'Tragic Day Here': vicesceriffo spara a un uomo di colore della Carolina del Nord mentre serviva un mandato di perquisizione

Noi-Notizie


'Tragic Day Here': vicesceriffo spara a un uomo di colore della Carolina del Nord mentre serviva un mandato di perquisizione

Una folla di manifestanti è scesa in strada a Elizabeth City, nella Carolina del Nord, mercoledì sera dopo che un uomo è stato ucciso da un agente dello sceriffo che eseguiva un mandato di perquisizione a casa sua.

L'ufficio dello sceriffo della contea di Pasquotank ha dichiarato che Andrew Brown Jr., un uomo di colore di 40 anni, è stato ucciso intorno alle 8:30 mentre gli agenti stavano scontando un mandato di perquisizione nel blocco 400 di Perry Street a Elizabeth City.


Le autorità hanno offerto pochi dettagli sulla sparatoria in una conferenza stampa pomeridiana, ma lo sceriffo di Pasquotank Tommy Wooten ha affermato che Brown era l'oggetto del mandato di perquisizione, aggiungendo che si trattava di 'un giorno tragico qui'. L'ufficiale che ha ucciso Brown è stato messo in congedo in attesa di un'indagine.

Secondo WKBN , Brown salì in macchina e iniziò ad allontanarsi mentre le autorità erano a casa sua. I testimoni hanno detto allo sbocco di aver sentito un vice sparare almeno sei colpi mentre era in macchina. I membri della famiglia hanno detto che Brown aveva 10 figli e non possedeva una pistola.

'Stiamo cercando risposte precise, non risposte rapide', ha detto mercoledì il procuratore distrettuale della contea di Dare, Andrew Womble.

Il Bureau of Investigation dello Stato della Carolina del Nord sta ora gestendo le indagini sulla sparatoria, che ha suscitato l'immediato indignazione della comunità.


Entro mercoledì sera, quasi 200 manifestanti si erano radunati per marciare per le strade, Le notizie e l'osservatore segnalato. Hanno cantato “Di' il suo nome! Andrea Brown!” e “Alzi la mano! Non sparare!'

I manifestanti chiedono alle autorità locali di essere trasparenti e di fornire riprese con la telecamera del corpo della sparatoria, cosa che lo sceriffo ha promesso di fare, anche se senza offrire una tempistica.

In una riunione di emergenza del Consiglio comunale tenutasi la sera prima, alcuni membri del consiglio hanno simpatizzato con i manifestanti anche se si sono radunati fuori urlando per gran parte della riunione.

“Non abbiamo le informazioni, ma devono essere messe in primo piano. Le telecamere del corpo, che devono essere rilasciate immediatamente', ha affermato il consigliere Darius Horton, che alla riunione ha indossato una maglietta Black Lives Matter.


Il consigliere Gabriel Adkins ha colpito una nota commossa, ammettendo che lui stesso ha 'paura' a volte in città. “Ho paura come un uomo di colore che cammina per questa città, guidando la mia macchina lungo la strada, cercando di assicurarmi che sto guidando il limite di velocità, cercando di assicurarmi di indossare la cintura di sicurezza, cercando di assicurarmi che fare tutto bene', ha detto durante la riunione, secondo ilNotizie e osservatore.

Diversi video in diretta di Perry Street all'indomani della morte di Brown hanno mostrato almeno due dozzine di residenti visibilmente sconvolti, con diversi che alzavano cartelli e urlavano alla polizia.

'Lo sceriffo deve rivolgersi a queste persone', ha affermato il presidente della NAACP locale Keith Rivers, ha detto a WAVY . Facendo un gesto alla folla inferocita, ha aggiunto: 'Alla luce di tutto ciò che sta accadendo in America con l'uccisione di uomini neri disarmati, sono sceso per assicurarmi che i fatti siano chiaramente diffusi'.

La morte di Brown segna l'ultima di una serie di sparatorie della polizia che hanno coinvolto residenti neri negli Stati Uniti. Martedì sera, un ufficiale di polizia di Columbus, Ohio, ha sparato e ucciso la sedicenne Ma'khia Bryant dopo che sembrava essersi lanciata contro qualcuno con un coltello durante una rissa. L'incidente scioccante, che è stato catturato dalle telecamere del corpo della polizia, è avvenuto pochi minuti prima che l'ex ufficiale di Minneapolis Derek Chauvin fosse condannato per l'omicidio di George Floyd.


All'inizio di questo mese, un agente di polizia bianco nel sobborgo di Minneapolis, nel Brooklyn Center, ha sparato a morte alla ventenne Daunte Wright, un uomo di colore, apparentemente sparando accidentalmente con la sua arma di servizio invece di un Taser durante l'arresto del traffico.