La terza stagione di 'Succession' è fantastica come speravi

Intrattenimento


La terza stagione di 'Succession' è fantastica come speravi

Come si fa a superare la cultura del parricidio più magistralmente tramata, praticamente shakespeariana che abbia mai visto da... beh, Shakespeare? Come Successione la stagione 3 lo dimostra, con il caos.

È un vortice proprio di questo quando la nuova stagione del Serie drammatica vincitrice di un Emmy inizia il 17 ottobre. Sono passati quasi due anni da quando ultimo episodio diSuccessione , ma la premiere inizia pochi secondi dopo quegli eventi drammatici.


Quel vortice è letteralmente drammatizzato: Logan (Brian Cox) è su un elicottero diretto alla sua 'prossima mossa'. (Questo è un mondo in cui quella frase sembra del tutto normale.)

Ci sono accuse secondo cui la sua compagnia, Waystar Royco, ha insabbiato 'misfatti' - discorsi aziendali per cose come omicidio e aggressione sessuale - e lui era complice. Ma, in un colpo di scena, è stato proprio suo figlio, in una conferenza stampa, a dare la colpa a lui, lo stesso figlio che stava per mandare in galera come sacrificio. Che cosa? Non sono queste le cose di cui parli alle tue cene del Ringraziamento?

L'episodio inizia tagliando tra Logan e Kendall (Jeremy Strong), che dopo la conferenza stampa che essenzialmente ha funzionato come un cecchino colpito da suo padre, è in un bagno a calmarsi. Il ronzio degli elicotteri contrastava con i respiri purificatori. Catastrofe sui tentativi disperati di calmarsi. Ecco, sostanzialmente, la trama diSuccessionestagione 3.

I giochi di potere della famiglia Roy sono allettanti da tre stagioni ormai. È Murdochian? Trumpiano? Redstoniano? Fai la tua scelta. Ma il piacere di passare così tanto tempo nella loro gabbia dorata è vedere quante piume muoiono cercando di sfuggirle.


Siamo a due stagioni e, ora, sette episodi della terza sono stati dati alla critica. Forse una volta ci siamo riferiti alle loro manovre come a un'oltraggiosa partita a scacchi. Ma ora i giochi di potere sono diventati vertiginosi. La partita a scacchi si gioca sul soffitto mentre Anya Taylor-Joy è pieno di pillole, i pezzi volano in giro così velocemente da diventare praticamente stelle scintillanti.

È così gratificante vedere queste persone arrampicarsi. Logan è un tirannosauro. Non parla tanto quanto ruggisce. Quando si schianta in una stanza, nessun altro viene notato. Offrirà suo figlio come preda se è positivo per gli affari. E ora stiamo vedendo la debolezza. Il T-rex ha le braccia comicamente corte. I pezzi sono caduti, ma quei mozziconi che si agitano non possono raccoglierli.

Due dei suoi altri figli, Shiv (Sarah Snook) e Roman ( Kieran Culkin ), si alternano tra l'essere grati per essere sfuggiti al guanto di sfida del padre - immagina quella realtà - e vedere l'opportunità. Tutti gli altri, specialmente Gerri di J. Smith-Cameron, sono una pedina nel gioco. Tanto sacrificabile quanto aGioco del calamaroconcorrente … ma anche potenzialmente prezioso. È come sei abituato che conta.

Eppure regna il caos. Logan e il suo entourage stanno esplorando le sue opzioni.


Ciò significa immediatamente. Quando gli viene chiesto dove stanno volando all'indomani della conferenza stampa di Kendall, Gerri risponde: 'O New York, o Ginevra, o Londra, o Singapore, o Los Angeles.' Ma anche a lungo termine: questa stagione, più acuta che mai, riguarda il futuro di Waystar. Riuscirà Logan a funzionare ancora al vertice non solo in mezzo allo scandalo, ma alla sua età? Gli azionisti si ribelleranno contro di lui? E, in assenza di Kendall, quale Roy, se del caso, potrebbe diventare il successore?

La cosa divertente diSuccessioneè che le cose si muovono sia velocemente che lentamente. È la leggerezza che produce quel tipo di ritmo che è il divertimento.

Una telefonata veloce tra Kendall e Logan subito dopo la debacle ha Logan che chiede a Kendall di scusarsi pubblicamente e, quando si rifiuta, Logan dice a suo figlio (tramite un assistente): 'Allora macinerò le sue fottute ossa per fare il mio pane .”

Mentre sono in viaggio per cercare di salvare le cose, Shiv e Roman si guardano l'un l'altro, chiedendo avanti e indietro in diverse cadenze diverse, 'Qual è il tuo cazzo di gioco?' Ci sono persone che potrebbero andare in galera per questo, in particolare il marito di Shiv, Tom (Matthew Macfadyen, sensazionale come sempre) e il cugino disonesto Greg (Nicholas Braun). Il gioco è uno sport sanguinario, ma queste due persone che indossano Gucci su un jet privato sono preoccupate per i titoli di lavoro e i posti nei consigli di amministrazione. Benvenuto aSuccessione.


La cosa interessante di tutto questo è come funziona parallelamente ai giochi di potere di Kendall. Mentre stanno contemplando il futuro di Waystar come lo conoscono, sta manipolando il pubblico per riconsiderare cosa potrebbe essere Waystar. Tiene discorsi sulla veglia e fa manifestazioni pubbliche di filantropia. L'idea è che, dopo la sua grande conferenza stampa, possa conquistare le masse e poi rilevare l'azienda. E penseresti che sarebbe nobile. Tranne che è Kendall.

Kendall ha raggiunto livelli di picco di estrema stronzate. È fondamentalmente una pillola Adderall ambulante a questo punto, sia troppo distratto che troppo incanalato nelle sue dichiarazioni di missione e manifesti idioti: durante un discorso sulla 'rivoluzione' che intende guidare, chiama l'Escalade con autista che sta guidando in un 'veicolo giusto' — per prevenire l'autodistruzione.

Eppure, anche se sfoggia un atteggiamento che è l'equivalente problematico di un'erezione che dura più di quattro ore, è ancora una figura tragica: il figliol prodigo mandato ai lupi da suo padre. Il figlio maschio che urla per l'amore e l'attenzione di papà (solo, sai, dando il via a un'indagine del Dipartimento di Giustizia che potrebbe rovinargli la vita). È una testimonianza di quanto sia bravo Jeremy Strong in questo ruolo che un personaggio così carico che le sue estremità nervose siano in crisi può ancora essere il centro malinconico che definisce questa serie.

'È una testimonianza di quanto sia bravo Jeremy Strong in questo ruolo che un personaggio così carico di nervi che sia in bilico sia ancora il centro malinconico che definisce questa serie.'

In virtù di ciò che la famiglia ha fatto a Kendall e dell'improbabilità che la granata che ha fatto esplodere nel finale produca la carneficina che aveva previsto, è il perdente. Le sue manie di grandezza possono essere audaci, ma sono anche patetiche. Che sia l'ansia da cucciolo di Shiv di mettersi alla prova - e poi la coda triste e cadente quando non è convalidata - o l'incapacità di Roman di formare connessioni autentiche, questo è uno spettacolo sulla tristezza, che sembra essere un tratto distintivo dell'1%.

Stagione 2 diSuccessione è arrivato con il suo cazzo che oscilla , tutta fiducia, spavalderia ed ego, e tutto questo si è guadagnato. La terza stagione, almeno nei primi sette episodi dati alla critica, parla di pagarne il prezzo. Una testa calda arrogante può solo gonfiarsi così tanto prima che scoppi. Quando l'aria esce, i resti sgonfiati richiedono un'umiliazione. Ed è proprio quello che stiamo ottenendo.

Questo non vuol dire che questa nuova stagione non sia all'altezza di quella seconda manche boffo. In effetti, ciò che tira fuori è un brillante perno. Ci vuole una squadra creativa astuta per sapere che la sua esplosione di razzi di bomba, a un certo punto, si sarebbe lanciata sbandando giù dalla scogliera.

Questo è lo stessoSuccessioneconosci e ami: rozzo, scomodo, deplorevole, indulgente e il tipo di intelligente che è sia odioso che stimolante. Ma mentre la seconda stagione era incentrata sul lasciare che l'uomo si diffondesse con abbandono sconsiderato, ora vediamo cosa succede quando è il momento di imbottigliare tutto di nuovo.

Non sarebbe sorprendente se, ad esempio, qualcuno nella stanza degli scrittori contasse il numero di scopate dette in ogni episodio per evitare l'auto-parodia. Non sbagliare, sono ancora usati spesso. Ma è in modo strategico e in ascesa, consentendo davvero a ogni lettera la combinazione di pugno incrociato-jab-uppercut che si merita.

'Questa è la stessa Successione che conosci e ami: rozza, scomoda, deplorevole, indulgente e il tipo di intelligente che è sia odioso che stimolante.'

Lascia anche spazio agli scrittori per esercitare le loro vere chiamate come bardi dell'insulto inventivo esplicito, prendendo diligentemente il testimone da ilVeepsquadra creativa e poi sprint attraverso il traguardo e fuori dallo stadio. Ci sono massime senza tempo consegnate, come 'Gioca in modo intelligente oggi, non sembrerai una fica domani'. O check-in compassionevoli, come 'Ti preoccupavi di aver legato il tuo uccello a un treno in corsa? Non stai giurando, vero?'

Ci sono circa cinque metafore in ogni frase pronunciata, uno stile di dialogo esagerato e irreale che permette al pubblico di essere a distanza. Le persone nella vita di tutti i giorni non parlano così, quindi forse possiamo considerare tutto questo come una fantasia di fuga e non sentirci così in colpa per tifare per le gesta dei più ricchi, dei più insensibili e dei più corrotti.

Ma anche quella firma dello spettacolo è compressa dalla natura delle circostanze di questa stagione.

Uno dei piaceri più seducenti della seconda stagione diSuccessioneera come quasi ogni episodio fosse un sontuoso set per il passaporto. Gli ultimi piani dei grattacieli di Manhattan sono la sua giungla straniera. Ma presto stavamo suonando 'Boar on the Floor' durante una battuta di caccia in Ungheria, a cena con i Pierce negli Hamptons. Partecipare a un ritiro di lavoro ad 'Argestes'. In Scozia per una festa. Su uno yacht per la rissa familiare del secolo.

Jeremy Strong e Nicholas Braun inSuccessioneStagione 3

David M. Russell/HBO

Forse è legato alla produzione della pandemia, o forse è una trama intelligente, ma nei primi sette episodi della nuova stagione, rimaniamo in gran parte fermi. (New Yorkla rivista ha dato la notizia che il cast viaggi in italia per gli episodi finali.)

La ricaduta nucleare delle azioni di Kendall richiede un rimescolamento, e quel rimescolamento è claustrofobico. Certo, succede nelle suite executive e negli attici con vista panoramica su Central Park, ma c'è qualcosa di intimo nella paranoia. Tutto ciò che era così importante nella scorsa stagione esiste ancora, ma viene messo via in fretta e furia, come un criminale in fuga dalla città.

Nonostante tutta quella grandiosità che conoscevamo, c'è qualcosa di ancora più accattivante in questo. Questa stagione suona come i fuochi d'artificio che esplodono all'interno di una scatola. La posta in gioco è così forte - chi sarà l'amministratore delegato, l'azienda esisterà, la presidenza??? - che ogni conversazione richiede un antiacido dopo. È un'esperienza visiva davvero viscerale.

C'è un elefante nella stanza quando si tratta diSuccessione. E ha volato su un jet privato indossando una maglietta da 400 dollari. Siamo tutti individui illuminati. Perché applaudiamo e applaudiamo per l'orribile comportamento dell'élite aziendale? Ci sono troppe righe di dialogo per contare su quanto noi plebei siamo sacrificabili, eccetto per i nostri dollari d'acquisto, e anche quelle che riconoscono quanto sia controverso vivere una vita stravagante, polemica a cui ogni personaggio dà il dito medio.

èSuccessioneuna celebrazione di questo? Un atto d'accusa? È troppo prolisso e, ammettiamolo, sexy per essere una cronaca lucida. Quindi cosa sta dicendo di tutta quella ricchezza e di quelle persone orribili che prendono decisioni egoistiche a un tavolo di conferenza che si riversano sulle nostre miserabili vite, rendendole ancora più infelici? Sono trascorse tre stagioni e non sono ancora sicuro.

Siamo nell'età dell'oro del discorso 'mangia i ricchi'. Ma qui ci stiamo dilettando nel vederli banchettare. Non riesco a pensare a un altro spettacolo per il quale siamo così eccitati per i nuovi episodi. Forse il sentimento sta passando di moda, non importa chi sia indossandolo su un vestito al Met Gala.