Perché Oprah Winfrey non dovrebbe candidarsi alla presidenza?

Intrattenimento


Perché Oprah Winfrey non dovrebbe candidarsi alla presidenza?

Oprah Winfrey non dovrebbe candidarsi alla presidenza .

I social media erano in fiamme con reazioni emotive - e giustamente così - per Il magnifico discorso di Oprah ai Golden Globes come ha accettato il Cecil B. DeMille Award per i suoi contributi all'industria dell'intrattenimento. La sua chiamata alle armi per sollevare e rafforzare le voci delle donne comuni in America è stato un crescendo perfetto per l'iniziativa della serata Time's Up . Ma come con ogni discorso entusiasmante di una celebrità di questi tempi, il sentimento dei social media presto si è trasformato in un desiderio, anzi,esigente-quello Winfrey si candida alla presidenza .


È stato leggermente divertente quando le persone hanno suggerito L'attore più amato d'America, Dwayne 'The Rock' Johnson, si è candidato alla presidenza, ma poi la gente ha iniziato a chiedergli seriamente se si sarebbe candidato o meno. Poi lui dettoVarietà si sarebbe candidato 'al 100% per la presidenza' con l'avvertenza, 'Realisticamente, mentre entriamo nel 2018, quando guardi la mia lista mentre stiamo sviluppando e girando nel 2019 e nel 2020, la lista va in profondità nel 2021, quindi sembra come la considerazione realistica sarebbe il 2024”.

Preferisco vedere The Rock come un presidente immaginario al cinema piuttosto che vederlo dover decidere se premere o meno il 'pulsante' e iniziare una guerra con la Corea del Nord. Preferirei anche vedere un candidato presidenziale che non deve decidere qualeJumanjisequel devono riordinare prima di correre per la carica più alta del paese. Mi piacerebbe pensare che un candidato presidenziale dovrebbe essere costretto a raddrizzare il corso della nostra nazione. Per intrattenere l'idea che puoi decidere di diventare presidente dopo aver mescolato alcuni progetti per convenienza, smentisce gli attacchi misogini che facciamo pressioni su politici come Hillary Clinton e Kirsten Gillibrand per opportunismo percepito trasparente.

Lo stesso vale per Oprah. È facile capire perché la gente vuole che lei scappi. Donald Trump ha cavalcato un'ondata di celebrità alla Casa Bianca, essendo stato radicato nella coscienza americana come un ricco uomo d'affari e tramite apparizioni televisive settimanali suL'apprendista . Nella mente dei suoi elettori, la loro connessione pavloviana con Trump ha sostituito la sua completa mancanza di esperienza nella gestione di un paese. Trump era in precedenza un personaggio pubblico di tendenza liberale e amico di Hillary Clinton. Adesso la disprezza. In precedenza era a favore della scelta e ora è a favore della vita. In precedenza ha sostenuto il divieto di armi d'assalto e ora ha un'erezione per il Secondo Emendamento. Il che non vuol dire che Oprah inizierebbe improvvisamente a brandire pistole come Proud Mary, ma la natura stessa di essere un politico significa cambiare le posizioni che hai precedentemente ricoperto per vincere, placare i tuoi elettori o portare a termine il fottuto lavoro.

Quando pensiamo alla storia di Oprah sulla sopravvivenza agli abusi sessuali da bambina e sul diventare la donna di colore più potente d'America, non è solo fonte di ispirazione, è anche ambiziosa. Oprah funge da forza motivante per gli americani che vedono in se stessi il potenziale non sfruttato per raggiungere gli stessi obiettivi. Che è esattamente ciò che dovrebbe essere una celebrità. È un'ex conduttrice di talk show, un'attrice e un'imprenditrice. Se Oprahnon lo eranocompletamente affascinante e carismatica, non sarebbe una dannata celebrità. Ma siamo riusciti ad avere innumerevoli politici nel corso della storia americana che non sono celebrità e dovrebbero continuare a farlo, perché essere una celebrità non dovrebbe essere un prerequisito per governare il nostro paese.


Riconosco che Oprah non risuona emotivamente solo a Hollywood ma in America nel suo insieme, ma capisci perché? È perché Oprah non decide quanto paghi in tasse. Oprah non invia attacchi di droni. Oprah non deve essere amica di politici razzisti, omofobi o misogini per approvare la legislatura.

Mandel Ngan/AFP/Getty

Inoltre, cosa sappiamo veramente della politica di Oprah? Ha sostenuto Barack Obama, comprensibilmente come il nostro primo presidente nero. Ha anche sostenuto Hillary Clinton, anche se non con tanto fervore (anche comprensibile). Ma i discorsi come quello di Oprah stasera dovrebbero essere d'ispirazione attingendo alla nostra storia e giustapponendola al presente dell'America. È ferocemente politico senza essere affatto politico. È una chiamata alle armi ma anche un'implorazione di compassione. Potrebbe ricordarti alcuni dei discorsi più entusiasmanti di Obama, ma se lo analizzi più da vicino, ti ricorderà invece quello di Michelle Obama, un'altra donna di colore che molti americani hanno chiamato per candidarsi. Ma quei discorsi non fanno il pesante sollevamento politico che spesso Barack ha dovuto fare. Quando Oprah affronta la brutalità della polizia, può parlare delle sue esperienze come donna nera in America; quando il presidente parla di brutalità della polizia, devono anche assicurarsi di non far incazzare gli agenti di polizia nel loro insieme. Essere presidente comporta compromessi che non richiediamo alle nostre celebrità e personaggi pubblici, e non sono sicuro che gli americani che vogliono che lei si candidi alla presidenza lo comprendano completamente.

Oprah probabilmente vincerebbe. La domanda è,Dovrebbelei? Per prima cosa, è nell'interesse dell'America che un altro miliardario si candidi alla presidenza? Oprah è sicuramente una regina generosa, ma non fingiamo che il suo ingresso alla Casa Bianca significhi magicamente l'arrivo di una nuova Pontiac alla porta di ogni americano che ha votato per lei. Molti potrebbero credere che l'ascesa al potere di Trump significhi che la corsa per la presidenza è stata irrevocabilmente cambiata: vincerà sempre il candidato più appariscente, più carismatico, più apprezzato. Rinunciando al percorso tradizionale di un politico, il vero modo per diventare presidente ora è essere una celebrità: dare energia all'America con le tue parole, la tua musica, la tua arte e poi influenzare i voti.

Questo mi sembra un approccio nichilista deprimente al futuro dell'America. Trump, ad esempio, non ha vinto il voto popolare e i suoi indici di approvazione stanno affondando più velocemente delle possibilità di qualcuno che picchiaTre cartelloni pubblicitariagli Oscar . Un'anomalia non crea uno schema. Se Oprah dovesse correre e vincere, forse allora saremmo in una nuova era distopica in cui solo le celebrità possono vincere le elezioni presidenziali. Ma fino ad allora, presumere che Trump abbia alterato la natura stessa della politica americana al punto che non può essere corretta è un pessimismo a cui non sottoscriverò.


La conversazione sull'opportunità o meno di candidarsi alla presidenza di Oprah mi ha sempre lasciato l'amaro in bocca. Sì, Oprah elettrizza l'America, ma è quello che ci aspettiamo che faccia come artista. L'idea che questo vigore debba tradursi in una carriera politica sembra tanto miope quanto egoistica. Oprah stessa vuole candidarsi alla presidenza?

Quando sento Meryl Streep parlare del discorso di Oprah, come lei dettoIl Washington Post'S Steven Zeitchick , “Stanotte ha lanciato un razzo. Voglio che si candidi alla presidenza. Non credo che avesse alcuna intenzione [di dichiarare]. Ma ora non ha scelta', sembra mancare il messaggio di Oprah su come ispirare le giovani ragazze nere a realizzare il loro pieno potenziale in America per forzare una narrativa politica che non ha chiesto.

a parafrasando Jessica Williams : Oprah è una donna di colore ecosìmolte cose. Ma lei non è tua.