Visitare Parigi presto? Ecco cosa devi sapere

Viaggio


Visitare Parigi presto? Ecco cosa devi sapere

A meno che tu non sia un masochista, il processo di viaggio internazionale è raramente piacevole. Sicurezza, imbarco, voli notturni esauriti, controlli alle frontiere, bagagli, compagnie aeree inflessibili e così via. L'era del COVID ha reso alcune cose un po' più semplici (meno persone) ma altre più difficili (test e requisiti confusi). Forse la parte più difficile è stata che molti dei posti in cui gli americani erano abituati ad andare, come la Francia, rendevano chiaro che non eravamo i benvenuti.

Fino a questa estate.


A partire da fine aprile e inizio maggio, più paesi hanno iniziato ad aprirsi agli americani, anche se ogni paese ha le proprie precondizioni con test o vaccinazioni. Uno dei più facili da visitare, sorprendentemente, è la Francia, che ha annunciato che gli americani completamente vaccinati sarebbero stati accolti senza dover fare il test e che le carte CDC sarebbero state accettate come prova della vaccinazione.

Così, dopo due anni di assenza, sono finalmente tornato a Parigi un paio di settimane fa. Dai nuovi requisiti per il passaporto COVID alle entusiasmanti aggiunte alla scena museale della città, ecco cosa ho sperimentato.

Innanzitutto, non aspettarti più una mancanza di folla negli aeroporti. Le file per la sicurezza erano lunghe e piene di persone arrabbiate, ansiose e agitate come ai bei vecchi tempi. Stavo volando con lo United e il mio volo era completamente pieno, quindi saluta quei posti vuoti accanto a te o facili upgrade. Inoltre, se stai iniziando il processo di prenotazione, preparati a prezzi estremamente diversi in termini di dollari e miglia premio per i voli internazionali di giorno in giorno.

All'arrivo al confine francese, le lunghe file continuarono. Tenevo la carta della tessera delle vaccinazioni attaccata al passaporto, ma la guardia di frontiera, forse per noia dell'ondata di americani o per la sensazione che fosse una perdita di tempo guardare il pezzetto di carta del CDC, non l'ha nemmeno cercalo o chiedilo. (Per coloro che pensano che questa sia una soluzione alternativa, la compagnia aerea ha controllato più volte.)


Poi è partito per la RER per Parigi. Cordiali saluti, le mascherine sono obbligatorie sui mezzi pubblici.

La prima cosa nella mente di molti potenziali visitatori è senza dubbio come saranno influenzati dai nuovi requisiti francesi per la prova della vaccinazione, o un test COVID negativo, per entrare in ristoranti e musei e salire sui treni. Sebbene alcuni rapporti ti indichino di andare da un medico o un farmacista francese che potrebbe essere disposto a inserirti nel sistema, ho appena portato il mio passaporto e la carta CDC ovunque e non l'ho mai rifiutato. (Tuttavia, non ho provato a mostrare solo un'immagine della scheda CDC.)

Nonostante abbia visitato più volte di quante ne possa contare, Parigi è sempre emozionante per me, e se ci sei sopra, non sei figo, sei solo un cinico. Mentre c'era un tempo strano con molta pioggia e una giornata così fredda che ho comprato un maglione, è stato bello tornare. Ho camminato 20.000 passi al giorno (ora sono abbastanza grande per prestare attenzione a questo) perché ero così ansioso di assorbire tutto.

Desideroso di stare vicino a uno dei miei parchi preferiti, Parc Monceau, e di passeggiare per le sue storiche strade della Belle Époque, ho trascorso alcune notti al recentemente aperto Hotel Pley . Nascosto in una zona tranquilla tra gli Champs-Élysées e il parco, è un ottimo hotel per i visitatori che cercano qualcosa di più moderno e spazioso del tipico hotel di Parigi (in più ha un tetto con vista classica sulla città).


Annuncio pubblicitario

Ci sono alcune nuove aggiunte allo spazio culturale di Parigi. I biglietti per la Bourse du Commerce sono una merce calda . Ospita parte della collezione d'arte del miliardario François Pinault, presenta aggiunte moderne di Tadao Ando. Anche il Musée Carnavalet è stato recentemente oggetto di una massiccia ristrutturazione. Ospitato in un ex palazzo sconclusionato, è incentrato sulla storia di Parigi. Un tempo era un po' deludente, con stanze squallide e una cura che sembrava più un deposito che un museo premuroso. Ora le stanze sono state rinnovate, i giardini sono elegantemente mantenuti e, mentre manca ancora il flusso narrativo dello spazio, il museo ospita una delle stanze più belle del mondo: la gioielleria progettata da Alphonse Mucha per Georges Fouquet .

La gioielleria disegnata da Mucha

William O'Connor

Dietro l'angolo c'è anche la Fondation Azzedine Alaïa che in questo momento ha una bella piccola mostra sul lavoro del defunto designer con il fotografo Peter Lindbergh.


Proprio in fondo alla strada, un altro miliardario francese - l'uomo più ricco del mondo, Bernard Arnault - ha aggiunto a Parigi (o sottratto da essa, qualcuno potrebbe dire) con una revisione miliardaria del grande magazzino La Samaritaine. Considerando che l'intera faccenda sta sollevando una bella tempesta , dovresti dare un'occhiata in modo da avere almeno un'opinione quando sei a una cena.

Sulla Place de la Concorde, sede dell'Ago di Cleopatra e luogo della decapitazione di Maria Antonietta, anche l'Hotel de la Marine ha subito un drammatico restauro e trasformazione. L'appartamento dell'intendente è stato riportato alla sua grandezza settecentesca (con somme indicibili spese in pezzi autentici) e le opulente sale di rappresentanza sono state ripulite. Tutti possono essere visitati e sono un'opzione meno affollata rispetto a molti altri palazzi nell'area di Parigi.

Parlando di folla, anche se devi ancora prenotare molti dei musei in anticipo, è più a causa dei protocolli COVID che a causa della folla. Montmartre, invasa daSonoÈmenzogna, era beatamente privo di orde di turisti. Era facile trovare una sedia al Jardin du Luxembourg la sera e il Marais era quasi di nuovo per lo più gay.

Annuncio pubblicitario

La Francia sta affrontando alcuni degli stessi problemi di personale degli Stati Uniti, quindi preparati a un ristorante un po' più lento (se sono aperti) e lo stesso vale per gli hotel.

Ultimo ma non meno importante per i visitatori, Uber è stato un incubo. Preparati a impiegare 10 minuti dopo aver premuto richiesta per la selezione di un'auto e poi altri 10 minuti per l'arrivo.

Divertiti!