Rainn Wilson, '2 Broke Girls' e lo scherzo sull'ascesa dello stupro

Blog


Rainn Wilson, '2 Broke Girls' e lo scherzo sull'ascesa dello stupro

Quando Rainn Wilson ha twittato all'inizio di questa settimana che gli sarebbe piaciuto essere stuprato con la canzone dei Led Zeppelin 'Whole Lotta Love', probabilmente si aspettava alcuni retweet dai suoi 2,8 milioni di follower su Twitter. La battuta, sebbene non proprio divertente, aveva lo scopo di mostrare una forte affinità per una grande canzone. Invece, Wilson si è trovato sulla difensiva. IlUfficiol'attore ha finito per cancellare il tweet offensivo e postare delle scuse : 'A quanto pare il mio tweet mal concepito sullo stupro ha sconvolto molte persone. non è un buon argomento su cui scherzare. mi dispiace e non lo farò più.'

Le scuse non hanno tenuto conto del fatto che, quando si tratta di battute sullo stupro, Wilson è un recidivo .


Tra le sue battute: a settembre lui twittato , 'Lo stupro non è mai divertente. A meno che non coinvolga il 'Watson' di IBM.'

E poi c'era questo: “Sono su @ConanOBrien stasera. Non 'violerò' Andy, ma lo 'prenderò' consensualmente, capisci?'

Ma Wilson non è solo nella sua propensione a fare battute sullo stupro. Lo stupro come argomento comico sta diventando sempre più diffuso: la parola 'stupro' è persino entrata nel lessico. (Secondo la prima definizione dell'Urban Dictionary, descrive l''abbraccio raccapricciante in ufficio'.)

E come questo mashup di clip a partire dalNew YorkVulture della rivista dimostra, le battute sullo stupro sono ovunque in televisione, soprattutto in2 ragazze al verde, la commedia di successo della CBS diretta da Michael Patrick King (che era dietroSesso e città), co-creato da Whitney Cummings e scritto da uno staff di più scrittrici. Il personaggio di Kat Dennings, Max, fa costantemente riferimento allo stupro: in una scena parla di come se un ragazzo fosse figo, lei e la sua amica Caroline non lo chiamerebbero stupratore (a quanto pare non ha mai sentito parlare di Ted Bundy). In un altro frangente, mina lo stupro con gli appuntamenti deridendo la voce lamentosa di una ragazza: 'Qualcuno mi ha violentato con un appuntamento e non pensavo che sarei sopravvissuto, ma l'ho fatto, ma ora sono più forte e ho ancora bisogno .'


Quindi le battute sullo stupro abbondano. La domanda è: potranno mai essere divertenti?

Emily Nussbaum, il critico televisivo perIl newyorkese,ha pesato prima di2 ragazze al verdee l'altra sitcom di Cummings,Whitney, e dice: 'In realtà penso che le battute sullo stupro possano essere esilaranti'. Permette anche: 'Sono il tipo di persona che pensa di poter scherzare su qualsiasi cosa'.

Per Nussbaum, il successo di una barzelletta sullo stupro dipende da diversi fattori, che possono cambiare a seconda di chi la racconta e di chi ascolta. Qualcuno come Sarah Silverman può elevare uno scherzo sullo stupro usando l'umorismo nero e facendo riferimento a specifici punti di riferimento culturali. Nussbaum dice: 'Fa questa battuta su: 'Quando ero una giovane donna, sono stata violentata da un dottore, il che, sai, per una ragazza ebrea è, tipo, molto agrodolce.''

Io e Nussbaum ridiamo entrambi. 'Non tutti amano uno scherzo del genere', dice.


Nussbaum afferma che la prevalenza delle battute sullo stupro è in parte legata all'aumento della presenza delle donne dietro le quinte nella commedia. Più donne scrivono le battute, più vedremo 'soggetti che sono estremamente centrali per le donne e causano ansia', dice.

Scherzare sullo stupro, dice Nussbaum, è in linea con l'attraversamento dei confini nella commedia in generale. 'Molte delle migliori commedie riguardano il materiale più offensivo e sconvolgente'. Ma, dice, 'non significa che non possano esserci orribili barzellette sullo stupro che sono super offensive'.

Per Nussbaum, lo stupro di maggior successo scherza su2 ragazze al verdesono quelli che suggeriscono che Max potrebbe aver avuto qualche esperienza in quel reparto. Quando Caroline, la sua ragazza ricca sventa, spruzza Max di spray al peperoncino in metropolitana perché pensava di essere stata violentata, Max alza gli occhi al cielo e dice: 'Non è così che si sente essere violentati'.

'Per me, quell'umorismo oscuro che farebbe ansimare qualcuno, posso trovarlo affermativo in un modo strano, ovvero che questa è una donna che sta dicendo apertamente che le è successa questa cosa terribile', dice Nussbaum. “Lei è una specie di ottone, con la pelle spessa, una persona danneggiata, ma urbana, ed è per questo che la battuta è divertente, perché lei lo sa davvero. Non è solo qualcuno che scherza sullo stupro'.


Jill Soloway, una prolifica scrittrice televisiva (Stati Uniti di Tara,Come farlo in America,Soldi sporchi sexy), è un'altra donna che pensa che le battute sullo stupro possano essere divertenti. Sottolinea in una e-mail che una delle 'barzellette più divertenti di tutti i tempi, gli Aristocratici, riguarda l'incesto, lo stupro e la bestialità'.

Quando Soloway scriveva perSei piedi sotto, ricorda, “Ricordo un dibattito su una frase che volevo che Claire dicesse sullo stupro. Le persone hanno sempre una reazione istintiva nei loro confronti e vogliono che quelle battute vengano fuori.

'Quando l'ho scritto', continua Soloway, 'avevo letto qualcosa che alcune ragazze del liceo hanno scritto su Facebook—o forse era MySpace allora—ed era come 'Oh mio Dio hai visto dopo la festa, ero in l'ascensore con il DJ e ha provato a violentarmi le tette.' Stavano sostituendo la parola 'tocco' con 'stupro' ed era divertente per loro. L'ho adorato come esempio di come si evolve il linguaggio, quel modo postmoderno di commentare la riappropriazione di una parola che ha connotazioni incredibilmente serie e l'uso molto casualmente.

Per Soloway, scrivere una battuta sullo stupro significa prendere il potere da una situazione che fa sentire le donne impotenti. “Penso che non permettere alle donne di scherzare sullo stupro sia come non permettere alle persone di elaborare e sfogarsi su una delle principali paure della nostra vita. Dal momento in cui scopriamo cos'è lo stupro, abbiamo paura che accada a noi', scrive.

Lo speciale del comico Chelsea Peretti su Comedy Central ha un segmento che va proprio al centro di quell'ansia. Lei parla su come un suo vicino la avverte di stare attenta perché c'è stato uno stupro nel quartiere e dice: 'Non so cosa dovrei fare con queste informazioni. Potrebbe anche venire alla mia porta e dire: 'Ehi Chelsea, vivi nella paura, ciao!'”

Potrebbe essere più facile scrivere una battuta sullo stupro quando si tratta di un'idea astratta, qualcosa chePotevosuccederà a te, ma probabilmente (si spera) non accadrà. 'Dicevo', scrive Soloway, 'le uniche persone a cui non piacciono le battute sullo stupro sono le donne che sono state violentate (e le lesbiche) (che probabilmente sono state violentate) (altrimenti perché dovrebbero essere lesbiche).'

Ma per una vera sopravvissuta allo stupro come Marnie Goodfriend, che è stata trascinata con un coltello nel suo appartamento alle 5 del pomeriggio, dove lei e la sua coinquilina sono state tenute prigioniere nel loro appartamento del West Village a New York City e violentate nel corso di diverse ore, lo stupro non è astratto. Il caso di Goodfriend era particolarmente noto; soprannominato il 'Greenwich Village Double Rape' dalla stampa di New York, il suo caso era quasi freddo quando, nel 2004, il DNA del kit stupro è stato testato utilizzando una nuova tecnologia, e si è scoperto che corrispondeva al DNA di Leroy Johnson Jr. , uno stupratore condannato che era stato imprigionato per un altro doppio stupro, quello dell'attrice Kelly McGillis e della sua coinquilina nei primi anni '80.

Chiedi a Goodfriend se pensa che le battute sullo stupro possano essere divertenti e lei risponde:

“La mia risposta è, stai scherzando? Quando mai lo stupro è divertente? Ogni argomento sembra essere un gioco leale nella cultura pop. Molte persone si chiedono cosa renda diverso lo stupro. Se puoi prendere in giro diverse razze, religioni, perché non stuprare? Ma stiamo parlando di un crimine violento. Secondo l'FBI, è il crimine più violento n. 1 a cui una persona può sopravvivere”.

Anche se coloro che pensano che le battute sullo stupro siano un gioco leale potrebbero chiamare qualcuno come Goodfriend privo di umorismo, lei si irrita a questa idea. A lungo termine, dice, le battute sullo stupro fanno più male che bene e creano un circolo vizioso: “Le persone sembrano sentirsi a proprio agio nel prendere in giro le situazioni di stupro, stupro con gli appuntamenti e stupro di conoscenti. E questi sono gli stupri che sono ampiamente sottostimati. E uno dei motivi per cui [sono sottostimati] è a causa della cultura pop, della nostra società e dei miti sullo stupro secondo cui se denunci un crimine, nessuno ti crederà, accusando la vittima. E se stai guardando uno show televisivo, o vedi un tweet sullo stupro, si trasforma in un qualche tipo di slang'.

Non crede che parlare di stupro in modo scherzoso sia utile. “Penso che sia un modo semplice per mascherare un problema molto più ampio. La realtà è che una donna su sei verrà violentata nel corso della sua vita. Alcune persone usano l'umorismo nelle situazioni peggiori. È l'unico modo in cui posso razionalizzare il motivo per cui le scrittrici dovrebbero usare lo stupro come battuta finale. Perché hanno il potere di cambiare il ciclo”.

In una scena in2 ragazze al verde, Dennings-as-Max scherza: 'Smettila di combattere, arrenditi' e poi si ferma a pensare. 'Non so perché sto citando uno stupratore'. Perché davvero.

Parte del motivo per cui la divertente battuta sullo stupro di Rainn Wilson ha toccato una corda ha in parte a che fare con la domanda se sia OK per gli uomini fare battute sullo stupro. Louis C.K. lo ha fatto con successo su diversi occasioni, ma c'è un grande divario tra lui e, diciamo,Rob Schneider.

'Chi può fare battute sullo stupro?' Soloway scrive retoricamente. “Solo donne e uomini che decidiamo noi. È come la Corte Suprema e il porno, solo noi sappiamo quando è divertente o meno e te lo diciamo noi'.