggior parte della tua vita a essere qualcun altro?' Crede che questo sia il motivo per cui così tanti attori bambini tornano a comportamenti infantili. Sentono che la loro infanzia è stata loro strappata via.

Wilson non la pensa così, dice che quando era piccola è stata una sua decisione recitare. Tuttavia, si sentiva sempre un'adulta, anche quando era bambina. 'Forse ero gelosa degli adulti', dice. “Forse ero così tanto con gli adulti che mi sentivo tagliata fuori. Volevo essere quello'. Uno dei suoi ricordi preferiti a un tappeto rosso era l'incontro Jodie Foster , che si inginocchiò per parlare al suo livello. Alla fine ha dovuto affrontare alcuni difficili argomenti per adulti. Ha avuto scorci di sesso mentre interpretava un bambino nell'originaleMelrose Placee quando si è cercata su Google. 'Dieci anni fa, su Internet, c'erano cose con cui dovevo fare i conti che erano semplicemente orribili', dice. 'Ero su siti web di feticismo del piede quando avevo 12 anni, il che è un'ottima cosa da dire ai genitori se non vuoi che facciano recitare i loro figli'. Alcuni dei suoi follower su Twitter le diranno: 'È davvero deprimente che tu abbia le tette'. Vogliono che rimanga in una metaforica Neverland.

A teatro Wilson mi racconta di come una volta ha fatto il provino per il nuovoGenitori in trappolama ha perso il ruolo per Lindsay Lohan perché non era abbastanza grande. Nessuno dei fan tra il pubblico diMatilda la Musicalrendersi conto che c'è un'altra Matilda in mezzo a loro. Il musical include il numero contagioso 'When I Grow Up', coreografato per gli scolari sull'altalena, che sognano ad occhi aperti cosa faranno da adulti. Come nel libro, Matilda trova conforto nella sua insegnante Miss Honey, anche se Trunchbull cerca di distruggerli entrambi. 'Pensavo che avesse dato vita alla visione di Roald Dahl', mi racconta in seguito Wilson davanti a un bicchiere di vino. “L'esagerazione è tutta lì. Penso che ci sia anche la dolcezza di Matilda. Hanno fatto in modo che i Wormwoods [i genitori di Matilda] fossero persone vili in un modo in cui le persone oggi sono vili. Ad esempio, la signora Wormwood vuole davvero essere al centro dell'attenzione. È una star dei reality. Vuole essere alla Kardashian.” (Quando le è stato chiesto se lei guardaStare al passo con i Kardashians, lei risponde: 'Non ho il cavo.')

Wilson dice che mentre guardava il musical, si ricordava come ci si sentiva a leggere il libro e fare il film. Durante la scena in cui Matilda mostra a Miss Honey che può muovere un bicchiere d'acqua con gli occhi, Wilson è tornata indietro ai suoi giorni sul set molti anni fa. 'C'era una sensazione di potere quando l'ho fatto', dice. 'Sembrava davvero che stessi facendo qualcosa, come se stessi realizzando qualcosa'. Wilson crede che questa sia la chiave del fascino diMatilde. 'È la sensazione di poter avere potere nonostante si sia apparentemente impotenti, la sensazione di essere capiti da qualcuno dopo non essere stati capiti per molto tempo', spiega. “Penso che molte persone potrebbero immedesimarsi in Matilda. So che potrei.”


Ma perché mai si sentiva impotente? Wilson si prende un momento per rispondere. Quando ha iniziato a filmareMatilde, a sua madre è stato diagnosticato un cancro al seno al quarto stadio. Suzie Wilson è stata sottoposta a chemioterapia e mastectomia, ma ha comunque coraggiosamente accompagnato sua figlia a lavorare quasi tutti i giorni come se niente fosse. 'Mia madre è stata malata per circa un anno e, in termini di bambino, è stato molto tempo', dice Wilson. “Dopo un po', non sembrava che avesse una malattia pericolosa per la vita. Sembrava proprio una condizione cronica, come avere una mamma che aveva l'asma o il diabete sotto controllo. Immagino di non aver mai saputo quanto fosse serio. Essere Matilda mi ha permesso di scappare'. Sua madre è morta nel 1996, poco primaMatildeè uscito nelle sale. Guardando indietro, Wilson dice che desidera essersi presa un po' di tempo libero per affrontare il suo dolore. Ma era giovane e usava il lavoro come meccanismo di difesa.

'Matildeè stata l'ultima volta che mi sono sentita una bambina', dice. 'Ricordo solo di essere esausto e frustrato e confuso e triste e spaventato'. Ammette che la morte di sua madre ha avuto un ruolo nella sua eventuale decisione di lasciare l'attività. 'Mio padre aveva un lavoro e altri figli da crescere', dice. “Penso che dopo, ho fatto un sacco di film che mi è stato offerto, mentre prima mi sentivo come se fossimo un po' più esigenti. Ed è stato più difficile dopo, per tutti noi. Tutti in famiglia si destreggiavano tra cose diverse'.

'Sembrava noioso', dice dei suoi ruoli cinematografici successivi. “Solo quando ho iniziato a fare produzioni teatrali a scuola ho sentito di nuovo la passione. Ero solo io sul palco. Mi sentivo come se ne avessi il controllo'. Anche se non recita nei film, lo fa narrativa in posti come il People's Improv Theatre e la Union Hall. A differenza della maggior parte delle star bambine, è felice del suo passaggio all'età adulta ed è riuscita a lasciare andare Matilda. 'A volte sembra quasi che Matilda sia fuori nell'etere', dice. 'La stavo canalizzando, ed è come se lei esistesse da qualche parte.' E ora ci sono altre Matilde. 'Mi sento come se avessi passato il testimone', dice Wilson.