I talebani esultano mentre l'ultimo volo degli Stati Uniti lascia l'Afghanistan, ponendo fine alla 'guerra per sempre'

Mondo


I talebani esultano mentre l'ultimo volo degli Stati Uniti lascia l'Afghanistan, ponendo fine alla 'guerra per sempre'

L'ultimo volo di evacuazione degli Stati Uniti ha lasciato l'aeroporto di Kabul lunedì, ponendo ufficialmente fine alla 'guerra per sempre' degli Stati Uniti in Afghanistan, ma lasciando centinaia di americani indietro in un paese ora controllato dai talebani.

'Sono qui per annunciare il completamento del nostro ritiro dall'Afghanistan e la fine della missione militare per evacuare cittadini americani, cittadini di paesi terzi e afghani vulnerabili', ha detto lunedì pomeriggio il generale Kenneth McKenzie Jr. in una conferenza stampa.


'Ogni singolo membro del servizio degli Stati Uniti è ora fuori dall'Afghanistan, posso dirlo con certezza al 100%', ha sottolineato.

​​Le ultime truppe hanno lasciato Kabul alle 15:29. ET, ha detto McKenzie. Il numero di americani rimasti in Afghanistan è nell'ordine delle 'centinaia molto basse', ha detto McKenzie, che ha spiegato che quelle persone saranno portate allo scoperto nel 'sequel diplomatico' dell'operazione militare tramite il Dipartimento di Stato.

'C'è molto dolore associato a questa partenza, non abbiamo fatto uscire tutti quelli che volevamo uscire', ha continuato McKenzie. 'Ma penso che se fossimo rimasti altri 10 giorni, letteralmente non avremmo tirato fuori tutti quelli che volevamo uscire e ci sarebbero state comunque persone che sarebbero state deluse da questo'.

L'ultimo C-17 è stato sollevato quattro giorni dopo che un attacco dello Stato Islamico all'aeroporto ha ucciso 13 soldati americani e decine di afgani che cercavano di fuggire prima che il ritiro degli Stati Uniti fosse completo. È arrivata anche poche ore dopo che i combattenti dell'ISIS hanno sparato una serie di razzi all'aeroporto , cinque dei quali sono stati intercettati dagli Stati Uniti, ha detto il portavoce militare Capt. Bill Urban.


I talebani hanno celebrato il completamento del ritiro degli Stati Uniti, ma illuminando il cielo notturno con gli spari.

'Sono venuto qui specialmente a mezzanotte per vedere l'ultimo soldato che lasciava il nostro paese', ha detto Mujahid Rahmanin, un comandante talebano nella provincia di Ghazni. “Mio padre ha sconfitto il potere russo e io faccio parte dei talebani che sconfiggono le forze statunitensi nel Cimitero degli imperi mondiali all'età di 40 anni.

“Mi sono prostrato in segno di ringraziamento, ho buttato terra dopo gli ultimi quattro o cinque aeroplani. Noi talebani abbiamo vinto la guerra. USA e NATO, avete perso la guerra. Non tornare e nemmeno guardare indietro al cortile degli amanti della libertà. Sì, un consiglio in più: non intervenire più, da nessuna parte nel mondo islamico».

Il cielo notturno si è illuminato dopo che l'ultimo aereo americano ha lasciato Kabul.


AFP via Getty

Un afghano di 28 anni che ha cercato senza successo di uscire dal paese prima che gli americani se ne andassero, disperato per quello che sarebbe successo dopo.

'Sono solo spaventato, spaventato per tutto qui', ha detto in un messaggio a The Daily Beast. “C'è una forte tempesta dietro il silenzio dei talebani, non sono umani, sono solo animali selvaggi che stanno distruggendo l'umanità.

“[Quando gli Stati Uniti erano qui], almeno avevamo qualche speranza che le truppe fossero qui e che il mondo ci vedesse con loro. Ora nessuno può vederci perché nessuno è qui per mostrarci al mondo.


'Siamo appena morti per sempre quando le ultime truppe statunitensi ci hanno lasciato stasera'.

Il presidente Joe Biden, che ha smentito le notizie secondo cui ha rifiutato il consiglio dei comandanti militari di mantenere 2.500 soldati in Afghanistan, ha detto che intendeva parlare alla nazione martedì sulla sua decisione di attenersi alla scadenza del 31 agosto anche dopo che è diventato chiaro che alcuni americani e Gli alleati afghani disperati per andarsene non sarebbero arrivati ​​in tempo.

'Per ora, riferirò che è stata la raccomandazione unanime dei capi congiunti e di tutti i nostri comandanti a terra di terminare la nostra missione di trasporto aereo come previsto', ha affermato Biden in una nota. 'La loro opinione era che porre fine alla nostra missione militare fosse il modo migliore per proteggere la vita delle nostre truppe e garantire le prospettive di partenza dei civili per coloro che vogliono lasciare l'Afghanistan nelle settimane e nei mesi a venire'.

Un CH-47 Chinook è stato caricato su un C-17 dell'aeronautica statunitense all'aeroporto di Kabul mentre la missione americana in Afghanistan volgeva al termine.

Reuters

Il segretario di Stato Antony Blinken ha dichiarato lunedì in una conferenza stampa che la missione diplomatica degli Stati Uniti avrà sede a Doha, in Qatar, e che continuerà a ritenere i talebani responsabili delle promesse fatte se il gruppo spera di guadagnare legittimità internazionale e sostegno. Ciò include la protezione delle minoranze e dei diritti delle donne, ha affermato.

Blinken ha anche ribadito l'impegno degli Stati Uniti a evacuare tutti gli americani rimasti dalla nazione in difficoltà. Ha detto che c'erano tra i 100 e i 200 americani che stavano ancora cercando di lasciare l'Afghanistan, una cifra leggermente in contrasto con la stima generalizzata dei militari di cittadini nelle 'centinaia molto basse'.

'La protezione e il benessere degli americani all'estero rimane la missione più vitale e duratura del Dipartimento di Stato', ha affermato Blinken. 'Se un americano in Afghanistan ci dice che vuole restare per ora, e poi tra una settimana, un mese o un anno, ci contatta e dice: 'Ho cambiato idea', li aiuteremo a partire'.

Mentre migliaia di afgani sono stati trasportati in aereo dopo la caduta di Kabul il 15 agosto, i talebani il sabato ha bloccato l'accesso all'aeroporto , a coronamento di una settimana caotica durante la quale un attentatore suicida dell'ISIS ha fatto esplodere il suo giubbotto esplosivo all'ingresso di un aeroporto e ucciso più di una dozzina di soldati statunitensi e molti altri afgani in attesa di far controllare i documenti di viaggio.

In risposta, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ordinato un attacco di droni che sabato ha ucciso due militanti 'di alto profilo' dell'ISIS-K, secondo funzionari militari. L'attacco ha anche ucciso inavvertitamente un certo numero di civili, di cui 10 membri di un'unica famiglia . Domenica, l'ambasciata degli Stati Uniti a Kabul ha detto a tutti gli americani ancora nel paese di evitare del tutto l'aeroporto, dopo aver avvertito il giorno prima di ulteriori attacchi terroristici in arrivo.

Canada ha terminato i suoi voli di evacuazione il 26 agosto dopo aver salvato circa 3.700 persone, pur riconoscendo il fatto che aveva lasciato indietro 'un certo numero di' cittadini canadesi, residenti permanenti e le loro famiglie. La Gran Bretagna ha concluso i suoi voli di evacuazione due giorni dopo, con Il primo ministro Boris Johnson descrivendo un 'grande senso di rammarico' per aver lasciato indietro fino a 1.100 afgani ammissibili al trasferimento nel Regno Unito, insieme a un massimo di 150 britannici dopo aver traghettato circa 15.000 persone fuori dal paese.

'Quello che vorrei dire loro è che sposteremo cielo e terra per aiutarli a uscire, faremo tutto il possibile nella seconda fase', ha detto Johnson, senza specificare una tempistica.

Gli Stati Uniti hanno continuato a operare i loro voli di evacuazione fino alla scadenza del 31 agosto di Biden per il ritiro, e sono stati in grado di far uscire più di 120.000 persone da quando i talebani hanno preso Kabul il 14 agosto.

I rifugiati afghani sono stati reinsediati in Albania, Spagna e Uganda , tra gli altri luoghi, insieme agli Stati Uniti, Svizzera, Austria e Australia si sono finora rifiutati di accogliere un numero significativo di afgani.