Strana storia del monumento a Washington: 10 fatti stravaganti sull'iconico obelisco

Viaggio


Strana storia del monumento a Washington: 10 fatti stravaganti sull'iconico obelisco

Dopo essere stato danneggiato da un terremoto quasi tre anni fa e poi chiuso per riparazioni, il Monumento a Washington riaprirà al pubblico lunedì.

Sopra 23 agosto 2011 , un terremoto di magnitudo 5,8 ha aperto crepe nel monumento abbastanza larghe da far passare la luce, ha danneggiato l'ascensore e ha rotto la pietra. Per riparare il danno e prevenire ulteriori danni, 2,7 miglia di nuovo sigillante è stato posto tra le pietre e 53 ancore a sella in acciaio inossidabile sono state imbullonate nel monumento. Inoltre, la pietra recuperata dai gradini delle case a schiera di Baltimora è stata utilizzata per sostituire i pezzi di marmo sciolti sul monumento. Le riparazioni sono costate circa 15 milioni di dollari, ma il prezzo è stato dimezzato grazie a una donazione di David M. Rubenstein. Durante le riparazioni, 150 piedi di impalcature coprivano il monumento, tuttavia, la distanza rimanente fino alla cima era raggiungibile solo tramite una scala.


In onore del restauro di questo iconico monumento, ecco 10 fatti interessanti che potresti non sapere.

Non è stato il primo monumento a George Washington nella capitale.

In occasione del centesimo anniversario della nascita del fondatore, è diventato abbastanza evidente che non esisteva alcun memoriale importante per onorare Washington. Così, nel 1832, il Congresso commissionò a Horatio Greenough una statua del primo presidente, che doveva essere collocata nella rotonda del Campidoglio. Quando fu terminato e installato nel 1841, la statua di Washington alta 11 piedi chiamata 'Washington in trono', ispirata all'opera di FidiaZeus Olimpio,tutto a torso nudo e con indosso sandali, era così impopolare che fu spostato fuori nel 1842, e poi alla fine lasciato cadere in grembo allo Smithsonian per nascondersi in un museo. Esso una volta era descritto come 'la statua pubblica più vituperata mai eretta' negli Stati Uniti. La statua ora appartiene all'American Art Museum ed è, secondo il sito web del museo, non attualmente in vista . Si scopre che questo non è stato l'unico incontro di Greenough con polemiche. Anche l'altra sua opera principale che avrebbe dovuto essere esposta in Campidoglio, 'The Rescue', (più comunemente conosciuta come 'Daniel Boone Protects His Family') è stata rimossa e messa in deposito nel 1958 per essere vista come una giustificazione per la rimozione indiana . Raffigurava un colono bianco, presumibilmente Boone, che proteggeva una madre e un bambino bianchi da un indiano quasi nudo che stava per colpirli con un tomahawk.

Quindi togli di mezzo il governo.


Si scopre che la genesi dell'attuale Washington Monument è iniziata con un gruppo privato, non il governo. Nel 1833, la Washington National Monument Society fu fondata per finanziare un monumento al fondatore che sarebbe stato 'senza precedenti al mondo'. Il giudice capo John Marshall fu il primo presidente della società e alla sua morte nel 1835 gli successe l'ex presidente James Madison. Dopo un decennio di raccolta fondi e un concorso di progettazione, scelsero un progetto vincente di Robert Mills nel 1845.

Il design originale era molto più elaborato di quello che abbiamo oggi.

Robert Mills, l'uomo che vinse la commissione, era un uomo ambizioso. Aveva già progettato un grande monumento di 178 piedi a Washington a Baltimora (il più antico sopravvissuto) due decenni prima. Era stato anche appena designato architetto degli edifici pubblici per Washington, DC, e avrebbe progettato l'ufficio postale generale (ora Hotel Monaco), l'Old Patent Office Building (American Art Museum) e il Treasury Building.

Il suo progetto originale, tuttavia, chiamato per un tempio circolare con 30 colonne, ciascuna larga 12 piedi, che circondano l'obelisco alla sua base, e in cima al tempio una statua di Washington su un carro. All'interno del colonnato avrebbero dovuto esserci le statue di 30 famosi eroi della guerra rivoluzionaria.


Ha avuto un bel calcio d'inizio.

Il monumento è partito alla grande. Il Congresso ha donato 37 acri per il progetto, il presidente James K. Polk, Dolley Madison, Betsey Hamilton (la vedova di Alexander Hamilton), George Washington Parke Custis e i futuri presidenti James Buchanan, Abraham Lincoln e Andrew Johnson si sono presentati tutti il ​​4 luglio 1848 per la posa della prima pietra. Il presidente della Camera, Robert C. Winthrop, ha tenuto un discorso di due ore.

Ma la parte più bella potrebbe essere stato ciò che è stato collocato all'interno di una cassa di zinco nella pietra angolare. Presumibilmente erano incluse copie della Dichiarazione di Indipendenza, della Costituzione, un ritratto di George Washington, tutte le monete nazionali allora in circolazione, inclusa l'aquila d'oro da $ 10, la bandiera americana e giornali di 14 stati. Anche gli oggetti storici hanno avuto un posto, come lo statuto della Powhatan Tribe No. 1 e una copia della costituzione della prima società di temperanza organizzata in America.

La pietra angolare stessa fu posta dal Gran Maestro della Gran Loggia dei Massoni Liberi e Accettati di D.C, Benjamin French, che indossava il grembiule e la fascia massonica di George Washington, così come il martelletto massonico che Washington usava sulla pietra angolare del Campidoglio degli Stati Uniti. E nel caso non abbiate familiarità con i rituali massonici, fiale con punta francese di mais, vino e olio sulla pietra, che sono i tradizionali simboli massonici.


Sfortunatamente, nel 1854, la costruzione si fermò perché il denaro si prosciugò. L'architetto, Mills, morì nel 1855. Il Congresso inizialmente stanziava $ 200.000 per completare il lavoro, ma poi annullò gli stanziamenti prima che fossero spesi.

La gente impazziva un po' con le pietre.

Nel progetto originale di Mills, scrisse che il 'materiale del monumento è destinato ad essere interamente americano, e di marmo e granito portato da ogni stato, affinché ogni stato possa partecipare alla gloria del contributo del materiale e dei fondi per sua costruzione». Tuttavia, per ridurre i costi e aumentare la sua importanza, la Washington National Monument Society ha accettato pietre da tribù, aziende, paesi stranieri e organizzazioni professionali di nativi americani. Evidentemente l'opportunità di fare pubblicità era troppo allettante per alcuni. I Templari dell'Onore e della Temperanza, ad esempio, avevano la loro iscrizione 'Non compreremo, venderemo o useremo come bevanda alcun liquore spiritoso o di malto, vino, sidro o qualsiasi altro liquore alcolico'.

Ma la vera follia arrivò con una lapide di marmo donata da papa Pio IX. Il partito americano anti-cattolico e anti-immigrati, noto anche come 'Know-Nothings', è impazzito, ha rubato la pietra e, secondo quanto riferito, l'ha lanciata nel Potomac in segno di protesta. Quindi, per assicurarsi che il monumento rimanesse 'americano', i Know-Nothings presero il controllo della Washington National Monument Society attraverso elezioni fraudolente nel 1853, che fu l'impulso dietro il Congresso che annullava gli stanziamenti. Il gruppo rimase in carica fino al 1858, durante il quale aggiunsero 13 corsi al monumento, che dovettero essere tutti rimossi quando la costruzione riprese, anni dopo.

Ha subito la sua parte di oltraggi.

Durante la guerra civile, i terreni dell'ormai tozzo Washington Monument... descritto da Mark Twain sembrava 'un camino vuoto e sovradimensionato' - veniva usato come recinto per il bestiame per l'esercito dell'Unione. C'era anche un mattatoio dietro il monumento. Divenne noto come il 'Washington National Monument Cattle Yard'.

Dopo la guerra, divenne nota come 'Murderer's Row', poiché divenne meta di fuggitivi e disertori.

No, il monumento non è di due colori diversi .

In realtà sono tre.

Decenni dopo che il Congresso prese il controllo del progetto, nel 1876, in occasione del centenario, il Congresso stanziò $ 2 milioni per il completamento del monumento e consegnò il progetto all'Army Corps of Engineers.

Sfortunatamente, la cava del Maryland da cui proveniva originariamente la pietra non era più disponibile, quindi i costruttori importarono pietra dal Massachusetts. Dopo che diversi corsi sono stati aggiunti utilizzando questa pietra, i costruttori si sono dimostrati scontenti del colore (è ancora visibile il colore brunastro) e della qualità, e sono passati invece a un'altra cava nel Maryland per gli ultimi due terzi del monumento. Così le tre sfumature.

Una volta era la struttura più alta del mondo .

Washington, DC, oggi può essere conosciuta per il suo skyline incredibilmente piatto, ma quando il Monumento a Washington fu aperto il 21 febbraio 1885 (un giorno prima del compleanno di Washington), era la struttura più alta del mondo. Con un'altezza di 555 piedi e 5,125 pollici, ha superato la Cattedrale di Colonia per rivendicare il record, solo per essere superato dalla Torre Eiffel nel 1889.

Oggi, c'è qualche controversia sul suo titolo come la struttura in muratura autoportante più alta del mondo, come entrambi il fumaiolo della miniera di rame Anaconda e il monumento di San Jacinto fuori Houston sono entrambi più alti.

Il suo top una volta di fascia alta è diventato inutile.

Sebbene oggi sia abbondante ed economico, l'alluminio un tempo era un metallo estremamente prezioso. Sulla parte superiore dell'obelisco c'è un cappuccio in alluminio da 100 once, che funge da parafulmine. All'epoca, la chiave di volta era il pezzo singolo più grande di fusione di alluminio ed è stata esposta da Tiffany a New York City prima di essere consegnata a Washington. Mentre da Tiffany, il berretto è stato posizionato sul pavimento in modo che le persone potessero saltarci sopra e dire di aver saltato sopra la cima del Monumento a Washington. Sul lato occidentale della chiave di volta è la storia della costruzione. Dall'altro lato, si legge 'LAUS DEO', che significa 'Sia lodato Dio'. La chiave di volta fu posta il 6 dicembre 1884.

È stata una calamita per alcune storie intense

Dall'apertura al pubblico, il Monumento a Washington è riuscito ad attirare la sua giusta quota di incidenti pubblici.

Nel 1982, l'attivista anti-nucleare Norman Mayer fu colpito e ucciso dalla polizia del Parco degli Stati Uniti dopo aver guidato un furgone bianco che sosteneva fosse carico di 1.000 libbre di TNT alla base del Monumento a Washington. Otto turisti sono rimasti intrappolati all'interno fino a quando Mayer non li ha fatti uscire e gli edifici della zona sono stati evacuati. Ore in trattative, Mayer ha tentato di allontanarsi. Gli hanno sparato e ucciso, e nessun esplosivo è stato trovato nel suo furgone.

Nel 1908, il catcher dei Washington Senators Gabby Street tentato per prendere una palla caduta dalla cima del Monumento a Washington. Dopo aver lasciato che 12 palle sbattessero a terra e rimbalzassero, Street, che aveva preso per il famigerato lanciafiamme Walter Johnson, riuscì a prendere e trattenere la 13.

Alla fine, il 15 ottobre 1923, una madre cadde attraverso il guardrail per la tromba dell'ascensore cercando di impedire che il suo bambino di 3 anni cadesse. Il bambino è stato trovato a un livello di 400 piedi, contuso e piangente, ma vivo. La madre è morta dopo essere caduta fino al livello di 270 piedi. Era la terza morte al monumento prima che venissero introdotti gli schermi di sicurezza. Un uomo si era suicidato lanciandosi dalla finestra in alto, mentre una donna lo aveva fatto buttandosi giù dal vano ascensore.

Il Washington Monument ha riaperto al pubblico per le visite guidate lunedì 9 maggio 2014 alle 13:00.