Gli svizzeri smetteranno di cucinare i loro gattini e cuccioli?

Mondo


Gli svizzeri smetteranno di cucinare i loro gattini e cuccioli?

ROMA - Quando la maggior parte delle persone pensa di avere il gatto o il cane di famiglia a tavola, non pensa necessariamente all'animale domestico su un piatto. Ma in alcune regioni della Svizzera è abbastanza comune far bollire il gatto o trasformare il cane in salsicce, soprattutto a Natale. Quando la scorsa settimana è trapelata la notizia che circa 224.000 persone, circa il 3% della popolazione svizzera, mangiano di nascosto animali domestici, noi di The Daily Beast abbiamo pensato che la storia sembrava troppo bizzarra per essere vera.

In effetti, il numero di svizzeri che si nutrono di felini si è dimostrato impossibile da sostenere con dati concreti, sebbene quasi tutti i gruppi svizzeri per i diritti degli animali siano d'accordo sulla cifra. Secondo SOS Chat Noiraigue , che ha raccolto oltre 16.000 firme per una petizione al governo svizzero per fermare la pratica del consumo di gatti, la cifra del tre per cento proviene da un sondaggio condotto dai media svizzeri in cui si chiedeva 'vorresti' e 'potresti' mangiare un gatto.


La portavoce della Commissione veterinaria e per la sicurezza alimentare svizzera, Sabina Helfer, afferma che le persone mangiano cani e gatti, ma la cifra del tre percento sembra alta. 'Non so da dove provenga questo numero, ma di certo non possiamo verificarlo', ha detto a The Daily Beast. 'Succede, ma non puoi chiamarla un'abitudine.'

L'attivista svizzera per i diritti degli animali Edith Zellweger afferma che il numero è plausibile, ma più probabilmente riflette il numero di persone che hanno consumato carne di cane o gatto nella loro vita, non regolarmente. 'In quasi tutte le zone rurali della Svizzera è consuetudine mangiare cani e gatti', afferma. “Quindi il numero suona proprio nella mia testa. Condanniamo il consumo di animali domestici da più di 20 anni”.

Il fondatore di SOS Chat Noiraigue, Tomi Tomek, afferma che la pratica è un tale segreto di Pulcinella che molti svizzeri rurali possono facilmente ripetere la loro ricetta per gatti preferita. Dice che la maggior parte dei mangiatori di animali domestici svizzeri cucina i propri gatti usando ricette di coniglio, spesso stufandoli con aglio e vino, infilando più gatti in un coccio allo stesso tempo poiché non c'è molta carne sulla maggior parte dei felini. Secondo la stampa svizzera, i gatti più giovani della cucciolata sono i più teneri e, in quanto tali, i tagli preferiti per gatti. I cani, dice Tomek, vengono invece generalmente macinati in salsicce e mangiati da coloro che credono che la carne di cane insegni i sintomi dei reumatismi.

Il gruppo di Tomek, che prende il nome da una comunità di montagna a metà strada tra il lago di Neuchâtel e il confine francese, ha bisogno di 50.000 firme per convincere i legislatori svizzeri a mettere in discussione la legislazione. L'anno scorso, il suo gruppo ha aiutato con successo a far passare una misura che ha reso illegale la vendita di pellicce di gatto nel paese. Tomek vuole un addendum alle attuali leggi sulla crudeltà sugli animali che già vieta la vendita commerciale di carne di cane e gatto per includere anche l'abbattimento e il consumo privato. 'Chiediamo semplicemente un paragrafo nella legge sulla protezione degli animali domestici', ha ha detto all'AFP . 'Un leader politico ci ha detto che il parlamento non farà nulla a meno che la gente non si ribella'.


Mangiare con animali domestici può sembrare ripugnante, ma la pratica di mangiare carne di cane è comune in alcune parti dell'Asia, inclusa la Corea del Sud, dove si stima che vengano consumati 2,5 milioni di cani all'anno, secondo i gruppi per i diritti degli animali. E non è tutto ciò che le persone fanno con i loro animali domestici. A ottobre, il governo della Danimarca ha annunciato che avrebbe votato se interrompere la pratica di bestialità o fare sesso con animali domestici, che fino ad ora è stato perfettamente legale.

Anche mangiare animali domestici come cibo ha radici in tutta Europa. Nel 2010, un famoso cuoco televisivo italiano noto come Chef Beppe è stato ritirato dalla trasmissione dopo aver incluso ricette di gatti nel suo corso di cucina televisivo. 'Se non hai carne, uccidi il gatto', ha detto.

lui più tardi ha detto alla CNN che mangiare il gatto era un'usanza prebellica in tutta Italia. “A Parma il gatto era soprannominato 'il coniglio che corre sui tetti', in Liguria il gatto è soprannominato 'il coniglio con le orecchie corte, in Piemonte è chiamato 'coniglio che miagola'”. “Oggi siamo scandalizzati per questo. Come mai? Perché i tempi sono cambiati. Il gatto è diventato un animale domestico. Questo non era il caso prima.'

Secondo Il pasto quotidiano sito alimentare, il governo hawaiano ha recentemente accantonato un piano per rendere illegale il consumo di cani, apparentemente perché, sebbene la pratica sia popolare in alcune comunità, non c'erano molte prove che i crimini fossero stati commessi tra il portare i cani dal cortile al barbecue.


Una semplice ricerca su Internet mostra innumerevoli siti web che pubblicizzano la cucina di cani e gatti, incluso un sito che ha ricette per Brasato di Gatto e Lattina di Birra Cat. Altro sito con immagini inquietanti mostra come scuoiare correttamente un gatto e offre collegamenti a un numero sorprendente di siti Web che apparentemente si rivolgono alla cucina dei gattini.

Le persone del gruppo People for the Ethical Treatment of Animals noto come CARTA GEOGRAFICA diciamo che non c'è davvero alcuna differenza tra mangiare un cane o un maiale: è tutto ugualmente crudele. come un editoriale sul sito web di PETA afferma: 'Alcuni potrebbero chiedere: 'I maiali sono allevati per il cibo, quindi cosa c'è di sbagliato nel mangiarli?' Ma ovviamente, in molti paesi asiatici, potremmo porre la stessa domanda sui cani'. PETA suggerisce 'la biologia di base ci dice che essere allevati per un certo scopo non cambia la capacità di un animale di provare dolore, paura o dolore. Gli animali allevati per il consumo umano soffrono ancora molto per mano degli allevatori e degli operai dei macelli”.

Chantal Häberling, portavoce della sezione svizzera di Quattro zampe dice che non importa quanti mangiatori di animali domestici ci sono: la pratica deve finire. 'Ogni pochi anni sentiamo parlare di questi casi', dice. 'È tempo che il governo ponga fine a tutto ciò e vieti di mangiare cani e gatti'.