Capezzoli e nudità: perché c'era così tanta carne alla settimana della moda di New York?

Arte-E-Cultura


Capezzoli e nudità: perché c'era così tanta carne alla settimana della moda di New York?

Kendall Jenner i capezzoli erano di tendenza su Twitter mercoledì sera, dopo la chiusura della modella La sfilata di Marc Jacobs in un dolcevita giallo trasparente.

Il clamore dei tabloid e dei media sulle tette di Jenner era così forte che penseresti che il mondo non le avesse mai viste prima, quando in realtà le abbiamo viste in numerose altre sfilate di moda. Sono stati visualizzati in impostazioni più casual anche attraverso le cime abbastanza trasparenti da rivelarne due cerchi di carne scura delle dimensioni di un centesimo .


La spiegazione più probabile per i capezzoli di Jenner che sono diventati virali mercoledì è stata che erano la dichiarazione di chiusura nello spettacolo di Jacobs - e in Settimana della moda di New York , che termina ogni stagione con Jacobs.

I tabloid e i media mainstream fanno invariabilmente un grosso problema su celebrità e nudità, ma la cosa più interessante di questo episodio con Jenner a Marc Jacobs è che ha coronato una delle settimane della moda di New York più ossessionate dalla carne e dal sesso che abbiamo mai visto. visto in molti anni.

L'artista discografica e ballerina Teyana Taylor ha avuto un ruolo influente nella settimana della moda sexy di quest'anno. Ha chiuso fuori Philipp Plein lo spettacolo a tema 'Good Gone Bad' con una oscena routine di ballo che ricorda le sue mosse nel video musicale 'Fade' di Kanye West, contorcendosi sulla passerella in un body di pizzo, collana girocollo e giarrettiere.

Plein ha presentato a New York per la prima volta la scorsa stagione ed è meno apprezzato per i suoi modelli che per i suoi occhiali da celebrità e costosi, che iniziano tardi e finiscono nelle prime ore del mattino.


L'intrattenimento di quest'anno includeva uno spogliarello di Dita Von Teese e Future rap sul palco mentre donne in lingerie gli giravano dietro.

Più tardi nella settimana, Taylor ha aperto per le bionde in un body in lattice dal taglio alto (un perizoma, essenzialmente) che mostrava i suoi tatuaggi sul culo. Ha regalato al pubblico alcune delle sue mosse ipnotizzanti e esplosive mentre si pavoneggiava lungo la passerella.

I pantaloni da uomo a vita bassa hanno esposto le crepe sul sedere a Eckhaus Latta , in cui la nudità è emersa come tema nello spettacolo, in particolare come si vede nei look delle donne, come i top trasparenti e gli abiti che esponevano più capezzoli. Molti altri capi della collezione presentavano fessure o altri fori per far sbirciare la pelle nuda.

A Barragan , un'etichetta relativamente nuova che ha capovolto i confini di genere e altre convenzioni nei loro spettacoli, i seni fuoriuscivano da bikini e reggiseni attillati. Come il mio collega Tim Teeman ha osservato , i jeans erano 'indossati così bassi che avresti bisogno di una seconda vita intorno al tuo culo'.


C'era un'abbondanza di look fetish - imbracature peekaboo, pantaloni senza schienale e attrezzatura BDSM - a Helmut Lang. E a Namilia, un'etichetta non ufficialmente riconosciuta nel calendario del CFDA, c'erano reggiseni a forma di cono e pasticci per capezzoli, seni finti simili a palloncini agganciati a top e tute perizoma dal taglio alto che contenevano a malapena i pezzi e le parti inferiori dei modelli.

Anche i designer che di solito non vanno in questa direzione ci sono andati quest'anno. marchesa , ad esempio, ha abbracciato abiti trasparenti, calze a rete e scollature profonde in una collezione ispirata a un'ereditiera ed esploratrice americana che si comporta male, nota per aver acquisito una lunga lista di amanti. C'erano ancora più abiti trasparenti a Oscar de la Renta.

Il disegnatore Jenny Packham ha detto a The Daily Beast che le starlette di Hollywood hanno sempre più richiesto look sexy da red carpet, il che potrebbe spiegare perché Marchesa, un'altra stilista di red carpet, abbia messo a dura prova la loro collezione quest'anno.

Anche gli ospiti dell'annuale Met Gala, che sono essenzialmente gli Oscar per la folla della moda, hanno mostrato più carne negli ultimi anni.


Beyoncé, Kim Kardashian, Donatella Versace e Jennifer Lopez hanno indossato tutti abiti trasparenti o color carne con dettagli ricamati per l'occasione nel 2016. Quest'anno, Bella Hadid ha indossato una tuta di Alexander Wang al gala che ha dato l'illusione che fosse nuda, poi ha indossato un vestito da serbatoio di cotta di maglia che espone i capezzoli per l'after party. E Kendall Jenner ha esposto il suo sedere in un vestito trasparente con dei ricami strategicamente posizionati.

Tenendo conto di questa litania carnosa, si può dedurre che alcuni stilisti della settimana della moda di New York di questa stagione stanno realizzando abiti per la loro clientela di celebrità più succinti (il bustier di Nicki Minaj era così stretto e basso alla sfilata di Marc Jacobs quest'anno che il suo capezzolo fotografato -scivolare era inevitabile).

Altri sembravano abbracciare la sensualità e la nudità come una tregua dal nostro clima altamente politicizzato, mentre altri ancora l'hanno abbracciato per spingere la propria politica progressista.

Qualunque sia la motivazione, i designer della New York Fashion Week hanno coltivato la nudità e la sensualità in un modo che non si vedeva dai primi anni '90. I capezzoli scivolati sulle passerelle e sui tappeti rossi sono stati oscurati dall'esposizione intenzionale dei capezzoli.

Infatti, ilMail giornalierai paparazzi di 's hanno documentato ogni uscita di celebrità 'senza reggiseno' e camicetta 'sfavillante' ( oggi era Victoria Beckham ) per scioccare e stuzzicare il loro pubblico conservatore.

È difficile dire se l'alta moda stia pappagallando la cultura progressista e popolare, o viceversa. Ma liberare il capezzolo è stata sicuramente una priorità per molti stilisti alla New York Fashion Week.

La positività del corpo e l'invio di modelli di varie forme e dimensioni sulle passerelle erano una tendenza scioccante quando è emersa diversi anni fa, ma ora sta per diventare la norma, almeno a New York. Questo potrebbe andare di pari passo con la difesa della sessualità e della nudità asessuale, in particolare quando si tratta di corpi femminili.

Le collezioni della settimana della moda di New York hanno incoraggiato le donne a schernire le convenzioni che dicono loro di nascondersi. I corpi devono essere celebrati, non censurati e il sesso sotto forma di abbigliamento sportivo che espone la carne e Teyana Taylor che gira sulla passerella non è mai stato così di moda.