Le vittime di Odessa includono poliziotti, un bambino, un liceale e un postino

Noi-Notizie


Le vittime di Odessa includono poliziotti, un bambino, un liceale e un postino

Tra le sette persone uccise sabato quando un uomo armato ha aperto il fuoco dopo un arresto casuale del traffico c'era Leilah Hernandez, studentessa della scuola superiore di Odessa, di 15 anni.

Il distretto scolastico indipendente della contea di Ector ha confermato che uno dei loro studenti era morto nella sparatoria prima che gli amici pubblicassero tributi su Facebook, affermando di avere il cuore spezzato alla notizia della morte del giovane adolescente. 'Ancora non vogliamo crederci', ha scritto Joanna Levva sulla sua pagina Facebook. “Siamo grati di aver fatto parte della sua vita e ci ferisce molto il cuore che non sia più con noi su questa terra”.


Anche il fratello di Hernandez è rimasto ferito nella sparatoria, ma dovrebbe riprendersi.

La polizia di domenica ha detto che le vittime uccise durante la sparatoria che ha attraversato un tratto di 20 miglia da Odessa a Midland avevano un'età compresa tra 15 e 57 anni. Quasi altri 20 sono rimasti feriti.

Tra le altre vittime c'era Mary Granados, l'impiegata delle poste che è stata uccisa quando il suo camion della posta è stato dirottato dall'assassino. Gli amici di Grandos hanno creato un Pagina GoFundMe con l'aiuto di sua sorella gemella, Rosie Grandos, per aiutare a creare un fondo commemorativo. 'Ho avuto il privilegio di lavorare con Mary prima che iniziasse la sua carriera all'USPS', ha scritto un amico. 'Era bellissima dentro e fuori, con un cuore grande e sempre pronta ad essere un'amica, aveva sempre un sorriso sul viso!'

Sua sorella, con la quale viveva, ha detto alla CNN che era al telefono con Mary quando è stata uccisa. 'È stato molto doloroso', ha detto Rosie Granados. “Volevo solo aiutarla e non potevo. Pensavo fosse stata morsa da un cane o qualcosa del genere. Ho provato a chiamarla per nome e non ha risposto'. Conosceva il percorso della posta di sua sorella, è salita in macchina e alla fine l'ha trovata.


Due amici di Leilah Hernandez partecipano a una veglia per l'adolescente e altre vittime della sparatoria di massa a Odessa, in Texas, domenica 1 settembre 2019.

Justin Hamel per The Daily Beast

Insieme a tre agenti di polizia, tra i feriti c'era il diciassettenne Anderson Davis, che è stato colpito al viso e al petto, ma che dovrebbe sopravvivere. Gli amici della sua famiglia avevano già raccolto quasi $ 115.000 entro domenica attraverso un Pagina GoFundMe per aiutare la sua famiglia a pagare le spese.

Sua madre ha scritto un messaggio per la pagina in cui spiegava le ferite di sua figlia. 'Anderson ha 17 mesi, ha delle schegge nel petto destro, il che grazie a Dio è superficiale', ha scritto sua madre. “Ha un buco attraverso il labbro inferiore e la lingua e i suoi denti anteriori sono stati eliminati. Lei è viva. Quando gli altri oggi non sono vivi”.


Una persona in lutto partecipa a una veglia per le vittime della sparatoria di massa a Odessa, in Texas, domenica 1 settembre 2019.

Justin Hamel per The Daily Beast

Un uomo rende omaggio a una veglia per le vittime della sparatoria di massa a Odessa, in Texas, domenica 1 settembre 2019.


Justin Hamel per The Daily Beast

La madre ha poi continuato a chiedere preghiere per i morti, i feriti e anche per l'assassino. 'Vi chiedo di continuare a pregare per i nostri cuori mentre sperimentiamo questo, pregare per la completa guarigione di Anderson, pregare per ogni altra famiglia nella nostra stessa situazione, o peggio, oggi e pregare per i tiratori', ha scritto. “Pregate che qualunque cosa li spinga a fare questo sia sconfitta da Dio e smettano di sparare”. (I primi rapporti indicavano che avrebbe potuto esserci più di un tiratore, ma da allora è stato corretto.)

Anche l'agente di polizia del Midland Zack Owens è stato colpito più volte al braccio e alla mano mentre cercava di neutralizzare il tiratore. Il suo stesso Pagina GoFundMe aveva già raccolto quasi $ 40.000 entro domenica. La pagina ha anche notato che la sua peggiore ferita sono state le schegge di vetro nei suoi occhi.

Una veglia all'Università del Texas del bacino del Permiano ha onorato le vittime della sparatoria di massa a Odessa, in Texas, domenica 1 settembre 2019.

Justin Hamel per The Daily Beast

Domenica sera si è tenuta una veglia per le vittime presso la locale Università del Texas del Permian Basin (UTPB). Centinaia erano presenti per onorare i morti. L'università ha serigrafato magliette con la scritta 'Permian Basin Strong' e le ha distribuite gratuitamente. Nel frattempo, l'organizzazione evangelica Gideons International stava distribuendo Bibbie. Da settimane distribuivano anche i libri sacri a El Paso dopo la sparatoria di massa all'inizio di questo mese. Un membro di Gideons ha osservato: 'Città sorelle per tutte le ragioni sbagliate'.

Due amici di Leilah Hernandez, che erano presenti alla veglia, avevano realizzato un cartellone pieno di immagini sciocche e dolci dell'adolescente, l'ultima vittima dell'epidemia di sparatorie di massa in America.

Con ulteriori segnalazioni di Justin Hamel a Odessa