Matthew McConaughey continua a flirtare con l'alt-right Darlings

Intrattenimento


Matthew McConaughey continua a flirtare con l'alt-right Darlings

quando di Matthew McConaughey libro,semaforo verde, ha debuttato lo scorso autunno, il libro di memorie includeva un interessante riconoscimento. Alla fine del libro, McConaughey ringrazia Jordan Peterson, un controverso professore canadese e oratore pubblico che è salito alla ribalta temendo per la 'correttezza politica' nei campus universitari, sostenendo i diritti degli uomini e combattendo un disegno di legge inteso a proteggere le persone trans e non binarie. persone.

Peterson è solo una delle numerose figure controverse che si sono fuse negli ultimi anni all'interno del cosiddetto ' rete oscura intellettuale ”—molto che include anche il podcaster Joe Rogan e l'esperto conservatore Ben Shapiro, tra gli altri. Ma quel soprannome smentisce la vera mondanità del sistema di credenze di questi ragazzi: la maggior parte di loro trascorre in gran parte il proprio tempo a lamentarsi di tutto ciò che sa di 'correttezza politica' e ad aspettare il l'Armageddon ancora da vedere che 'cancella la cultura' un giorno sicuramente introdurrà .


Ad esempio: il riconoscimento del nome di Peterson è salito alle stelle nel 2016, poiché ha travisato e combattuto contro il disegno di legge canadese C-16, che mirava a sancire la protezione dell'identità di genere ai sensi della legge canadese sui diritti umani. Peterson sosteneva che fosse una legislazione orientata al totalitarismo che avrebbe reso le persone misgender punibili dalla legge, una disposizione che era introvabile nella legislazione attuale. Ha anche affermato in un video che si è rifiutato di usare i pronomi propri di studenti e colleghi, ritenendoli 'discorso obbligato'.

Allora, cos'è un ragazzo come Matthew McConaughey—un vincitore dell'Oscar il cui atteggiamento accomodante ha permesso al suo tormentone del ruolo di inizio carriera 'Va bene, tutto bene, tutto bene' di seguirlo per decenni, leggendo un idiota del genere? Ahimè, sembra che abbia deciso che Peterson e i suoi simili fanno dei buoni punti.

Questa settimana, McConaughey è apparso sul podcast di Peterson, circa un anno dopo che l'attore ha dichiarato di aver iniziato a corrispondere con Peterson.

“Ho pensato a molte delle cose che hai detto, ma ti ho sentito metterle in parole e contesti, ero tipo,Wow, è di questo che sto parlando, è quello a cui sto cercando di arrivare,McConaughey ha detto a Peterson. “E molto risale all'autodeterminazione, di cui abbiamo parlato molto. Auto-autore.”


'Vedi molti di quei fili attraverso il mio libro', ha continuato McConaughey. “Forse in un modo diverso, in un modo più folk. Ma molto di quello che hai detto mi ha dato la fiducia necessaria per dire: 'Metterò la mia storia su carta'. Quindi ti ringrazio per questo. Ed è per questo che ti ringrazio alla fine del libro'.

In particolare, ha detto McConaughey, si è collegato alle elucubrazioni di Peterson sull'umiltà e la vulnerabilità.

Come ogni conversazione di podcast, McConaughey e Peterson si snodano su una varietà di argomenti: i 'sogni bagnati' che hanno spinto l'attore a fare viaggi in Amazzonia e in Mali, la sua decisione di scrivere un libro e la sua educazione. McConaughey ha notato che dopo la morte di suo padre, ha appreso alcune informazioni sull'uomo che andavano contro ciò che aveva imparato da lui crescendo.

Ben presto, McConaughey e Peterson discutevano della cultura dell'annullamento e di come le persone imperfette possano ancora diventare fonti di creatività e illuminazione. Quel tema ha permeato il tour stampa di McConaughey.


Annuncio pubblicitario

'Quando vedo qualcuno come Louis C.K., per esempio, messo terribilmente alla gogna, penso, 'Beh, sì, ha fatto alcune cose che erano sconvenienti, certamente anche per i suoi standard, ovviamente'', ha detto Peterson. (Per coloro che hanno bisogno di un aggiornamento: quell'atto 'sconveniente' sarebbe che C.K., per sua stessa ammissione, si masturbasse di fronte a donne che non avevano mai acconsentito.)

'Allora cosa ne facciamo?' Peterson continuò. “Beh, ci sono un sacco di persone che fanno cose sconvenienti ma non, ma pochi di loro sono un comico abile come Louis C.K. Quindi vogliamo perderlo perché è imperfetto?'

'Giusto', ha risposto McConaughey.

'Sembra inappropriato, perché perderemmo tutti in quel modo', ha detto Peterson. “E poi abbiamo solo una perdita. Non è utile.'


'Sì. Sì!' disse McConaughey. “Voglio dire, penso che tu ti stia appoggiando molto a quella che oggi chiamiamo cultura dell'annullamento. Sai, in nome della riabilitazione, dobbiamo avere un mondo in cui possiamo crescere ed evolverci, se è quello che stiamo cercando di fare. Ora... non sono per i recidivi o i tiranni, ma se qualcuno sbaglia e ha sinceramente - vuole sinceramente una punizione (sic), penso che sia giusto dare ... '

Annuncio pubblicitario

'Voglio dire, è meglio che sia', ha detto Peterson. 'Perché altrimenti siamo tutti condannati.'

Louis C.K., per la cronaca, ha aspettato meno di un anno dopo essersi scusato per quello che ha fatto prima di tornare con set che assecondato l'alt-right —colpire i sopravvissuti di Parkland sparando, deridendo l'identità di genere e, in seguito, scherzando sulle molestie sessuali donne. Rimarrai scioccato nell'apprendere che né Peterson né McConaughey ne hanno parlato durante questa discussione.

Potrebbe sembrare in qualche modo sorprendente che il tour del libro di McConaughey abbia offerto una piattaforma per persone come Peterson per agitarsi sul diritto dei comici di masturbarsi davanti a chiunque vogliano, a patto che si assicurino di scusarsi rapidamente in seguito. Ma poi di nuovo, i commenti passati dell'attore sul disprezzo di Hollywood per Trump - e le sue più recenti lamentele sulla 'sinistra illiberale' lo scorso inverno - potrebbero aver offerto un indizio su dove stavano andando le cose.

Nel 2017, giorni dopo che Donald Trump ha firmato il suo 'divieto musulmano', la BBC ha pubblicato un'intervista video in cui il giornalista scozzese Andrew Marr ha chiesto a McConaughey se è il momento per Hollywood di dare a Trump una 'pausa'.

'Beh, ora non hanno scelta', ha detto McConaughey dei critici di Trump a Hollywood. “È il nostro presidente. Ed è molto dinamico, e divide un'inaugurazione e un tempo che abbiamo mai avuto. Allo stesso tempo, è tempo per noi di abbracciare, stringere la mano a questo fatto ed essere costruttivi con lui nei prossimi quattro anni'.

Annuncio pubblicitario

“Quindi chiunque, anche quelli che potrebbero essere in disaccordo più fortemente con i suoi principi e quelle cose che ha detto e fatto - che è un'altra cosa, vedremo cosa fa rispetto a ciò che aveva detto - non importa quanto tu non sia d'accordo nemmeno lungo il A proposito, è tempo di pensare a quanto puoi essere costruttivo, perché è il nostro presidente per i prossimi quattro anni, almeno', ha concluso McConaughey. 'Presidente degli Stati Uniti.'

Breitbart era elettrizzato con questa risposta; altri non erano così pronti a normalizzare il bigotto neoeletto alla Casa Bianca. Parlando con La Bestia Quotidiana un anno dopo, McConaughey ha affrontato con riluttanza la tempesta di fuoco che i suoi commenti e la loro successiva copertura avevano generato: 'Quello che ho detto, o pensavo di aver detto, è che le persone negavano e dobbiamo accettare il fatto che sia il presidente', ha detto.

Da allora, sembra che McConaughey sia diventato cauto nel parlare apertamente di Trump, ma non ha attenuato le sue critiche all''élite' di Hollywood e soprattutto a quella che ama chiamare la 'sinistra illiberale'.

La prima polemica è arrivata all'inizio di dicembre, quando McConaughey predicava il valore del centrismo “aggressivo” sul podcast di Russell Brand, inquadrandolo come una sfida.

'C'è molto in quella sinistra illiberale che è assolutamente condiscendente, paternalistico o arrogante nei confronti di quell'altro 50 percento', ha detto McConaughey, aggiungendo ancora una volta che molti nel settore hanno negato le elezioni.

Annuncio pubblicitario

'Beh, ora hai il diritto di negare... e capisco che sono stati alimentati con notizie false. Nessuno sa a chi diavolo credere, giusto? Quindi stanno abbattendo il loro ultimo baluardo di difesa'.

Quell''ultimo baluardo di difesa' per la destra si è rivelato essere un'insurrezione armata al Campidoglio alimentata da Trump e dall'insistenza dell'alt-right, nonostante l'assenza anche di uno straccio di prova, che le elezioni del 2020 fossero state rubate. È difficile immaginare come, precisamente, si possa trovare una 'via di mezzo' centrista moralmente difendibile tra liberalismo e nazionalismo bianco, ma McConaughey è rimasto fermo nella sua insistenza che ci proviamo comunque.

Durante un Aspetto di dicembre in poiBuongiorno Gran Bretagna, pubblicato giorni dopo il podcast di Brand, McConaughey ha detto ai presentatori Piers Morgan e Susanna Reid: 'Abbiamo bisogno di liberali. Quello che non credo ci serva sono gli illiberali. Quello che non credo che alcuni liberali vedano è che vengono cannibalizzati dagli illiberali. Ci sono estremi da entrambe le parti che penso siano ingiusti... l'estrema sinistra e l'estrema destra illegittimano completamente (sic) l'altro lato. Esagerano la posizione dell'altra parte in uno stato irrazionale che non ha senso. Non è giusto.'

'Potrebbe sembrare un po' sorprendente che il tour del libro di McConaughey abbia offerto una piattaforma per persone come Peterson per agitarsi sul diritto dei comici di masturbarsi di fronte a chi vogliono, a patto che si assicurino di scusarsi rapidamente in seguito. '

'Devi avere un confronto per avere unità', ha aggiunto McConaughey in seguito. “Ecco quando una democrazia funziona davvero bene. Direi che non abbiamo un vero confronto in questo momento, un confronto che dia qualche conferma e legittima il punto di vista opposto. Non diamo legittimità o convalida a un punto di vista opposto, lo rendiamo persona non grata, e questo è incostituzionale».

Questo ha fatto eco ad altre interviste che McConaughey aveva precedentemente concesso ai presentatori, tra cui il comico britannico Russell Howard e, sì, Joe Rogan, che ha accolto McConaughey come ospite lo scorso ottobre.

Annuncio pubblicitario

L'apparizione di McConaughey suL'esperienza di Joe Rogannon si sente così sinistro come la sua amicizia con Jordan Peterson. Un sacco di personalità di Hollywood, tra cui Dan Aykroyd, Robert Downey Jr., Nick Kroll ed Edward Norton, si sono incontrati con l'ospite mega-popolare. Si potrebbe obiettare che tutto questo è innocuo, ma poi di nuovo, la presenza delle celebrità nel programma di Rogan migliora solo la sua capacità di riciclare cattive idee da persone pericolose quandoessiapparire nello spettacolo. Rogan tratta tutti i suoi ospiti con l'atteggiamento rilassato di un fattone che spara alla merda nel suo soggiorno, il che va bene quando una celebrità sta masticando un malessere culturale stantio, ma meno bene quando, diciamo, offre alt-right hatemonger Milo Yiannopoulos una piattaforma per difendere l'ebefilia .

A un certo punto durante la loro intervista di due ore, Rogan ha chiesto a McConaughey se avesse avuto problemi a orientarsi nell'industria dell'intrattenimento come cristiano. L'attore ha detto di non aver mai avuto molti problemi, ma ha notato che a volte ha notato che le persone con cui ha pregato prima di cena si fermano dall'applaudire quando ha ringraziato Dio sul palco.

Fu allora che, ancora una volta, riapparvero gli uomini neri della 'cancellazione della cultura' e della 'sinistra illiberale'.

'Alcune persone nel nostro settore... vanno dalla parte illiberale di sinistra così lontano che è così condiscendente e condiscendente per il 50 percento del mondo che ha bisogno dell'empatia che il lato liberale dà, e dovrebbe dare, per lanciare qualcuno, illegittimali perché dicono sono un credente', ha detto McConaughey a Rogan, facendo eco alla sua intervista con Brand. 'È così arrogante e in qualche modo ipocrita per me.'

La conversazione di McConaughey e Rogan ha anche sollevato alcuni punti che potrebbero essere dannosi da soli. Ad esempio, mentre discuteva dello sviluppo di Austin come grande città, dove McConaughey ha frequentato la scuola di recitazione e ora è ministro della Cultura, Rogan ha chiesto all'attore cosa ne pensasse di 'Defund the Police'.

Annuncio pubblicitario

McConaughey, come molti su entrambi i lati della navata, si è lamentato del fatto che il nome non racchiude completamente il concetto di riallocazione dei fondi, prima di condividere che crede che l'intera proposta appaia poco studiata.

'La comunità e la polizia, e non solo ad Austin e dappertutto, devono tornare insieme', ha detto McConaughey. Ha fatto riferimento al ' mele marce ” tropo, sostenendo che il problema con la polizia si riduce a una combinazione di pochi poliziotti cattivi e addestramento inadeguato. (Come abbondanza di persone e organizzazioni , Compreso L'istituto Brookings , hanno sostenuto quest'anno, il problema è molto più ampio e radicato di così.)

'Alcune di queste mele marce devono essere rimosse'.

'Alcune di queste mele marce devono essere rimosse', ha detto McConaughey. “Ma anche loro: dobbiamo assicurarci di allenarli meglio. Ora, inoltre, i poliziotti devono andare nelle comunità e dire: 'Riuscite a ricordare e comprendere il nostro punto di vista?' Che siamo come, l'autista del carro attrezzi. Non veniamo chiamati quando ci sono buone notizie... Quindi siamo già sotto stress se riceviamo anche una chiamata.'”

Riguardo a città come Austin, che hanno iniziato il processo di definanziamento dei loro dipartimenti di polizia, McConaughey in seguito ha aggiunto: 'Non so se avessimo davvero un uccello in mano quando abbiamo apportato il cambiamento'. Si chiedeva ad alta voce se in passato ci fossero stati esempi di successo di tali strategie. 'Li abbiamo visti essere miglioramenti?' Egli ha detto. 'Non lo so. Quindi speriamo di vedere se questa è solo una specie di cavia per l'idea, vedremo come funziona. '

Rogan ha affermato che le chiamate per defundare la polizia sono in gran parte un 'sentimento sociale popolare che le persone stanno ripetendo perché ti mette in questa ideologia di una persona che si prende cura ed è progressista, ma non credo che sia mai stata concretizzata. ' (Angela Davis, che è stata sostenendo per decenni di finanziare la polizia , potrebbe non essere d'accordo, così come gli studiosi che hanno fatto ricerche e scritto libri sull'argomento per anni.) L'ospite in seguito ha ripetuto un discorso alla Trump, sostenendo che gli omicidi, i furti con scasso e le rapine a mano armata sono aumentati a New York come un risultato degli sforzi per definanziare il NYPD— che ha stato smentito.

Annuncio pubblicitario

Ci si potrebbe giustamente chiedere perché le opinioni apparentemente disinformate di una celebrità e di un podcast sulla politica di polizia dovrebbero essere importanti; dopotutto, non sono loro a firmare nulla per legge. Ma giustamente o no, figure come Rogan e McConaughey esercitano un'enorme influenza sui loro fan, quindi per quanto casuali possano essere queste conversazioni, possono fare davvero male quando aiutano a rafforzare nozioni che semplicemente non resistono al controllo.

Per essere chiari, non sto sostenendo di 'cancellare' Matthew McConaughey per queste apparizioni, o nessuna delle opinioni che ha espresso in esse. (Qualunque cosa significhi.) Non sto suggerendo un boicottaggio diL'esperienza di Joe Rogan, o una sarcastica campagna di tweet. Ma vorrei che McConaughey e il cosiddetto 'dark web' si impegnassero un po' più a fondo con il lato opposto di questi argomenti.

Brendon Thorne/Getty

Il problema con 'cancellare la cultura', nella misura in cui ne esiste uno, non è che qualcuno, per prendere in prestito il neologismo di McConaughey, 'illegittimi' ciò che stanno dicendo questi ragazzi. I Jordan Peterson e Joe Rogan del mondo non sono, come spesso si lamentano, perseguitati o, come ha detto McConaughey nel suo Intervista a Russell Howard , cancellato. Stanno semplicemente spacciando i fini perduti di discussioni che si sono già verificate innumerevoli volte, perpetuando una guerra culturale mentre contemporaneamente cercano di inquadrarsi come sue vittime.

Qualunque sia la saggezza che McConaughey ha trovato nel lavoro di Peterson, resta il fatto che anche Peterson palesemente mal caratterizzato legislazione volta a proteggere le persone trans e non binarie. Qualunque sia il pensiero che Peterson potrebbe avere sull''umiltà' così connesso a McConaughey, resta il fatto che Peterson sembra considerarsi l'unico arbitro della cui identità è e non vale la pena trattare con rispetto. Dire che si dovrebbe considerare il lavoro di Peterson in questo contesto - e forse pensarci due volte prima di acclamarlo come un 'intellettuale' di livello divino - non è censura, ma pensiero critico di base.

in an recensione incisiva e globale del lavoro di Peterson pubblicato nel 2018,Attualitàil caporedattore Nathan J. Robinson ha notato che, nonostante tutti i suoi battibecchi, gli scritti e le interviste di Peterson dimostrano quanto poco sembri effettivamente capire i movimenti che così spesso critica. Ma come sostiene Robinson, il punto non sembra essere la comprensione.

Annuncio pubblicitario

'Peterson è popolare in parte perché critica gli attivisti per la giustizia sociale in un modo che molte persone trovano soddisfacente, e alcune di queste critiche hanno dei meriti', ha scritto Robinson. “È popolare in parte perché offre ai giovani alla deriva un senso di scopo eroico e offre ai giovani arrabbiati una razionalizzazione del loro odio. Ed è popolare in parte perché il mondo accademico e la sinistra hanno fallito in modo spettacolare nell'aiutare a rendere il mondo intelligibile alla gente comune e nel dare loro una visione politica chiara e avvincente».

I fallimenti di un lato di un argomento non implicano automaticamente la validità dell'altro e, come riconosce Robinson, la sinistra ha certamente problemi propri. Ma l''illiberalismo' è una falsa pista, che le persone intellettualmente disoneste usano per colpire le persone con cui non sono d'accordo senza mai dover fare uno sforzo per capire i loro argomenti. Se McConaughey, Peterson e altri vogliono davvero avere conversazioni significative, potrebbero iniziare ripensando a questa inutile diffamazione.