Ci meritiamo un film di Tupac molto migliore rispetto allo sdentato 'All Eyez on Me'

Intrattenimento


Ci meritiamo un film di Tupac molto migliore rispetto allo sdentato 'All Eyez on Me'

Se c'è una figura di Cristo nell'universo hip-hop allora è ovviamente Tupac . È stato concepito in prigione e nato nel nulla, è salito a diventare un capo di uomini, in giovane età è morto per i nostri peccati e nella morte è diventato ancora più potente. Pac ha articolato a dir poco un nuovo modo di vivere: un misto di acuta consapevolezza politica, brutalità schietta e audace audacia che molti hanno emulato dopo la sua morte.

Ci sono un sacco di rapper là fuori che si sono ritagliati intere carriere fingendo di essere Pac . Come Gesù è la figura centrale nel mondo cristiano, così è Pac nell'hip-hop moderno. Collega così tanti dei grandi filoni della cultura, riunendo le radici del Black Power dell'hip-hop, il panafricanismo, la feticizzazione dei delinquenti, il culto delle celebrità, le affiliazioni a bande, le intense relazioni madre-figlio, l'impatto dell'abuso di droga e l'esperienza della prigione e delle armi. violenza eppure trovo la storia della vita di Pac AncheDi piùavvincente della sua musica . Ha attraversato questo mondo come una cometa, qui per un breve periodo e incenerendo tutto sul suo cammino. Gli ultimi tre anni della sua vita, dal 1993 al 1996, dal suo processo per aggressione sessuale al suo tragico omicidio, sono sembrati il ​​film più straordinario di sempre. È sopravvissuto alla fucilazione, è andato in prigione, è stato salvato dal proprietario dell'etichetta discografica più famoso del settore , si unì all'etichetta più cattiva del gioco, formando un superteam musicale insieme a Dre e Snoop, aiutò ad alimentare il più grande manzo nella storia dell'hip-hop, e poi fu abbattuto per strada, lasciandosi dietro innumerevoli teorie del complotto e un carico di musica. Durante quegli ultimi tre anni della sua vita, notizie scioccanti che coinvolgevano Pac sembravano arrivare settimanalmente. Erano davvero tutti gli occhi puntati su di lui.


Per ritrarre una vita così grande e accuratamente sullo schermo richiederebbe un film maestoso comeIl Padrino. Era il nostro Michael Corleone, il prodotto di una famiglia importante che ha imparato, è cresciuta ed è cresciuta fino a diventare il leader di un mondo complesso in cui le persone più vicine cospiravano per ucciderlo. Ecco quanto era grande la vita di Pac. Ecco quanto significa per milioni. Più di ogni altra vita nella storia dell'hip-hop, la vita di Pac merita un film epico.

Ma non viviamo in un mondo in cui Hollywood apprezza la vita di Pac abbastanza da dargli il film che si merita.

Il biopic su Tupac del regista Benny BoomTutti gli occhi su di mecerca di dare a Pac un contesto storico partendo da sua madre e dai Panthers, ma non può sfuggire alla wikipediazzazione del suo soggetto in cui cadono così tanti film biografici di Hollywood. Il film non prende Pac abbastanza sul serio da andare oltre una presentazione superficiale degli eventi in contrasto con una comprensione più profonda di chi fosse. Demetrius Shipp fa un ottimo lavoro nell'imitare Pac, ma non dovrebbe farlorecitazionefare di più? Sì, Shipp gli assomiglia e abbassa le sue espressioni e i suoi modi di fare, ma la recitazione non dovrebbe far emergere una verità essenziale sul personaggio? Non dovrebbe raccontare una storia più profonda e illuminare chi era la persona?

Film in codice nero

Ho seguito il processo per aggressione sessuale di Pac nel 1994 per The Village Voice e l'ho intervistato diverse volte. Lo ricordo come un uomo raggiante di potere, un uomo traboccante di idee, conoscenza, fiducia ed energia. Era dinamico e volubile, dominava ogni stanza in cui si trovava.


Durante un'udienza preliminare, Pac era nel banco dei testimoni e improvvisamente si è lanciato in un discorso su come tutti in aula venivano pagati per essere lì, tutti trannelui. Ecco perché, disse, non poteva fidarsi di nessuno di noi. Ero uno dei tanti giornalisti fuori dall'aula del tribunale negli alveari dei media che lo circondavano mentre pronunciava magnifici discorsi sul governo, i movimenti, le pantere e altro ancora. Era assolutamente brillante, intelligente e luminescente. Il film non cattura questo. È scoraggiante sentire Jada Pinkett Smith, un personaggio del film e vera amica intima di Pac, tweet che la sua interpretazione è gravemente imprecisa . Ciò danneggia il senso di autenticità del film, che è già gravemente carente. Ma qui manca qualcosa di più profondo: la verità emotiva del potere geniale di Pac.

Film in codice nero

Ma l'autenticità, o l'accuratezza, nei film biografici musicali è spesso limitata. Il desiderio del pubblico di vedere un film che racconta l'intera storia vera del loro eroe non corrisponde quasi mai ai bisogni dei membri della famiglia sopravvissuti dell'eroe che non vogliono che quella storia venga raccontata. Ma se la famiglia controlla i diritti musicali, probabilmente otterranno ciò che vogliono. Fare un grande film su un vero musicista che ha avuto una vita selvaggia e complessa è difficile quando la famiglia è schizzinosa su storie importanti o dettagli che trovano imbarazzanti. Quindi è quasi inevitabile cheTutti gli occhi su di me, che è stato prodotto dalla famiglia di Pac, presenta l'iconico MC come un uomo maledetto; uno che ha difficoltà a seguirlo e che è inequivocabilmente innocente dell'accusa di violenza sessuale per cui è stato condannato. Ma parte del motivo per cui amiamo vite come quella di Pac è perché sono...disordinato. Se il disordine non può essere mostrato, con tutte le sue affascinanti e preoccupanti contraddizioni, allora il film non può essere grandioso come la vita.