Benvenuto in Liberland: come creare il tuo paese

Arte-E-Cultura


Benvenuto in Liberland: come creare il tuo paese

Il 26 settembre 2016, l'alta corte croata ha stabilito che i tribunali inferiori devono una volta per tutte pronunciarsi sui confini del loro paese. Tecnicamente è l'ultimo pezzo di cui la Libera Repubblica di Liberland ha bisogno per stabilire il proprio paese, anche se ciò non impedisce al presidente di Liberland Vít Jedlička di andare avanti con la colonizzazione del nuovo paese.

Secondo il sito web di Liberland , quando un'area sulla riva occidentale del Danubio non era rivendicata né dalla Serbia né dalla Croazia, dove i sette chilometri quadrati si trovano nel mezzo, 'Vít Jedlička ha colto l'occasione e il 13 aprile 2015 ha formato un nuovo stato in questo territorio: Liberland .”


Ha scoperto la terra in modo sorprendentemente semplice: su Wikipedia sotto il termine 'terra di nessuno'. Si scopre che il tratto di terra era il prodotto di una disputa di confine di lunga data traCroaziaeSerbia, entrambi affermando che non apparteneva a loro.

All'epoca, Jedlička dirigeva il think tank orientato alla libertà Reformy.cz e contribuì a fondare il Partito Libertario nelRepubblica Ceca, Il Partito dei Liberi Cittadini. Jedlička è passato da quello per diventare presidente Jedlička quando lui, sua moglie e un amico hanno piantato una bandiera nel terreno per rivendicarlo e lo hanno votato all'unanimità come presidente.

Sembra quasi medievale pensare che solo piantare una bandiera in un pezzo di terra non rivendicato e rivendicarlo come proprio potrebbe creare un paese. In effetti è un po' più complicato... e Liberland sembra superare ogni barriera nel loro cammino verso lo stato.

'Abbiamo fatto tutto secondo il modo in cui doveva essere fatto', ha detto il presidente Jedlička a The Daily Beast. 'Era terra di nessuno.'


Il 25 luglio, Il Chicago Journal of International Law pubblicato un pezzo dettagliato sulle implicazioni dell'affermazione Liberland (scritto da Gabriel Rossman). In esso, spiega Rossmanterra di nessuno, o terreno non reclamato. Fondamentalmente, la Serbia non rivendica la terra e la rifiuta attivamente come parte del proprio paese. Nel frattempo, la Croazia insiste sul fatto che non fa parte della Croazia, ma che fa parte della Serbia, il che conta come una rinuncia alla terra. Quindi, effettivamente, appartiene alla prima parte a rivendicarlo, che sarebbe Liberland.

Il presidente Jedlička riconosce che mentre la legge è dalla sua parte per andare avanti con la costruzione del paese, capisce che avere il riconoscimento del confine dalla Croazia è giusto per costruire la nazione.

'Nessuno può portarlo via ora', ha detto il presidente Jedlička. 'Non c'è modo di reclamarlo'.

Quindi cosa qualifica un 'paese reale'? Secondo la Convenzione di Montevideo, ci sono quattro criteri che definiscono lo stato (nell'articolo I):


“Lo Stato come persona di diritto internazionale dovrebbe possedere le seguenti qualifiche: (a) una popolazione permanente; (b) un territorio definito; (c) governo; e (d) capacità di intrattenere rapporti con gli altri Stati”.

Liberland ha determinato il “territorio definito” e lo ha confermato con la rinuncia di Serbia e Croazia. C'è già anche un governo funzionante.

Secondo il rapporto di Rossman, 'Liberland possiede probabilmente la capacità di governare efficacemente il suo territorio... Liberland ha una bozza di costituzione, un sistema giudiziario nazionale, una valuta, un presidente (molto attivo), un gabinetto e un sofisticato processo per concedere la cittadinanza. Almeno sulla carta, se non ancora in pratica, Liberland ha tutte le componenti necessarie per un moderno stato liberaldemocratico e potrebbe essere in grado di governare efficacemente il proprio territorio”.

Chi è questo governo? Oltre a un presidente e un vicepresidente, ci sono ministri, console onorario e rappresentanti di tutto il mondo.


'Stiamo costruendo le nostre reti diplomatiche', ha affermato il presidente Jedlička. 'Attualmente abbiamo 80 uffici funzionali in tutto il mondo.'

Quegli 80 uffici aiutano con uno dei requisiti per 'entrare in relazioni con gli altri stati'. Sebbene nessun paese abbia ufficialmente riconosciuto Liberland, il sito web di Liberland Press ha affermato che ce n'erano alcuni sollecitazione dei membri del parlamento polacco . Il presidente Jedlička non ha confermato quali paesi sono vicini al riconoscimento di Liberland, ma ha affermato che assicurarsi il riconoscimento da altri paesi è una priorità per loro quest'anno.

“Sto pianificando un paio di eventi interessanti e questo dovrebbe aiutare per il riconoscimento ufficiale di Liberland. Questo è il piano per quest'anno. È un anno importante per questo. Abbiamo un certo numero di paesi davvero amichevoli con noi. Sono molto felice ora con le persone [che abbiamo] a bordo'.

Il che lascia solo l'ultimo pezzo: 'una popolazione permanente'. Mentre oltre 425.000 persone sono registrate e 107.475 di loro hanno diritto alla cittadinanza, nessuno vive effettivamente a Liberland. La gente va e viene e alcuni si sono anche accampati durante la notte, ma non ci sono residenti di cui parlare.

Ciò è dovuto principalmente alla polizia croata che vuole tenere fuori le persone e invia costantemente una presenza di polizia per prevenire una 'popolazione permanente'. Secondo il sito web di Liberland Press , 'l'anno scorso gli attivisti di Liberland hanno subito più di 50 arresti e condanne da parte delle autorità croate, nonostante prove chiare e inconfutabili che non avevano avuto luogo attraversamenti illegali del confine fluviale in Croazia'. Lo stesso presidente Jedlička ha trascorso due notti in una prigione croata.

Rossman sembra perplesso da questo: '... uno stato esistente dovrebbe essere in grado di contrastare le aspirazioni statali di un gruppo secessionista non violento reprimendo quel gruppo e impedendo ai suoi membri persino di accedere al territorio che il gruppo secessionista rivendica come proprio?'

Tuttavia, con questo insieme al resto delle qualifiche soddisfatte dalla Convenzione di Montevideo, gli sembra abbastanza: 'Il governo di Liberland non ha la capacità di occupare e governare fisicamente il proprio territorio perché la polizia croata è di stanza a Liberland tutto il giorno, impedire ai cittadini di Liberland di entrare e istituire un insediamento permanente. Questo, di per sé, non dovrebbe squalificare Liberland dall'essere considerato uno Stato sovrano”.

Il presidente Jedlička sembra non essere turbato da questi arresti. Quando è stato pressato per ulteriori informazioni sulla polizia croata sul territorio, ha detto: 'Abbiamo appena ricevuto un certo numero di persone in visita, ma ovviamente quando abbiamo un evento più grande, vediamo la resistenza dei croati. Ma tutte queste azioni si svolgono al di fuori del territorio della Croazia e sono al di fuori della giurisdizione della Croazia. Non c'è alcun potere dato allo stato che li renda in grado di fermare la creazione di un paese al di fuori dei loro confini”.

Ha poi parlato di come il prossimo anno sarà il momento giusto per aiutare i croati nella sicurezza del confine. Sta anche lavorando per andare avanti nella creazione di abitazioni Liberland, una serie di case galleggianti lungo il fiume progettate dallo studio dell'architetto Zaha Hadid, che prevede di essere installate nel corso del prossimo anno.

È in grado di essere il presidente a tempo pieno grazie alle donazioni di persone che cercano di sostenere il paese e investitori interessati.

La cittadinanza costerà $ 10.000 in bitcoin (la valuta nazionale), ma il presidente Jedlička ha dichiarato: 'Per ora, concediamo la cittadinanza ai nostri diplomatici e [la cittadinanza] onorevole a tutti coloro che visitano'.

Il presidente Jedlička ha riso quando gli è stato chiesto che consiglio darebbe a qualcuno che vuole fondare il proprio paese. 'Probabilmente scriverò un manuale su come fondare un paese', ha risposto. 'Credo che più paesi e più scelte siano migliori per le persone'.