Incontra Mariann di Brooklyn, la più grande fan di Howard Stern

Intrattenimento


Incontra Mariann di Brooklyn, la più grande fan di Howard Stern

'Vuoi andare a vedere il mio santuario?'

Mariann Tepedino sale le scale della sua casa a Bay Ridge, Brooklyn, e apre le porte al suo orgoglio e alla sua gioia. Su tutte le pareti è intonacato il volto di un uomo: Howard Stern.


Impiccagione sono tutti i segni che ha accumulato negli ultimi 22 anni, seguendo Stern in 'tutti gli spettacoli'—letterato, Cadere su,'qualunque cosa stia succedendo.' Il fulcro del muro è il suo poster 'America's Got Howard', che ha portato con sé perL'America ha talentiriprese la scorsa estate, quando Stern è stato nominato nuovo giudice del reality show. L'ha resa la sua 'regina', dice, e le ha dato i posti nel palco per tutte le 18 registrazioni a Newark, nel New Jersey. 'Era nella mia lista dei desideri', si vanta, mentre indossa la tiara che indossava in studio ogni settimana e posa con la bambola che una ragazza ha fatto a sua somiglianza come HowardOTTOregina.

Mostra l'intricato fascio di badge di accesso illimitato che ha raccolto dopo Stern negli ultimi decenni. Ci sono collage di foto di lei con i clienti abituali di Stern e ' Wack Packers ”—i suoi fan più devoti—nel corso degli anni: High Pitch Eric, Bobo, Crackhead Bob. Sopra la porta c'è il segno che ha fatto per il suo passaggio alla radio Sirius, che include la parola 'Sirius' scritta a mano 100 volte. 'Potresti davvero credere a tutti i Sirius su questo?' lei dice. 'Ho le idee chiare, cazzo, vero?'

In realtà, lo fa.

Lei è 'Mariann di Brooklyn'. Lei èOTTOregina. È la 'madre dei Wack Packers'. È nelle sue stesse parole, cosa che pochi metterebbero in discussione, la più grande fan di Howard Stern.


Tutto è iniziato quasi 22 anni fa. Stava ascoltando lo spettacolo di Channel 9 di Stern quando il wrestler 'Stone Cold' Steve Austin era l'ospite. Una donna ha chiamato per leggere Stone Cold l'atto antisommossa per non aver dato autografi alla sua famiglia a un evento. Mariann aveva recentemente portato suo figlio a vedere il wrestler e aveva avuto l'esperienza opposta. 'Così ho chiamato dal cielo azzurro senza un programma', ricorda, mentre alza il suo maltese, Max, per baci. 'Ho chiamato per dire quanto fosse bravo con i bambini'.

Il selezionatore delle chiamate ha chiesto il suo nome e lei ha detto: 'Mariann di Brooklyn', dando a se stessa il soprannome che sarebbe rimasto per i prossimi due decenni e oltre. Qualcos'altro sarebbe rimasto: l'incessante presa in giro da parte di Stern e del suo staff per la sua voce inconfondibile, aspra, nata a Bensonhurst.

'Ha risposto subito ed era tipo, 'MIO DIO, senti la sua voce?'', ricorda. 'Poi dice a Stone Cold: 'Non ti verrà mai più un'erezione e tornerai da tua moglie'. Tutte cose divertenti, e non mi ha dato fastidio. Avevo la pelle spessa. Mi ha fatto ridere. E così il giorno dopo ho chiamato per qualcos'altro, ed è così che è iniziato tutto'.

Ora, quando si chiama allo spettacolo, Stern interpreta spesso i corvi che gracchiano mentre parla.


Abbastanza giusto. Ogni storia che Mariann racconta in modo così teatrale è un vero e proprio arpeggio di squittii, sia che stia spiegando di dover difendere il suo amore per Stern agli altri genitori della scuola cattolica di sua figlia o ricordando di aver scritto lettere alla FCC in sua difesa nel corso degli anni. Variano in tono e intelligibilità quando raggiungono i loro culmini eccitati, o quando lei li interrompe per tubare a Max.

Mariann non può nemmeno contare il numero di volte in cui è stata chiamata nello show, ed è stata descritta in numerosi segmenti su Howard TV, il canale On Demand senza censure di Stern. Inoltre, ti ricorderà che lo èOTTOregina! Essendo una delle presenze più fedeli della comunità di Stern, ha accumulato un seguito di fan. Attualmente lei maniglia di Twitter ha oltre 47.000 follower.

In quanto tale, viene riconosciuta frequentemente mentre è in giro con i suoi stivali Ugg abbagliati. Tutto quello che deve fare è aprire la bocca. 'Esco così, come un disastro, sono sempre un disastro', dice, '7-11, ovunque io vada. Ogni volta che dico: 'Oh, posso avere il mio numero della lotteria, il giornale?', la gente mi riconosce'.

In effetti, è successo di recente mentre era tra il pubblico di una registrazione del Rachael Raymostrare. Lei stessa grande fan di Stern, Ray corse da Mariann e la raccolse in un grande abbraccio. 'Mia figlia dice: 'Mamma, puoi credere che ti conosce e le piaci?' È pazzesco!'


Il che solleva l'ovvia domanda: tutto questo deve mettere in imbarazzo la sua famiglia, giusto?

'No, per niente', dice sua figlia, Nicole, una studentessa del LIM College, scuola di moda e merchandising di New York. Suo marito, direttore del commercio all'ingrosso aziendale per un gruppo automobilistico, la chiama scherzosamente pazza, ma la supporta pienamente. Suo figlio, Patrick, che lavora alla Deutsche Bank, è altrettanto diplomatico: 'Finché mia madre è una grande mamma, può fare quello che vuole'. Nicole schernisce. 'Beh, sembra pianificato in anticipo.' Mariann raggi. 'Ecco i tuoi 10 dollari adesso, Patrick.'

Inoltre, dice Patrick, sua madre 'rimane fuori da quella roba del sesso' per cui Stern è così famoso. 'Non oltrepasso mai quel limite', concorda Mariann. 'Cerco di non farlo.'

'Prova' è la parola chiave qui. Dopotutto, questa è la persona che ha scritto la sua canzone in onore di Stern, 'All I Need Is Howard in My Life' (sulla melodia di 'Rhythm Divine' di Enrique Iglesias): 'Tutto ciò di cui ho bisogno è Howard nella mia vita/ Tutto ciò di cui ho bisogno è il piccolo cazzo di Howard. Farà il trucco/Tutto ciò di cui ho bisogno è Howard al mattino. Mi fa sentire così eccitato'. E poi c'è stata la volta che si è presentata allo studio di Stern vestita da Kathie Lee Gifford con un gigantesco pene imbottito intorno al collo per un concorso di costumi di Halloween.

'Tutti vogliono parlare di sesso', dice. “Qualunque sia il discorso sul sesso, si tratta di divertimento. Sta ridendo. Non si tratta di ferire nessuno. È essere liberi. Ecco un esempio perfetto. Una donna di 54 anni. Non posso togliermi i vestiti. Voglio dire, ho una famiglia e ovviamente tutti vomiterebbero. Se guardassi Pamela Anderson, forse lo farei, ma...”

La schiettezza quasi involontariamente esilarante suggerisce che la notorietà che sta ricevendo ora è una specie di destino per tutta la vita. Prima di sposarsi - 'molto giovane', dice - Mariann voleva essere la prossima Joan Rivers e aveva il sogno irrealizzabile di trasferirsi a Los Angeles per tentare la fortuna: 'Ero il pagliaccio della classe. Mio padre era a scuola tutti i giorni perché ero nei guai. Poi sono andato all'Adelphi Academy e ho detto, avrò una voce e sarò creativo'. Ora? 'Forse sono molto, molto 54enne in ritardo di fioritura.'

Prendi la cerimonia degli Oscar di domenica sera. Ha iniziato a twittare sull'insopportabilità di Anne Hathaway (''Ho mollato Valentino per Prada. Chi se ne fotte?') e il suo disgusto per la copertura sul tappeto rosso di Giuliana Rancic e Kelly Osbourne ('Preferirei vedere Joan Rivers, perché ha Chanel e Gucci e i migliori vestiti di sempre e il più grande gusto”) quando ha avuto un'illuminazione. 'Ho fatto questo commento con le mie amiche nel 1975. Ora tutti stanno leggendomiotweet”. Sì, grazie a Howard Stern e alla sua personalità straordinaria, Mariann sta vivendo un po' del suo momento alla Joan Rivers.

Si dà il caso che stia vivendo quel momento mentre spiega un errore grammaticale sul tatuaggio di Howard Stern che si è recentemente fatto alla caviglia. 'All I Need is Howard' ha lettere maiuscole improprie su 'is'. Howard era sconvolto quando ha saputo dell'errore, dicendo che 'si sentiva così triste' dopo aver visto il filmato del tatuaggio. 'Sarà lì ogni singolo giorno e c'è un fottuto errore.'

Ma Marianna? “Non avrei permesso che lo cambiassero, perché mi piaceva. Questa è la mia firma ora, la 'i' piccola. Non mi dà fastidio'.

Per alcuni questo livello di devozione può sembrare maniacale. Ma, in realtà, è solo entusiasta. “Per Mariann, ogni singolo giorno è la World Series, eLo spettacolo di Howard Sternsono i suoi New York Yankees', afferma il dottor Ivan, collega super-fan di Stern e graphic designer specializzato in immagini relative a Stern. “Amo la sua passione... In questi giorni mi piace vedere qualcuno che ha una vera passione per qualsiasi cosa. Purtroppo è diventata una rarità. Le persone sono troppo stanche per essere così felici quasi tutti i giorni'.

Vero. È un contagiosogioia di vivere. “Ecco perché gli piaccio. Sono una normale casalinga', dice, ripulendo i panini che ha preparato per l'intervista a pranzo - un prosciutto, un pomodoro e mozzarella, 'nel caso tu sia vegana' - e chiedendomi se potrei aver bisogno di prendere in prestito un maglione per il viaggio di ritorno in ufficio. 'Fa sempre più freddo di quanto pensi.'

È eminentemente chiaro che Mariann From Brooklyn non è una fan psicopatica o una stalker di celebrità, ma solo una persona con una passione che non potrebbe essere più dolce. Quindi, come si concilia tutto questo con 22 anni di intensa devozione a uno shock jock così famoso per aver tagliato il traguardo?

'Cosa oltrepassare il limite? Tette e culo? Non sta uccidendo nessuno. Sono una persona modesta e lui non mi offende', dice, insistendo sul fatto che se mi unissi a lei nel palco della sua regina questa stagione aL'America ha talenti(Sarò lì in un batter d'occhio), vedrei che è 'molto gentile'.

Dopotutto, l'ha resa regina.