McConnell ha detto no ai soldi per i minatori, sì allo stabilimento sostenuto dalla Russia

Politica


McConnell ha detto no ai soldi per i minatori, sì allo stabilimento sostenuto dalla Russia

Il mese scorso il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell ha bloccato una misura che avrebbe utilizzato i fondi del Dipartimento del Tesoro destinati allo sviluppo degli Appalachi per aiutare a pagare l'assistenza sanitaria e le pensioni dei minatori di carbone nel suo stato di origine del Kentucky.

Ma solo pochi mesi prima, McConnell ha diretto con successo fondi del Tesoro quasi identici per Appalachia per finanziare un impianto di alluminio del Kentucky collegato a un alleato del presidente russo Vladimir Putin.


I democratici a Capitol Hill hanno sollevato preoccupazioni per mesi sul collegamento di McConnell all'impianto di alluminio. È uno dei tanti motivi per cui gli avversari politici di McConnell hanno cercato di attaccarlo con il soprannome ' Mosca Mitch .” Ma ciò che è passato in gran parte inosservato quando il soprannome è diventato un argomento di tendenza sui social media è come McConnell ha lavorato per tenere i soldi fuori dalle mani dei minatori di carbone, anche se ha manovrato per dirigere i fondi federali verso l'impianto collegato alla Russia.

Il controllo è iniziato a gennaio, quando McConnell ha votato per revocare le sanzioni su Rusal , un'azienda russa di alluminio precedentemente guidata dall'alleato di Putin Oleg Deripaska, nonostante molti dei suoi colleghi repubblicani abbiano disertato e abbiano votato no. La cancellazione di Rusal ha causato un tumulto tra i Democratici a Capitol Hill che hanno visto l'accordo che il Dipartimento del Tesoro ha stretto con Rusal come troppo indulgente.

Poi, ad aprile, l'attenzione si è spostata su McConnell. Poche settimane dopo che il Dipartimento del Tesoro ha annunciato la cancellazione ufficiale di Rusal, la società ha annunciato un investimento di 200 milioni di dollari nello stabilimento di alluminio di Braidy Industries nella parte nord-orientale del Kentucky. I democratici hanno sollevato domande su quanto McConnell sapesse del piano di investimenti di Rusal prima di votare per la riduzione delle sanzioni. Rusal è l'unico investitore esterno nell'impianto.

In una dichiarazione a The Daily Beast, un portavoce di Braidy Industries ha affermato che la società non ha mai esercitato pressioni sui membri del Congresso su questioni relative alle sanzioni e ha iniziato a lavorare con lo studio legale Akin Gump nel maggio 2019 per 'rappresentanza delle relazioni con il governo generale'. Il portavoce ha anche affermato che nessun dipendente o direttore della società ha mai parlato con McConnell di Rusal.


Ma la connessione di McConnell con l'impianto di alluminio Rusal-Braidy è più profonda di quanto si pensasse in precedenza. Al contemporaneamente Rusal stava facendo pressioni sull'amministrazione Trump per uscire dall'elenco delle sanzioni statunitensi, McConnell stava sostenendo che i fondi federali fossero dirottati per aiutare con la costruzione dello stabilimento Braidy in Kentucky.

Dal 2016 il governo federale ha dato agli stati in Appalachia milioni di dollari dal Dipartimento del Tesoro per aiutare a ripulire e riformare i terreni abbandonati per l'estrazione del carbone e per aiutare lo sviluppo economico e comunitario in quelle aree. McConnell e altri legislatori del Kentucky, tra cui il rappresentante Harold Rogers (R-KY), hanno sostenuto che lo stato continui a ricevere tali finanziamenti federali, dato l'impatto dei fallimenti delle compagnie carbonifere. Due società, EastPark Industrial e Ashland Alliance, nel novembre 2017 hanno richiesto 7 milioni di dollari dalla cassa di fondi federali del governo dello stato del Kentucky per la riparazione di fognature e strade su 204 acri di terreno. L'applicazione includeva anche miglioramenti dell'infrastruttura.

Nell'ottobre 2018, funzionari di McConnell, Rogers e Kentucky annunciato che EastPark e Ashland avrebbero ricevuto $ 4 milioni. Quindi, nel marzo 2019, i richiedenti hanno confermato che i 4 milioni di dollari non sarebbero andati a finanziare le riparazioni generali, ma sarebbero andati invece a prepararsi per la costruzione dell'impianto di alluminio.

'Ashland Alliance e EastPark applicheranno solo $ 4 milioni alla preparazione del sito di Braidy', ha scritto il presidente di Ashland Alliance Tim Gibbs in un'e-mail di marzo 2019 recensita da The Daily Beast. 'I 4 milioni di dollari in fondi AML consentiranno a Braidy di completare l'investimento totale di 14 milioni di dollari per stabilizzare il sito per la produzione ad alta precisione'.


Non è chiaro quando siano iniziati i colloqui tra Braidy Industries e Rusal, ma due fonti con conoscenza diretta del pagamento di $ 4 milioni hanno affermato che McConnell si è battuto per i candidati durante il processo di revisione interna ed è stato determinante per aiutarli a garantire il finanziamento federale.

'Quando è iniziata la pulizia del sito per l'impianto di alluminio, McConnell ha bloccato un disegno di legge sponsorizzato dal senatore Joe Manchin (D-WV) che avrebbe distribuito denaro federale per aiutare a finanziare le pensioni dei minatori'.

Quando è iniziata la pulizia del sito per l'impianto di alluminio, McConnell ha bloccato un disegno di legge sponsorizzato dal senatore Joe Manchin (D-WV) che avrebbe distribuito denaro federale per aiutare a finanziare le pensioni dei minatori.

Ogni anno il Dipartimento del Tesoro riscuote le tasse dalle compagnie carbonifere in base a quanto carbone producono nei loro impianti. Tali tasse vengono poi elargite al Dipartimento dell'Interno in parte allo scopo di ripulire i terreni che ospitano miniere abbandonate e per lo sviluppo economico e il ripristino delle comunità carbonifere che soffrono di fallimenti di società energetiche. Manchin voleva prendere il denaro in eccesso da quel fondo e usarlo per garantire le pensioni dei minatori di carbone e i piani sanitari. McConnell ha bloccato la misura, affermando di volere una soluzione più permanente alle pensioni multidatore di lavoro.

'Ci sono emendamenti a beneficio degli americani e della Virginia Occidentale che vengono bloccati da una persona: Mitch McConnell', ha detto Manchin in una nota all'epoca. 'È l'unica persona che sta bloccando un voto sul mio emendamento per... garantire l'assistenza sanitaria e le pensioni dei minatori di carbone, anche se ha un sostegno bipartisan e migliorerebbe la vita di ogni West Virginia, Kentuckian e americano'.


A rendere le cose ancora più controverse è stato il fatto che il leader della maggioranza ha contribuito a indirizzare $ 4 milioni in finanziamenti federali molto simili per la costruzione dell'impianto di alluminio Braidy. I $ 4 milioni provenivano da uno stanziamento di $ 90 milioni dal Dipartimento del Tesoro al Dipartimento degli Interni per aiutare tre stati degli Appalachi a far fronte all'impatto di un'industria carboniera in declino. Il Dipartimento dell'Interno non ha risposto a una richiesta di commento.

In una dichiarazione, l'ufficio di McConnell ha difeso le sue decisioni.

“Il leader McConnell è stato a lungo e continuerà ad essere un forte sostenitore dei minatori di carbone del Kentucky e delle loro famiglie. Ha incontrato numerosi minatori del Kentucky su questioni importanti, comprese le sfide che devono affrontare il loro piano pensionistico', ha detto un portavoce. “Sen. McConnell è preoccupato per le sfide che devono affrontare una serie di piani pensionistici multidatori di lavoro, inclusa la pensione dell'UMWA, e ritiene che sia meglio affrontarlo attraverso un più ampio sforzo di riforma delle pensioni bipartisan e bicamerale'.

Ma alcuni minatori di carbone nel Kentucky minacciano di dare il loro sostegno al principale avversario di McConnell per il 2020, Amy McGrath , se il leader della maggioranza non riesce ad approvare una legge che aiuterebbe a garantire le loro pensioni. Migliaia di minatori in Kentucky fanno affidamento sull'assegno mensile di $ 600 per pagare le bollette e per acquistare generi alimentari per le loro famiglie.

“Non smetteremo mai finché non ci daranno ciò che abbiamo guadagnato. Non smetteremo finché non lo avremo. Spero che il senatore McConnell lo capisca. Se ci sostiene, noi lo sosterremo.” — Dwayne Thompson, ex minatore di carbone di Peabody Energy

“Non smetteremo mai finché non ci daranno ciò che abbiamo guadagnato. Non smetteremo finché non lo avremo', ha detto Dwayne Thompson, un ex minatore di carbone Peabody Energy di 72 anni del Kentucky. “Spero che il senatore McConnell lo capisca. Se lui ci sostiene, noi lo sosterremo'.

La United Mine Workers of America (UMWA), il sindacato minerario nazionale, chiede da anni a McConnell e ad altri legislatori di approvare una legislazione che aiuti a mitigare le ricadute del numero crescente di fallimenti di società energetiche e la chiusura di centinaia di miniere. Nel 1974, il Congresso approvò una legge che stabiliva standard minimi per i piani pensionistici nell'industria privata. Nello stesso anno l'UMWA ha negoziato il suo piano pensionistico con le compagnie minerarie del carbone. Ma con la fine dell'industria del carbone, il fondo sta finendo i soldi. Si prevede che sarà insolvente entro il 2022.

A porte chiuse, affermano due fonti con conoscenza diretta, McConnell ha promesso privatamente ai minatori una soluzione più permanente al problema delle pensioni, ma anche i leader nazionali delle miniere di carbone sono scettici sul fatto che il leader della maggioranza al Senato e i suoi colleghi al Congresso aiuteranno a breve termine.

'I minatori di carbone capiscono qualcosa: quando le persone ci dicono 'approveremo una legislazione'... non ci crediamo', ha affermato Cecil Roberts, presidente dell'UWMA, in un recente discorso a Washington. 'Chiunque capisca come funziona il Congresso sa che è una lotta'.

Diversi minatori che hanno parlato con The Daily Beast hanno affermato di ritenere che McConnell avesse bloccato i finanziamenti per le pensioni perché alcuni membri del sindacato avevano deciso di sostenere la sua avversaria alle elezioni del 2014, Alison Lundergan Grimes. Altri, tuttavia, erano cauti nell'andare troppo oltre nella loro condanna del leader della maggioranza, dicendo che alla fine della giornata, McConnell era la loro migliore possibilità per assicurarsi che potessero continuare a provvedere alle loro famiglie. (Nel 2017 McConnell aiutato spingere avanti una legge di spesa bipartisan che includeva un'estensione permanente dei benefici sanitari a migliaia di minatori di carbone.) Venerdì due minatori presenti in un attacco aggiunto da McGrath hanno detto che non gli era stato detto che le loro immagini sarebbero state utilizzate per una campagna politica e hanno chiesto che McGrath smette di mandarli in onda.

'Ringraziamo il signor McConnell per quello che ha fatto per aiutare la nostra assistenza sanitaria, ma ora ha bisogno di finire il lavoro e fare qualcosa per le nostre pensioni', ha detto Bob Cox, un ex minatore di 73 anni che funge da presidente di un capitolo locale dell'UMWA. “È una preoccupazione quotidiana per molte delle persone anziane con cui vivo. Non stanno bene e non hanno bisogno della preoccupazione extra che ciò comporta. Se qualcosa va storto, non dureremo quanto pensavamo di fare”.